Guida museale “Passeggiate al Museo ” – Bitonto ( Arcidiocesi Bari-Bitonto)

0
51

Guida museale “Passeggiate al Museo ” – Bitonto

 

 

 

Guida museale “Passeggiate al Museo immaginario”

 

Il Museo Diocesano, in collaborazione con la cooperativa ReArTù e l’associazione culturale Meo Romeo, presenta la prima guida museale per bambini e famiglie.

 

Venerdì 16 Dicembre alle ore 18.00, presso la sala conferenze del Museo Diocesano “Mons. A. Marena”, S. E. Rev.ma Monsignor Satriano, Arcivescovo di Bari-Bitonto, il direttore del Museo Diocesano Don Giuseppe Ricchiuto, le rappresentanti delle realtà culturali coinvolte, Marilisa Rienzo e Carmen Albergo, preceduti dai saluti istituzionali del Sindaco Francesco Paolo Ricci, avranno il piacere di illustrare agli ospiti e scolaresche presenti il prodotto della loro proficua iniziativa.

 

Il team di esperti ed educatori coinvolti, esortati dall’art. 6 della “Carta dei diritti dei bambini all’arte e alla cultura”, che sancisce il diritto ad instaurare con l’arte un rapporto di consapevole partecipazione, ha ideato una serie di percorsi che permettano a famiglie e scolaresche (bambini e ragazzi in età compresa tra 6 e 11 anni) di esplorare in autonomia e con una buona dose di fantasia le meravigliose sale di questa struttura… un MUSEO IMMAGINARIO!

 

Passeggiate al museo immaginario è infatti il titolo della guida museale, racchiusa in un pratico e colorato cofanetto. La guida, articolata in differenti percorsi tematici, consente tramite il gioco di una silhouette scorrevole, di visionare la galleria di opere custodite nel Museo Diocesano, ciascuna commentata da testi di analisi e approfondimento storico.

 

A complemento dei percorsi, la guida comprende anche una suggestiva scheda di ricostruzione storiografica del sito e ben tre schede laboratoriali di educazione museale, per stimolare la rielaborazione creativa, sia individuale che di gruppo dei più giovani, perchè mutuando i principi del pensiero e dell’opera del Maestro Bruno Munari, da cui la guida stessa trae ispirazione: “l’Arte si impara facendola”.

 

Con l’auspicio che questa “opera esperienziale ”di ogni bambino, libero di esprimere le proprie emozioni e la propria sorpresa dinanzi a personaggi e storie lontane dal proprio mondo, diventi strumento e risorsa di crescita collettiva, fruibile dai visitatori di ogni età.

Redazione

 

LASCIA UN COMMENTO