Stagione teatrale 2022/2023 a Putignano: il programma

0
111

Prenderà il via il prossimo 17 dicembre con un grande evento gratuito in piazza Plebiscito la stagione teatrale 2022/2023 del Comune di Putignano in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese. Una stagione che tornerà ad abitare il teatro restituito lo scorso anno alla comunità locale e agli artisti che hanno una casa accogliente pronta a ospitarli e a far sentire loro il calore della comunità putignanese che ha sempre dimostrato di amare il teatro. E che proprio per questo, accanto alla proposta classica con la prosa, il Teatro Pubblico Pugliese e il Comune di Putignano hanno formulato anche per questo 2022/2023 un cartellone che comprende anche musica, danza e teatro per famiglie con appuntamenti domenicali pomeridiani per tutte le fasce d’età, che incanteranno anche i grandi e avvicineranno allo spettacolo dal vivo le nuove giovani generazioni di spettatori che stanno nascendo e si stanno formando.

“La città di Putignano, con il suo Teatro Comunale restituito lo scorso anno alla comunità, è pronta ad accogliere la nuova stagione teatrale. Stagione – commenta Luciana Laera, sindaca di Putignano – che si apre a una molteplicità di sensibilità artistiche, abbracciando tanto grandi interpreti della scena nazionale quanto le compagnie legate al territorio. Offrendo una gamma di spettacoli che possa soddisfare più gusti diversi e che si rivolga a tutti. Dai più piccoli agli adulti, dai frequentatori abituali del teatro ai neofiti che potranno vivere e respirare appieno il teatro, le emozioni e le occasioni di crescita culturale che regala. Perché il teatro è anche questo, è incontro, condivisione, socialità, strumento per interpretare il mondo”.

“Per la nuova stagione teatrale, anche quest’anno – commenta Rossana Delfine, assessora alla Cultura di Putignano – abbiamo provato a mettere insieme i talenti della Puglia con le eccellenze che calcano palcoscenici nazionali e internazionali. Tra cui Deborah Moncrief & Millennium Gospel Singers, la formazione che arriva direttamente dagli Stati Uniti d’America e ci regalerà una serata di musica gospel in piazza. Un omaggio alla città di Putignano, in queste festività natalizie, che aprirà di fatto la stagione di prosa 2022/2023. Ci auguriamo che anche questa stagione incontri il favore del pubblico. Pronto a godere nuovamente degli spettacoli dal vivo, anche nei luoghi chiusi, senza restrizioni”.

“Non la classica stagione di prosa, ma un calendario di appuntamenti in grado di abbracciare generi e pubblici diversi, di avvicinare i più piccoli alla magia del teatro e stuzzicare sensibilità e riflessioni profonde attraverso spettacolo di qualità – commenta Giulia Delli Santi, dirigente responsabile delle Attività Teatrali del Teatro Pubblico Pugliese –. Il teatro è luogo di formazione, di incontro, crescita. È una delle piazze della città. E come tale deve essere sempre in grado di coinvolgere e operare per la formazione del pubblico e del territorio. È così che abbiamo pensato questa stagione e ci auguriamo che il pubblico apprezzi le scelte artistiche condivise con il Comune”.

Ad aprire la stagione di prosa 2022/2023, dicevamo, il 17 dicembre in piazza Plebiscito con uno spettacolo gratuito ci saranno Deborah Moncrief & Millennium Gospel Singers con Christmas in Gospel. La formazione, che raccoglie alcuni fra i migliori talenti della musica gospel internazionale, in un eccezionale accostamento di voci e timbri dalle sfumature profonde, si esibirà in un concerto in cui accanto agli arrangiamenti più moderni del gospel contemporaneo non mancheranno i temi tradizionali nelle sue versioni più amate dal grande pubblico. In un bland di musica coinvolgente ed emozionante che arriverà dritto al cuore dell’ascoltatore coinvolto in un dialogo interattivo sin dai primi brani.

La stagione proseguirà interamente nel nuovo anno. Gli spettacoli avranno tutti inizio alle ore 21. Il primo appuntamento è per il 10 gennaio con Tutto sua madre di Guillaume Gallienne, per la regia di Roberto Piana con Gianluca Ferrato. Un esilarante, sottile, profondo monologo, talmente ricco di personaggi da sembrare una commedia, per la prima volta in assoluto tradotto e presentato in Italia. Il 17 gennaio in scena Alla moda del Varietà di e con Antonella Carone, Tony Marzolla e Loris Leoci, con la supervisione artistica di Marinella Anaclerio. Come dimenticare la verve di Petrolini, lo swing fresco del Trio Lescano, i tic di Walter Chiari o le macchiette di Nino Taranto? Tre attori conducono un viaggio nel secolo scorso, nell’universo luccicante e spensierato del Varietà, dagli esordi che strizzavano l’occhio alla moda del Cafè Chantant fino alle popolari trasmissioni televisive.

Il 24 gennaio calcherà il palco del Teatro Comunale Ettore Bassi con il suo Il mercante di luce, spettacolo tratto dall’omonimo romanzo di Roberto Vecchioni per la regia di Ivana Ferri. È il viaggio poetico di un padre e di un figlio. Ettore Bassi è il protagonista di questo particolare racconto, parole febbrili e piene d’amore, pronunciate da un padre al proprio figlio. Il tentativo di lasciargli un dono, il più grande possibile. ‘Perché non importa quanto si vive, ma con quanta luce dentro’. Si continua il 27 gennaio con La Belva Giudea per la regia di Gabriele Colferai, con Gianpiero Pumo e Filippo Panigazzi. Cinque capitoli, cinque round che attraverso la boxe raccontano la storia vera di Herzko Haft durante la sua carriera da pugile nei campi di concentramento tedeschi.

Il 9 febbraio sarà la volta di Luigi Lo Cascio, Vincenzo Pirrotta e Giovanni Calcagno (che firma anche testo e regia) in Gilgamesh. L’epopea di colui che tutto vide, il più antico poema del mondo che narra la storia di un giovane re che, dopo aver sperimentato il dolore per la morte del migliore amico, lascia il trono per andare alla ricerca del segreto della vita eterna. Il 17 febbraio arriva Perfetta con Geppi Cucciari, l’ultimo esilarante monologo teatrale scritto da Mattia Torre che racconta un mese di vita di una donna attraverso le quattro fasi del ciclo femminile. Una donna che conduce una vita regolare, scandita da abitudini che si ripetono ogni giorno, e che come tutti noi lotta nel mondo. “Perfetta” è la radiografia sociale ed emotiva, fisica, di ventotto comici e disperati giorni della sua vita.

Il 2 marzo il pubblico potrà assistere a uno spettacolo su Elsa Schiaparelli, una donna di grande talento che ha rivoluzionato la moda conquistando Hollywood e suscitando sempre clamore e scandalo. Fu la prima stilista italiana a varcare i confini nazionali, forte della sua eccentrica personalità e del suo indiscusso talento. Schiaparelli Life vedrà in scena Nunzia Antonino e Marco Grossi con la regia di Carlo Bruni. Il 9 marzo arriva Emilio Solfrizzi con la sua rilettura e regia dell’opera di Molière, Il malato immaginario, per la regia di Guglielmo Ferro. Il teatro come finzione, come strumento per dissimulare la realtà, fa il paio con l’idea di Argante di servirsi della malattia per non affrontare “i dardi dell’atroce fortuna”. E ancora, il 21 marzo al Teatro di Putignano ci sarà Giuliana De Sio con lo spettacolo La signora del martedì, ispirato al romanzo noir di Massimo Carlotto, una delle penne più efficaci e profonde del nostro tempo ed investigatore instancabile del crinale tra il bene ed il male.

La stagione prosegue il 2 aprile con Giorgio Pasotti in Racconti disumani. Uno spettacolo di Alessandro Gassmann in cui lo stesso Gassmann e Pasotti si misurano con le parole di Franz Kafka, due “racconti disumani” per parlare agli uomini degli uomini. “Una relazione per un’Accademia” e “La tana”, due storie di animali, sembrerebbero, una che mette a nudo la superficialità di un modo di essere attraverso comportamenti stereotipati e facili, l’altro che racconta quel bisogno di costruirsi il riparo perfetto che ci metta al sicuro da ogni esterno. Il 14 aprile si cambia registro con Tango a dos voces con Giacomo Medici e Sarita Schena, cantanti noti nel panorama internazionale del tango e dell’opera. Un viaggio nel tango partendo dalle sue origini, per poi omaggiare gli artisti che ne hanno segnato la storia. Lo spettacolo è impreziosito dai ballerini e maestri di tango Michele Lobefaro e Gabriella Todisco. La stagione si chiude con la danza il 12 maggio con Phobos della Compagnia Eleina D. Al buio, durante la notte, la differenza tra realtà e immaginazione svanisce. Qui incontriamo Phobos, il Dio greco della paura, armato di fulmine, che ci guida attraverso una performance delirante. Durante questo viaggio, la paura si alterna all’umorismo e alla sorpresa, perché a volte le cose non sono sempre come sembrano.

Teatro per famiglie – “La Scena dei Ragazzi”, spettacoli alle ore 18.00

Spazio anche alle famiglie nella stagione teatrale di Putignano. Si comincia sabato 7 gennaio con Peter Pan di Tonio De Nitto. La storia di un’assenza, di un vuoto che spesso rimane incolmabile, quello di un bambino che non c’è più. L’inseguimento di un tempo che sfugge al nostro richiamo e che a volte si ferma, la ricerca delle esperienze che ci fanno diventare grandi senza volerlo e troppo presto.

Secondo appuntamento domenica 29 gennaio con Il gatto con gli stivali per la regia di Paolo Comentale con Anna Chiara Castellano Visaggi, Giacomo Dimase, Chiara Bitetti. Un giovane mugnaio generoso e un gatto geniale: questa la coppia scenica che anima le vicende dello spettacolo. In un’allegra sarabanda di pupazzi di varie dimensioni, con tecniche di animazione nuove e spesso sorprendenti.

La stagione per famiglie prosegue domenica 12 marzo con Come Pollicino di e con Damiano Nirchio e Anna de Giorgio, regia e drammaturgia Damiano Nirchio. In una piccola città un Grande Dittatore Generale si è impossessato di tutto e di tutti: nessuno lo ha mai visto, ma il suo metallico vocione terrorizza la gente dagli altoparlanti disseminati nelle strade. Una notte, al culmine della sua cattiveria, obbligherà tutti i lavoratori ad un turno straordinario. Piccoli e deboli non potranno rientrare nelle loro case, costretti dalle necessità ad abbandonare i propri figli per tutta la notte o forse per sempre…Come Pollicino.

L’ultimo appuntamento, infine, è in programma per il 16 aprile con lo spettacolo Nel bosco addormentato, con Bakary Diaby, Raffaella Giancipoli, Miriam Fieno, Matteo Miucci, Fabio Trimigno, regia Cosimo Severo. La fata Bianca, la più bella, sola e potente fata del regno appare nel sogno della Regina e le promette che avrà la figlia che tanto desidera. Cosa succede quando un sogno si avvera?

INFO

Ufficio Cultura – Comune di Putignano

tel. 080.4056581

Info: www.teatropubblicopugliese.it

redazione

LASCIA UN COMMENTO