La Lord Byron conclude con una spettacolare parata il 50° anniversario di attività.

0
75

Spettacolare parata in stile inglese

nel centro di Bari

 

Si è celebrato, con grande successo a Bari, il 50° anniversario di attività della storica e prestigiosa scuola di lingua inglese Lord Byron College, fondata nel 1972 dai Proff. Andrew Paolillo e Prof. Duane John Credico, all’epoca giovani docenti canadesi con la mission di creare in Puglia, un centro per la formazione Living English.

Quattro intensi giorni di eventi e incontri istituzionali, dal 22 al 25 settembre, con la partecipazione dell’Onorevole Lord Mayor Sindaco di Londra Westminster Hamza Taouzzale, del Capo di Gabinetto Città di Westminster Aicha Less, e del Magnifico Rettore della West London University Prof. Peter John CBE, nonché di Patricia Stewart, Liason Officer della Lord Byron College a Westminster.

 “In 50 anni – esordisce il Prof. Andrew – la Lord Byron ha formato oltre 100.000 studenti di tutte le età, intere generazioni e, come sede autorizzata per gli esami Cambridge, IELTS e TOEFL, ha esaminato oltre 40.000 candidati. Tanto abbiamo avuto e tanto abbiamo cercato di dare a Bari e alla Puglia. Per questo il 50° anniversario lo abbiamo celebrato non solo per noi ma anche per la nostra città. Abbiamo quindi cercato di formare  un vero e proprio network fra i vari territori per  consolidare e creare nuove e importanti relazioni internazionali,  istituzionali e accademiche.”

“La delegazione britannica – sottolinea il Prof. John – è stata calorosamente ricevuta dai Sindaci di alcune tra le più belle cittadine della nostra regione, come Bari, Alberobello, Polignano, Giovinazzo, Bisceglie, Trani, Ruvo. Numerosi gli incontri istituzionali e le visite guidate nelle località più suggestive, incontri che si sono tradotti in una autentica opportunità di promozione turistica per il rilievo che la visita del Lord Mayor ha avuto sui media inglesi. Infatti, al seguito della delegazione giunta da Westminster, c’erano i corrispondenti  di giornali molto importanti della stampa britannica come  The Times Educational Supplement, The Guardian  e The Economist, col compito di  scrivere uno status report relativo a tutto il viaggio in Italia del Lord Mayor.  “Una autentica occasione di promozione quindi – aggiunge il prof. Andrew – tanto più che avviene per il tramite di un importante opinion leader, qual è il Lord Mayor di Londra Westminster che ha espresso il suo entusiasmo e il suo sincero apprezzamento per le bellezze della nostra regione.  La circostanza poi che abbia accettato il nostro invito nonostante la sua agenda fosse stracolma di impegni ci ha resi veramente orgogliosi. Il Lord Mayor, infatti, oltre ad essere il Sindaco di Westminster, ha un ruolo istituzionale molto importante. Ad esempio, non tutti sanno che di recente ha curato il protocollo per l’accoglienza dei Capi di Stato e delle autorità delle diverse nazioni del mondo, in occasione della cerimonia dei funerali della Regina Elisabetta”.

Tra le tante iniziative, memorabile è stata la Golden Jubilee Peace Parade, la festosa e colorata sfilata di sabato 24 settembre dedicata all’evento Peace One Day, il Giorno Internazionale della Pace e all’European Day of Languages. Sin dalle prime ore del pomeriggio migliaia di persone sono giunte nel centro del capoluogo pugliese per assistere e partecipare attivamente all’evento. Ad aprire la parata, il banditore reale “town crier” londinese, Jane Smith che a gran voce richiamava l’attenzione dei presenti, accompagnata dal suono di cornamusa della Scottish Piper Collen Scott, entrambe in tipici abiti di gran cerimonia. A seguire i giovani sbandieratori in costumi medievali dell’associazione Civitas Mariae di Capurso che procedevano in una suggestiva formazione a scacchiera, accompagnati dal suono di tamburi e trombe, e poi, la Birbant Street Band di Ruvo di Puglia che ha eseguito brani di musica latino americana, il corteo storico di Giovinazzo,  allietato dalla  Young Street Band di Turi,  e ancora il fascino del Gruppo di danze storiche della Lute di Noicattaro  che si sono esibiti magistralmente in balli d’epoca. Particolarmente coinvolgenti, poi, i gruppi dei giovanissimi appartenenti ai club di arti marziali di Franco Quarto e di Dino Bartoli. A conti fatti oltre un centinaio di figuranti hanno invaso il centro cittadino per festeggiare i cinquant’anni della scuola. Una grande festa, dunque, per la Lord Byron, divenuta per la città di Bari e per l’intera regione una autentica istituzione capace di creare solide e proficue relazioni con i paesi anglosassoni.  A suggellare questa vocazione,  la laurea ad honoris causa per l’eccellenza raggiunta dalla Lord Byron nel campo linguistico, culturale e sociale nel corso di 50 anni di attività assegnata dal Magnifico Rettore della West London University, Dr Peter John, al Prof. John Credico, Academic Manager della Lord Byron College, e la targa di riconoscimento assegnata a John Credico e Andrew Paolillo dal Sindaco di Bari Antonio Decaro con questa motivazione:  “A John Credico e Andrew Paolillo, pionieri dell’insegnamento della lingua inglese nella città di Bari, per aver dato vita a una delle realtà più longeve e qualificate del nostro territorio.

La professionalità della Lord Byron viene ulteriormente testimoniata dall’“acknowledgement”, attribuito da Cambridge Assessment, il famoso ente britannico, che eroga  importanti certificati di lingua inglese, e che ha assegnato alla scuola il titolo di eccellenza storica per essersi classificata al primo posto tra i 238 centri di esami Cambridge in Europa. Il riconoscimento sottolinea la posizione di prestigio raggiunta di riflesso anche dalla città di Bari, che conquista il primo posto sulla mappa della cultura anglofona in Europa.

Desideriamo condividere con la cittadinanza questo importante traguardo”, aggiunge il Prof John. “Il lavoro da noi svolto si ispira alla mission di facilitare il futuro dei nostri giovani per renderli professionalmente “accomplished” in qualsiasi parte del mondo essi vengano a trovarsi”.

I festeggiamenti continuano con borse di studio, fantastiche promozioni e tanti tanti premi.

redazione

LASCIA UN COMMENTO