ALBERTO DI LEONE TRIO FEAT ANTONIO D’AGATA CHAMPAGNE … IN JAZZ A REGIA DOMUS A GIOVINAZZO

0
68

 

 ALBERTO DI LEONE TRIO FEAT ANTONIO D’AGATA

                                                     CHAMPAGNE … IN JAZZ A REGIA DOMUS

Jazz e champagne: un binomio complementare che, se abbinato, diventa sinonimo di piacevoli serate di classe, all’insegna di un relax ricercato e non frenetico, da veri intenditori di musica dal palato fine. Regia Domus, nelle sue raffinate sale affrescate che trasudano di storia ed arte, ospiterà sabato 14 gennaio a partire dalle ore 21.00, Alberto di Leone Trio Feat Antonio D’Agata che omaggerà Chet Baker, trombettista e cantante jazz statunitense, noto per essere stato tra i principali esponenti del genere.

Il trio è composta da Alberto Di Leone: Tromba Antonio D’Agata: Chitarra e voce Giulio Scianatico: Contrabbasso. Tra i quali, Alberto di Leone nonché anche docente della Scuola di Musica Il pentagramma – Associazione culturale Duke Ellington, vantano pregevoli curriculum ed esibizioni in importanti teatri e tempi della musica. Conosciamo meglio gli affermati musicisti che delizieranno gli ospiti di Regia Domus.
Alberto Di Leone nasce a Bari nel 1996, inizia gli studi di tromba presso la scuola di musica “Il Pentagramma” di Bari con il maestro Mino Lacirignola all’ età di 6 anni. Prosegue gli studi iscrivendosi al conservatorio “Niccoló Piccinni” dove nel 2015 si diploma in tromba classica con il maestro Pino Minafra. Successivamente frequenta il corso triennale di tromba jazz presso l’ accademia “Siena Jazz”.
Collabora con diversi musicisti della scena pugliese e non, tra i quali Paola Arnesano, Larry Franco, Guido Di Leone, Bruno Montrone, Bepi D’Amato, Stjepko Gut, Michael Supnick, Rik Pellegrino, Dado Moroni. Esibendosi per diversi festival quali: Policoro Jazz Festival, Peperoncino Jazz Festival, Policoro in Jazz, Fermo Jazz Festival.
Si esibisce come giovane solista con l’ orchestra sinfonica della città metropolitana di Bari diretta dal maestro Paolo Silvestri. Prende parte della “Maxima Orchestra” esibendosi con ospiti internazionali del calibro di: Dee Dee Bridgewater, Mike Stern, Sarah Jane Morrs, James Taylor Quartet. Frequenta le Clinic di Umbria Jazz e Orsara Jazz Festival con musicisti internazionali e segue numerose masterclass con: Dave Weckl, Michelle Hendricks, Fabrizio Bosso, Stjepko Gut, Barend Middelhoff, Dado Moroni.Registra diversi album:“Querida” Francesca Leone, Guido Di Leone Pocket Orchestra.Camera Soul “Existence”, “Esagerato”Barienses Jazz Collective “Sofia”.

Antonio D’Agata: Chitarrista Jazz, Crooner
Nato a Campobasso nel 1991,vive a Roma dal 2014.
Inizia lo studio della chitarra da autodidatta all’età di 12 anni. Si si esibisce con l’orchestra in varie città italiane (Parma, Chiusi, Campobasso ecc.) per competizioni a livello nazionale, ottenendo spesso il primo posto. Continua lo studio della chitarra da autodidatta, parallelamente agli studi, approfondendo stili come il blues, il pop, il rock.
Nel 2013 Inizia lo studio della chitarra Jazz. Dal 2014 al 2016 frequenta il “Saint Louis College Of Music” di Roma. Parallelamente approfondisce lo studio della chitarra Jazz con Daniele Cordisco. Nel 2017 viene ammesso al conservatorio “Santa Cecilia” di Roma, con la votazione di 30/30 dove studia chitarra Jazz. 2020 – Laurea di primo livello in Chitarra Jazz presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma. È vincitore di numerosi concorsi e masterclass a livello nazionale ed internazionale. Dal 2014 svolge una regolare attività concertistica in tutta Italia, collaborando con artisti di fama nazionale ed internazionale come Gegè Munari, Giorgio Rosciglione, Andrea Rea, Leonardo Borghi, Adam Pache, Leonardo Borghi, Daniele Sorrentino, Andrea Pozza, Paolo Recchia, Massimo Manzi, Gabriele Pesaresi, Carlo Battisti, Red Pellini, Daniele Cordisco, Andrea Nunzi, Stefano Nunzi, Federica Michisanti, Marco Loddo, Vittorio Solimene, Donato Cimaglia, Massimo Di Cristofaro, Giulio Scianatico, Giulio Scarpato, Giuseppe Ricciardo, Giuseppe Talone, Daniela Terreri e molti altri…

A completare la formazione il barese Giulio Scianatico. Ha iniziato l’attività concertistica già all’età di 11 anni. Di solito si esibisce nei jazz club, teatri e festival jazz con piccole formazioni e Big Bands. Ha studiato e collaborato con: Conservatorio “N. Piccinni” Bari, scuola di musica “il Pentagramma” Bari, “Fondazione Siena Jazz”. Ha preso parte al “Jazz for Amnesty International” al fianco di musicisti di fama internazionale. Grazie all’esperienza americana, durata 3 mesi, e ai workshop frequentati, ha avuto modo di confrontarsi e studiare con musicisti di fama mondiale tra cui: Doug Weiss, Aaron Goldberg, Kurt Rosenwinkel, Peter Bernstein, Greg Hutchinson, David Wong, Rodney Green, Sean Conly, Joe Sanders, Orlando Le Fleming, John Ellis, Dado Moroni, Dario Deidda, Andy Watson, Renato Chicco, Peter Martin, Lage Lund, Josh Ginsburg etc. Vanta collaborazioni con numerosi musicisti di fama internazionale quali Aaron Goldberg, Stjepko Gut, Daniele Scannapieco, Thomas Kirkpatrick, Michael Supnik, Bepi D’Amato, Walter Ricci, Larry Franco, Adam Pache, Bruno Montrone, Guido Di Leone, Paola Arnesano, Chiara Pancaldi, Attilio Troiano, Sebastian Merk, Giorgio Cuscito, Sergio Vitale, Antonio Baldino, Fabrizio Savino, Giovanni Scasciamacchia, Andrea Sabatino.

Come si evince dai corposi e brillanti curriculum, si tratta di musicisti di primo piano del panorama jazzistico italiano che faranno risuonare di godibilissime note le stanze di Regia Domus, mentre gli ospiti sorseggeranno brindando con rinomate bollicine.
Posti limitati
Prenotazione richiesta
Per Info e prenotazioni:3425085305 – 3479675247
info@regiadomus.comContrada Sette torri, 70054 Giovinazzo BA

Redazione

LASCIA UN COMMENTO