MELENDUGNOteatro: IL 14 GENNAIO RIPRENDE LA STAGIONE DI PROSA 2022/2023

0
34
© PIGI CIPELLI 2015MILANO, 2015NINO FRASSICA- CHE TEMPO CHE FA

 

Ministero della Cultura

Regione Puglia, Assessorato Industria turistica e culturale, Gestione e valorizzazione dei beni culturali – Teatro Pubblico Pugliese Consorzio Regione per le Arti e la Cultura

 

CITTÀ DI MELENDUGNO – ASSESSORATO ALLA CULTURA

TEATRO PUBBLICO PUGLIESE

Stagione teatrale 2022/2023

 

Cinema-Teatro

NUOVO CINEMA PARADISO

Riprende la stagione teatrale 2022/23, organizzata dalla Città di Melendugno in collaborazione col Teatro Pubblico Pugliese. A un mese esatto dopo dal suo avvio il 14 dicembre scorso, con l’anno nuovo, per il secondo appuntamento della stagione teatrale, il 14 gennaio 2023, saranno i Radicanto a calcare la scena del Nuovo Cinema Paradiso con “Ternitti”, spettacolo tratto dal romanzo di Mario Desiati per la regia di Enrico Romita.

Questa è la storia dei sacrificabili del Capo di Leuca del secolo scorso. Mimì, un’operaia di 50 anni, ragazza madre, impiegata nel cravattificio della sua città, è sul tetto della fabbrica, a difendere il suo lavoro dalla nuova prevista delocalizzazione. Alla voce di Mimì si contrappone quella della figlia Arianna, giovane donna del sud in cerca di un destino diverso da quello della madre. La giovane Arianna si troverà ad interrogarsi sull’origine della sua stessa esistenza, tanto da decidere, come medico, di implicarsi in prima persona nel sostegno dei diritti dei malati di ternitti. Si renderà conto presto di come la sudditanza culturale oltre che economica di quei territori sia all’origine di tanti scempi e sopraffazioni. 

Il 26 gennaio Giorgio Marchesi porta in scena “Il fu Mattia Pascal”, per la regia dello stesso Marchesi e di Simonetta Solder. “Posso dire che da allora ho fatto il gusto a ridere di tutte le mie sciagure e di ogni mio tormento. Sono state proprio le parole che Pirandello fa dire al suo protagonista a suggerire a Marchesi la chiave per raccontare le vicende di Mattia Pascal. Egli ha voluto sperimentare un linguaggio che potesse essere accessibile e appetibile a tutti, anche e soprattutto alle nuove generazioni.

 

La stagione proseguirà a febbraio con due spettacoli. Il 5 febbraio sul palco del cinema teatro Nuovo Cinema Paradiso arriva Antonello Costa con il suo “C’è Costa per te”. Una sorta di omaggio a Maria de Filippi, indiscussa star della TV che con il suo format incentrato sul valore dei sentimenti, da anni fa sorridere i cuori. Uno show dal ritmo serrato ed incalzante dove l’Artista compone, arrangia, caratterizza, coinvolge, omaggia e dirige sketch, gag, parodie, macchiette, canzoni e balletti. Il 18 febbraio sarà la volta di Nino Frassica e il suo spettacolo “Nino Frassica & Los Plaggers Band Show Tour 2000 – 3000”. Il nome Plaggers è una fusione tra Platters e plagio. Lo show è un originalissimo e coinvolgente viaggio musicale per oltre due ore di concerto cabaret. Una grande festa, un’operazione di memoria musicale con un repertorio formato da oltre cento brani rivisti e corretti, in cui canzoni famosissime, pur mantenendo la propria identità, sono tagliate e ricucite alla maniera di Frassica.

 

Ad un mese di distanza, il 18 marzo, sul palco del Nuovo Cinema Paradiso arriva “Mi chiamo Luigi – Vita in musica di Luigi Tenco”. Un racconto musicale di Giorgio Vignali e Vito Schirone che non vuole solo celebrare le creazioni musicali di Tenco ma anche raccontare l’uomo al di là del personaggio, la sua anima e soprattutto la sua levatura morale e la sua correttezza professionale. Chiude la stagione teatrale il 29 marzo “Pigiama per sei” con Laura Curino, Antonio Cornacchione, Rita Pelusio e Max Pisu per la regia di Marco Rampoldi. Il più classico dei triangoli: lui, lei, l’altra. Che diventa un rombo, nel momento in cui si scopre che il vecchio amico, invitato dal marito per fungere da alibi durante l’incontro clandestino con l’amante, è a sua volta l’amante della moglie. Un testo in cui lo spettatore si appassiona, immedesimandosi involontariamente, per capire come i vari personaggi riusciranno a trovare soluzioni a situazioni che diventano via via più intricate, fino allo scioglimento dovuto all’arrivo di un ulteriormente inaspettato (e pericoloso) deus ex machina.

 

Info. www.teatropubblicopugliese.it

Redazione

LASCIA UN COMMENTO