“MI CHIAMO LUIGI” – VITA IN MUSICA DI LUIGI TENCO. IL 16 MARZO A CONVERSANO E IL 18 MARZO A MELENDUGNO

0
221

TEATRO PUBBLICO PUGLIESE

 

“MI CHIAMO LUIGI”

Vita in musica di Luigi Tenco

Un racconto musicale di GIORGIO VIGNALI e VITO SCHIRONE

 

16 marzo – Cinema Teatro Norba – Conversano (Sold Out)

18 marzo – Nuovo Cinema Paradiso – Melendugno (Sold Out)

 

Per le stagioni teatrali 2022/23 organizzate dai Comuni di Conversano e Melendugno in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese, il 16 e il 18 marzo va in scena “Mi chiamo Luigi – Vita in musica di Luigi Tenco”, un racconto musicale di Giorgio Vignali e Vito Schirone che ha registrato il tutto esaurito in entrambe le date.

 

Primo appuntamento giovedì 16 marzo al Cinema Teatro Norba di Conversano; secondo appuntamento sabato 18 marzo al Nuovo Cinema Paradiso di Melendugno. Sipario ore 21.00.

 

A distanza di 55 anni dalla sua scomparsa carica di misteri, Luigi Tenco fa ancora parlare di sé e non manca mai di riempire le pagine dei giornali e le trasmissioni televisive. Ennio Morricone descrisse così Luigi Tenco: l’artefice della migliore musica autoriale italiana.

Ma Tenco fu anche un precursore della rivoluzione culturale e sociale che nel 1968, un anno dopo la sua morte, segnò un radicale cambiamento della musica leggera italiana.

Questo spettacolo a lui dedicato non vuole solo celebrare le sue creazioni musicali ma anche raccontare l’uomo al di là del personaggio, la sua anima e soprattutto la sua levatura morale e la sua correttezza professionale. Una persona perbene e ricca di valori che per amore si trovò a confrontarsi e a scontrarsi con le complicate dinamiche commerciali di una discografia che gestiva la musica leggera italiana e i suoi indotti, festival incluso. Questo racconto musicale ricostruisce anche alcune tappe delle indagini relative alla morte dell’artista ancora avvolta nel mistero, suggerendo al pubblico una verità scomoda e drammatica che ancora sconcerta giornalisti, familiari e amici di uno dei cantautori più innovativi della musica italiana. “Mi chiamo Luigi” è uno spettacolo musicale che grazie alle note alle immagini e alle parole dipinge il ritratto di uno dei più originali e innovativi musicisti italiani ma, soprattutto, il carattere poliedrico e catartico di un uomo onesto verso se stesso e verso il suo pubblico.

Info: www.teatropubblicopugliese.it

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.