San Severo: contro la criminalità il Procuratore nazionale antimafia

0
883
Il pm Franco Roberti alla conferenza stampa in procura nel Palazzo di Giustizia dopo l'arresto di 6 islamici residenti in italia accusati di terrorismo, Milano, 28 aprile 2016. ANSA/STEFANO PORTA

“Il momento è particolare perchè c’è stata una recrudescenza di omicidi e fatti criminosi molto gravi, ma purtroppo non è la prima volta, quindi adesso bisogna studiare il modo di affrontare questa emergenza”, ma “lo Stato sta dispiegando tutti gli sforzi necessari per contrastare efficacemente questa realtà e i risultati credo che si vedranno tra non molto”.

Lo ha detto il procuratore nazionale antimafia Franco Roberti, che oggi è stato a Foggia per una visita in una scuola, parlando con i giornalisti della emergenza criminalità a San Severo, a margine di un incontro con gli studenti. “La magistratura è molto attenta – ha proseguito – la Procura distrettuale antimafia di Bari e la Procura di Foggia sono attentissime a questa realtà, a questa situazione”. “Lo sgombero del ghetto è un segnale molto forte, molto importante – ha aggiunto riferendosi al Gran Ghetto dei migranti di Rignano sgomberato e raso al suolo con le ruspe – Siamo ad un momento di svolta”.

Ansa

di Antonio Carbonara

LASCIA UN COMMENTO