Nella Sala Leogrande il convegno sul pervasive game europeo Made in Bari

0
379

Nella Sala Leogrande il convegno sul pervasive game europeo Made in Bari

Martedì 11 luglio nell’Aula Leogrande – Centro Polifunzionale dell’Università Degli Studi di Bari “Aldo Moro”, alle 9, si terrà il convegno sul progetto PG4I, acronimo di Pervasive games for integration, che utilizza il gioco come strumento ludico-didattico innovativo per promuovere l’apprendimento attivo, sviluppato dall’Università in partnership con altri enti, presenti per l’occasione.

I Saluti istituzionali apriranno la mattinata, che proseguirà con tre focus: il primo incentrato su “Migranti e società ospitante”; il secondo sull’app The PG4I, quale progetto internazionale; il terzo sul tema “Imparare giocando”. Si illustrerà in maniera dettagliata il progetto, ovvero un gioco innovativo che punta a promuovere efficacemente l’apprendimento attivo, favorendo l’empowerment e incentivando l’integrazione culturale. Il gioco consente di coinvolgere i partecipanti in modo più attivo e motivante, fornendo un feedback immediato e promuovendo livelli di riflessione più profondi sui contenuti. Inoltre, il gioco consente di acquisire conoscenze linguistiche, di sviluppare competenze di comunicazione e di esplorare la cultura del paese ospitante. Il carattere immersivo dei pervasive game costituisce un valore aggiunto perché consente una rappresentazione sensoriale più completa rispetto ad altri strumenti di apprendimento, come quelli testuali o non interattivi.

Tra gli enti che hanno contribuito alla realizzazione di questo progetto e che hanno collaborato con UNIBA, ci sono: la Caritas Diocesana Coimbra, organizzazione non profit sociale (ONG) che sostiene le persone e le comunità in cinque distretti della regione centrale del Portogallo con servizi di assistenza sociale, sanitaria ed educativa; CAI – Conversas Associação Internacional, ONG portoghese, nel campo della gioventù, dell’educazione degli adulti, del sociale e della cultura; Université Bordeaux Montaigne, università umanistica con una lunga tradizione di apertura alla comunità internazionale; Réseau International Poclande, gruppo accademico multilingue e interdisciplinare per la ricerca in linguistica per lo sviluppo e l’esperienza con l’obiettivo di mobilitare le risorse linguistiche, antropologiche e culturali nell’affrontare questioni legate allo sviluppo economico e sociale; Helaglobe srl, azienda con sede a Firenze incaricata di sviluppare il gioco.

Numerosi sono i relatori che interverranno. Tra loro ci saranno il Magnifico rettore dell’Università Degli Studi di Bari “Aldo Moro” Stefano Bronzini, la professoressa Teresa Roselli e il Prof. Loreto Gesualdo che hanno guidato il progetto, l’’assessore allo Sport del Comune di Bari Pietro Petruzzelli e l’assessora al Welfare Francesca Bottalico e, inoltre, Roberto Venneri, Segretario Generale della Presidenza, e Vito Montanaro, referente del Dipartimento della Salute della Regione Puglia. Gli aspetti legati al calcio invece verranno esposti da Michele Salomone giornalista e radiocronista calcistico, Koblan Amissah presidente del Centro Interculturale Abusuan.

 

 

Aula Leogrande – Centro polifunzionale – piazza Cesare Battisti, 1 – Bari

Inizio attività: 09.00

redazione

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.