Salento Book Festival. Giovedì 25 agosto a TUGLIE

0
119

 

SALENTO BOOK FESTIVAL 2022

La Festa dei Libri, la Movida dei Lettori

GIUGNO – LUGLIO – AGOSTO

XII edizione

Giovedì 25 agosto

Museo Della Civiltà Contadina – TUGLIE

Ore 20.30

Nandu Popu presenta il libro “Li menati” (Edizioni Radici Future).

Dialoga con l’autore Fabiana Salsi.

Ore 21.30

“I CALSOLARO – BARBA, CAPELLI E BALLABILI”. Dario Muci con Antonio Calsolaro e Massimiliano De Marco. Testi Giuseppe Semeraro

****

Continua fino a fine agosto Il Salento Book Festival. Prossimo e penultimo appuntamento giovedì 25 agosto a Tuglie, ancora nel Museo della Civiltà Contadina: alle ore 20.30 Nando Popu, voce dei Sud Sound System, che al SBF22 porta il suo libro “Li menati” (Edizioni Radici Future); alle 21.30 Dario Muci con la presentazione musicale de “I Calsolaro – Barba, capelli e ballabili”, con la partecipazione del mandolinista Antonio Calsolaro, del chitarrista Massimiliano De Marco e di Giuseppe Semeraro che ha curato i testi. Un doppio appuntamento, come sempre ad ingresso gratuito.

 

Si parte con Li menati di Popu. Nel Salento sono i reietti, letteralmente gente da buttare, da evitare. Raramente però finiscono in discarica e anzi, affondano le loro radici nel territorio rendendolo marcio e inospitale. Molti dei menati che Fernando Blasi, in arte Nandu Popu, racconta in questo suo secondo libro, subiscono una metamorfosi profonda e irrefrenabile tanto da diventare boss della Sacra Corona Unita. Una metamorfosi che riguarda tutti, non solo i menati. Riguarda chi la incoraggia, chi sta a guardare, chi si rende invisibile lasciando il territorio alla loro mercè. Nandu Popu regala al lettore un racconto che attraversa il tempo e le vite di chi ha vissuto la Puglia soprattutto in determinati anni. Uno squarcio sul passato di una parte del territorio salentino, Casalabate in particolare, e sui trascorsi autobiografici dell’autore. Un continuo cammino tra passato e presente, tra credenze e storia, un atto d’amore nei confronti della propria terra e un avvertimento alle nuove generazioni affinché imparino a non restare a guardare e a intervenire, per cambiare le cose senza subirle.

Dialoga con l’autore Fabiana Salsi.

 

A seguire, alle 21.30, musica e tradizione. Arriva dal passato, dalle antiche barberie musicali, il nuovo lavoro del musicista e ricercatore salentino Dario Muci, “I Calsolaro – Barba, capelli e ballabili”, anche questo pronto ad essere presentato al SBF, con la partecipazione del mandolinista Antonio Calsolaro, del chitarrista Massimiliano De Marco e di Giuseppe Semeraro che ha curato i testi.

 

La “Barberia”, la musica delle sale da barba, è un genere musicale popolare che trae le sue origini probabilmente dalla dominazione spagnola. Fino alla metà degli anni ’50 molti barbieri erano anche maestri di musica (principalmente strumenti a corda, per lo più mandolini, chitarre, violini) e nei ritagli della giornata lavorativa istruivano e al tempo stesso tramandavano le ballate (i ballabili) per le feste o le serenate che si eseguivano ogni notte.  L’intento del disco è quello ambizioso di raccontare e far rivivere la storia sconosciuta della famiglia Calsolaro e non ultimo quello di omaggiare la figura di Antonio Calsolaro maestro mandolinista, figlio di Vincenzo e testimonianza vivente.

Ingresso libero. Dettagli su www.salentobookfestival.it. Info 348/5465650.

 

Il 31 agosto ultimo appuntamento del SBF 22 con Iva Zanicchi in Piazza C. Battisti a NARDÒ alle ore 21.00 presenta il libro “Un altro giorno verrà” (Rizzoli). Dialoga con l’autrice Azzurra De Razza.

 

“Salento Book Festival” è la più grande rassegna itinerante pugliese legata all’editoria che porta storie in piazza, tra vicoli, giardini, castelli e belvedere sul mare, ospitando alcuni degli scrittori e delle scrittrici più amati ma anche personalità del mondo del giornalismo, della musica, dello spettacolo che presentano i propri lavori editoriali. 

Organizzata dall’associazione culturale Festival Nazionale del Libro, ideata e diretta dal giornalista Gianpiero Pisanello, ha coinvolto quest’anno sette comuni della provincia di Lecce: CollepassoCorigliano d’OtrantoCutrofianoGallipoliNardòParabita e, con un progetto speciale, Tuglie, città in cui il festival è nato e ha mosso i primi passi. Diventano palcoscenico per 50 tra autori e relatori, ospiti degli oltre 35 appuntamenti in programma lungo i tre mesi estivi, per vivere il Salento attraverso “La Festa dei Libri, la Movida dei Lettori”.

 

“SALENTO BOOK FESTIVAL” POP BAG BY LA SELLERIE LIMITED

“Celebriamo il Salento Book Festival con una nuova creazione. Canvas bianco in cotone Salentino, interamente stampato a mano con i rosoni della Puglia, simbolo delle feste patronali, delle tradizioni e dell’edizione 2022. Acquistando questa speciale POP BAG si può investire in cultura e sul Salento Book Festival. Infatti, una parte del ricavato della vendita di questa “limited edition”, sarà devoluto al Festival che da anni porta nelle piazze salentine cultura e amore per il bello”. Alberto Persano per LA SELLERIE Limited.


Il Salento Book Festival è finanziato da Comune di CollepassoComune di Corigliano d’OtrantoComune di CutrofianoCittà di GallipoliCittà di Nardò e Città di Parabita. L’evento è patrocinato dalla Presidente del Consiglio Regionale della PugliaProvincia di Lecce – Salento d’AmareUniversità del SalentoPugliapromozione – Agenzia Regionale del TurismoOrdine dei Giornalisti Consiglio Regionale della PugliaFai – Delegazione di Lecce Gruppo del Salento Jonico. Con il contributo di Banca BPER, Banca Popolare Pugliese, Vini Mottura, Ceramiche De Santis, Colacem, Officine Cantelmo, Restructura. Partner in comunicazione sono ImoveRadiovenere e My Library.

 

Gli appuntamenti del SBF sono ad ingresso libero e gratuito fino ad esaurimento posti.

 

redazione

LASCIA UN COMMENTO