Arresti a Bari per mafia

0
880

Arresti questa mattina a Bari e provicia, nell’ambito di una inchiesta che vede coinvolti alcuni presunti capi e affiliati del clan Strisciuglio. Le accuse vanno dall’associazione mafiosa, reati di droga, armi, estorsioni, lesioni e rissa. Sono 99 le persone arrestate, di cui 96 in carcere e tre agli arresti domiciliari.
    L’indagine della Squadra mobile della Questura di Bari e dei Carabinieri del Comando provinciale, denominata ‘Vortice Maestrale’, è coordinata dai pm Lidia Giorgio e Marco D’Agostino in collaborazione con la Dna.

I fatti di sarebbero consumati nei territori dei quartieri baresi Libertà, San Paolo, San Pio-Enziteto, Santo Spirito e San Girolamo e nei comuni di Palo del Colle e Conversano.

 Secondo gli inquirenti a capo dell’organizzazione c’erano i pluripregiudicati Vito Valentino e Lorenzo Caldarola, oltre ai referenti nei vari rioni e città della provincia (Alessandro Ruta, Saverio Faccilongo, Giacomo Campanale). Tra gli arrestati ci sono i figli del boss Caldarola, Francesco e Ivan, e Antonio Busco, ritenuto quest’ultimo uno dei fornitori di droga. L’ordinanza è firmata dal gip del Tribunale di Bari Giovanni Anglana. Nell’inchiesta che coinvolge complessivamente 147 indagati, sono contenute le dichiarazioni di 21 collaboratori di giustizia.

Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.