Stagione teatrale 2022 – Teatro Van Westerhout di Mola di Bari: cinque appuntamenti dal 17 marzo al 29 aprile

0
179

COMUNE DI MOLA DI BARI

TEATRO PUBBLICO PUGLIESE

 

Stagione teatrale 2022

Teatro Van Westerhout

Cinque appuntamenti dal 17 marzo al 29 aprile

A Mola di Bari si ritorna a teatro con la stagione teatrale del Comune organizzata in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese dopo sei anni anni. Il sipario dello storico Teatro Van Westerhout si riapre e vanno in scena cinque imperdibili spettacoli tra marzo e aprile.

«Questo cartellone di eventi segna un graditissimo ritorno nella nostra città dopo sei anni. Il Comune di Mola dal 2019 ha aderito nuovamente al Teatro Pubblico Pugliese e nei prossimi giorni inizierà la stagione con cinque appuntamenti nel nostro teatro di cui siamo davvero molto felici» ha esordito il sindaco di Mola Giuseppe Colonna.

«Come Teatro Pubblico Pugliese siamo felici di tornare a collaborare con l’amministrazione comunale di Mola di Bari per l’organizzazione della stagione teatrale 2022. Una stagione che riserva un’attenzione particolare al teatro pugliese e ai suoi protagonisti e che consideriamo un modo per riaprire le porte del bellissimo teatro Comunale portando in scena spettacoli in grado di regalare leggerezza e, allo stesso tempo, far riflettere il pubblico che sceglierà di tornare a frequentare il teatro comunale» ha aggiunto il direttore del Tpp Sante Levente.

«Siamo molto felici di riprendere questa attività con il Teatro Pubblico Pugliese. Si tratta di un progetto ampio, che mette in connessione realtà territoriali, associazioni e amministrazioni sempre in coordinamento con i principi orientativi della Regione. Ci piace questo connubio che vede la valorizzazione dei teatri di periferia con i teatri delle città più grandi e vorremmo ritagliarci questo spazio all’interno di questo progetto per crescere insieme» ha continuato Angelo Rotolo, assessore alle Politiche culturali e del turismo del Comune di Mola di Bari.

«Ringrazio il Teatro Pubblico Pugliese per questa opportunità che viene data al nostro Comune. Ci manca solo adesso lo step ultimo che è riempire il nostro teatro con il pubblico per vivere questi spettacoli» Mauro La Grasta, responsabile settore socio-culturale del Comune di Mola di Bari.

Partenza quindi sotto il segno di Gaber il 17 marzo con “Il dio bambino”, scritto nel 1993 da Giorgio Gaber e Sandro Luporini, il monologo oggi interpretato da Fabio Troiano, per la regia di Giorgio Gallione racconta una normale storia d’amore che si sviluppa nell’arco di alcuni anni. Il 30 marzo si continua con “L’ultima replica. Il canto del cigno” di e con Domenico Clemente, una riflessione sulla vita a partire dal mestiere dell’attore. Il percorso di una persona attraverso la fama può diventare una parabola nella quale più persone possono riconoscersi: questo è il tema centrale di “Uno spettacolo divertentissimo che non finisce assolutamente con un suicidio” di Nicola Borghesi e Lodo Guenzi, in scena il 3 aprile sempre al Teatro Van Westerhout.

Il percorso della nuova stagione continua con un viaggio nell’universo luccicante e spensierato del Varietà con Antonella Carone, Tony Marzolla e Loris Leoci che il 22 aprile portano in scena “Alla moda del varietà”.

La stagione 2021/2022 si chiude il 29 aprile con la prima regia teatrale di Alessandro Piva: “Quanto Basta” con Lucia Zotti e Paolo Sassanelli nei panni di una vecchia coppia di coniugi borghesi, un atto unico che alterna toni comici e surreali a momenti di malinconica poesia.

La vendita dei biglietti si terrà all’Eco info-point SAC Mola di Bari, nel Castello Angioino Aragonese (ingresso via Castello n. 25), il venerdì dalle ore 16.30 alle 19.30, il sabato dalle ore 10.30 alle 12.30 e dalle ore 16.30 alle 19.30, e la domenica dalle ore 10.30 alle 12.30.

I biglietti saranno in vendita anche al botteghino del Teatro la sera di spettacolo a partire dalle ore 19.00.

È possibile, inoltre, acquistare i biglietti online e in tutti i punti vendita Vivaticket.

Info
www.teatropubblicopugliese.it

www.teatropubblicopugliese.it

 

redazione

LASCIA UN COMMENTO