BIG a Spazio13: protagonista il performer Giacomo Citton in «Mefistofele: Virging»

0
212

BARI – DOMANI, lunedì 13 dicembre, prosegue il BIG a Spazio13: protagonista il performer Giacomo Citton in «Mefistofele: Virging»

BIG | BARI INTERNATIONAL GENDER FESTIVAL

Alleanze | VII edizione

Giacomo Citton, performer dalla carriera internazionale, presenta lo spettacolo «Mefistofele: Virging», esito del programma di residenza Big Factory. L’artista abbraccia nella sua pratica approcci multidisciplinari, nella creazione di opere ispirate al contesto sociale e politico.

Lunedì 13 dicembre, alle 21

Spazio13 – Bari

Lunedì 13 dicembrealle 21, prosegue la settima edizione del Bari International Gender Festival: l’appuntamento è a Spazio13 (via de Cristoforis 8), dove la manifestazione presenta l’esito del programma di residenza «Big Factory», con «Mefistofele: Virging», lo spettacolo di e con Giacomo Citton, performer dalla carriera internazionale.

Con diverse strategie performative – task coreografici, improvvisazione, uso di voce e recitazione – l’artista in scena cambia e si evolve, attraversando tre personaggi o stati allegorici, paradossali e specifici: lo stato delle apparenze, delle normative, del conosciuto, un corpo plastico, sardonico e drammaticamente senza filtro, figlio del patriarcato e della performatività di genere; Mefistofele stesso, un essere trascendentale, animale ed estatico, e al contempo il trickster descritto da Jung, che abita un corpo liminale, sempre trasformato, non definitivo; il Sé personale, l’essere più intimo, Queer, counter-sexual, unapologetic, che è l’unico personaggio a parlare, a sé stesso e al pubblico.

Giacomo Citton è un performer-creator formatosi in Italia e perfezionatosi al Ballet Junior de Geneve, interpretando repertori di Sharon Eyal, Angelin Preljocaj e Oliver Dubois. Dal 2017 al 2019 fa parte della compagnia Cullberg, lavorando con coreografi come Jefta Van Dinther, Deborah Hay, Eleanor Bauer e Ian Kaler. Ha lavorato con Nora Chipaumire per il progetto «Virtual studies for a dark swan». Ha collaborato al progetto Museum of Human Emotions, per il quale ha sviluppato e presentato il lavoro «Artistic Blind Dates», una ricerca sulla creazione di intimità emotiva tra due sconosciuti nello spazio digitale. Lavora come danzatore per «Graces» di Silvia Gribaudi. Nella sua pratica si ispira al contesto sociale/politico contemporaneo con un approccio multidisciplinare.

La prenotazione è obbligatoria, ticket a 5 euro, info su bigff.it

BIG Factory è un progetto della Soc. Coop. AL.i.ce, finanziato dal Comune di Bari attraverso la misura URBIS BA3.3.1.G DEL PON METRO 2014-2020, in partenariato con L.A.N Architteture Naturali, Aps Soft Crash, Ats Spazio13.

Pagina Facebook: Bari International Gender festival

Instagram: @bari_gender_festival

___________________________________________________________________________

CREDITS

Bari International Gender Festival ’21 è un progetto promosso e organizzato dalla Cooperativa Sociale AL.I.C.E., finanziato da Regione Puglia – Assessorato Cultura, Tutela e Sviluppo delle Imprese Culturali, Turismo, Sviluppo e Impresa Turistica, PiiL e Teatro Pubblico Pugliese, nell’ambito del Fondo speciale per CULTURA e PATRIMONIO CULTURALE (L.R. 40/2016) – art. 15 comma 3 – INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO della Regione Puglia, con il sostegno del Comune di Bari – Assessorato alle Culture e Ufficio LGBTQI, Fondazione Apulia Film Commission, con la collaborazione dell’Università degli studi di Bari ‘Aldo Moro’ – dipartimento ForPsiCom, Archivio di Genere, Osservatorio Metropolitano per i diritti delle persone con disabilità, Teatri di Bari, Teatro Kismet Opera, Ambasciata Danese, Mediateca Regionale Pugliese, AncheCinema, Octopost, Kurzfilm Hamburg, Studiorotto, Spazio13, Amami Giocando, SexJujube, Coordinamento dei Festival di Cinema Lgbtq, Murgia Queer, Spine, Collettivo PTTA, Display, Mixed, ArciGay Bari, Agedo, Zona Franca, Link!, Citt!, Rete Lenford, Experience, Frulez. Media Partner Gay.it, Unibawebradio, Uzak, MyMovies.it.

Redazione

LASCIA UN COMMENTO