Primo torneo Gigi Frisini e Lorenzo Campanella: la presentazione questa mattina a Palazzo di Città di Bari

0
286

DAL 4 ALL’8 DICEMBRE AL CAMPO CAPOCASALE

IL PRIMO TORNEO DEDICATO A GIGI FRISINI E LORENZO CAMPANELLA

LA PRESENTAZIONE QUESTA MATTINA A PALAZZO DI CITTÀ

Si è tenuta questa mattina nella sala giunta di Palazzo di Città, alla presenza dell’assessore comunale allo Sport Pietro Petruzzelli, la conferenza stampa di presentazione della prima edizione del torneo dedicato a due maestri del calcio locale, Gigi Frisini e Lorenzo Campanella, organizzato dalla Uisp Puglia – Unione Sport per Tutti e dalla consorella Usd Liberty Bari, con il patrocinio del Comune di Bari, della Figc – Lega nazionale Dilettanti, dell’Unione nazionale Veterani dello Sport, del Csi – Centro sportivo italiano e dell’emittente televisiva Barimania.

La manifestazione si terrà dal 4 al 6 dicembre sui campi sportivi Capocasale e Lovero. Le finali invece sono in programma mercoledì 8 dicembre.

Il torneo vedrà fronteggiarsi le squadre della categoria Allievi e Giovanissimi di Fesca, Intesa Bari, New Football Academy, Pro Calcio, Passepartout Aurora e Virtus Palese.

Alla presentazione sono intervenuti il presidente della commissione consiliare Sport Giuseppe Cascella, la presidente della Uisp Puglia Veronica D’Auria con il consigliere nazionale Elio Di Summa, il presidente del settore giovanile e scolastico della FIGC Vito Tisci, Ottavio De Gregorio, presidente del Liberty Bari, e Tonio Lucatorto, presidente di Barimania. Presenti anche i presidenti delle società partecipanti al torneo, Sergio Fanelli, ex amministratore locale e amico fraterno di Frisini, Domenico Frisini, fratello di Gigi, e Angela Campanella, sorella di Lorenzo.

Ad introdurre l’incontro con la stampa Giuseppe Cascella, che ha ricordato come “il torneo organizzato dalla Uisp è votato alla piena partecipazione di tutta la comunità alle attività sportive. L’unione Sport per tutti per noi rappresenta il cavallo di battaglia utile per portare lo sport e i suoi valori positivi nelle case di tutti. E per ‘tutti’ intendo i giovani, coloro che si affacciano per la prima volta nel mondo dello sport, addirittura gli invisibili. Oggi commemoriamo le figure di due grandi persone, due atleti che con la loro passione hanno dato lustro alla nostra città”.

“L’amministrazione – ha detto Pietro Petruzzelli – sposa da sempre con grande entusiasmo iniziative come questa, anzitutto perché è giusto celebrare due stelle espressione del nostro territorio come Gigi e Lorenzo, che tanto hanno dato alla città. Io ho memoria di loro, e li ricordo con affetto: Frisini era allegro, vulcanico, determinato e incalzante quando voleva qualcosa, totalmente innamorato dello stadio della Vittoria, organizzatore di mille iniziative. Con Lorenzo abbiamo trascorso tanti bei momenti al campo Capocasale. Per ricordare al meglio questi eroi dello sport locale abbiamo predisposto due targhe, una per Gigi da affiggere allo stadio della Vittoria, e l’altra per Lorenzo, all’interno del Capocasale”.

“Gigi e Lorenzo – ha commentato Elio Di Summa – rappresentano un modo di intendere il calcio che purtroppo non esiste più. Un calcio fatto di tanto cuore e passione, e di pochi soldi. Stiamo parlando di due romantici del pallone, due giganti che non si sono mai voluti piegare alle logiche del calcio moderno. Frisini, capitano della squadra del Putignano, poi dirigente e infine opinionista televisivo. Campanella, idolo della Minafra Bari, punto di riferimento per gli appassionati di calcio del rione Libertà, poi addirittura Cavaliere della Repubblica. Era doveroso ricordare le loro figure organizzando questa competizione che vedrà protagonisti i giovani. Ringrazio quindi tutti coloro che hanno collaborato con noi a questo progetto: gli amministratori comunali, la Figc, l’Unione Veterani, il Csi, Barimania, le società sportive. Il nostro obiettivo è rendere questo torneo una pietra miliare dello sport amatoriale, quello da vivere con entusiasmo insieme ai giovani”.

Veronica D’Auria ha aggiunto che “è sempre un piacere avere contezza di persone così attaccate ai valori positivi espressi dallo sport solidale, a tal punto da dedicarvi tutta la propria esistenza, esattamente come hanno fatto Gigi e Lorenzo. La Uisp è convinta che non debbano essere celebrati solo i campioni medagliati, ma anche tutti coloro che nutrono un autentico attaccamento ai valori edificanti espressi dallo sport più vero e genuino, cioè quello inclusivo piuttosto che competitivo. Per questa ragione, il memorial rappresenta un ottimo veicolo educativo e di sensibilizzazione alla cultura dello sport e alle sue regole, destinato alle giovani generazioni”.

“Ringrazio gli organizzatori di questa iniziativa – ha sottolineato Vito Tisci – in particolare la Uisp e società sportive che quotidianamente conducono i giovani alla comprensione dei valori fondanti espressi dallo sport, contribuendo notevolmente alla formazione del loro carattere e al loro sviluppo psico-fisico”.Ottavio De Gregorio ha ricordato come “Gigi è stato fondamentale per la nascita della società Liberty, in quanto era titolare del logo. Era davvero un grande sportivo e un grande amico. Grazie al suo contributo decisivo, adesso la Liberty coinvolge i giovani del quartiere in attività di aggregazione attraverso la pratica sportiva. Grazie all’impegno organizzativo e finanziario della Uisp, siamo riusciti ad allestire un torneo di assoluto livello, oltretutto a iscrizione gratuita”.

Redazione

LASCIA UN COMMENTO