Medimex 24: dal 19 al 23 giugno a Taranto

0
67

Prende il via mercoledì 19 giugno Medimex 2024, International Festival & Music Conference promosso da Puglia Sounds, il programma della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale regionale attuato con il Teatro Pubblico Pugliese – Consorzio Regionale per le Arti e la Cultura, in programma sino al 23 giugno a Taranto con i concerti sabato 22 giugno di The Smile (prima data in Italia) e domenica 23 giugno di Pulp (unica data italiana) e The Jesus and Mary Chain (unica data Sud Italia).

 

“Oggi voglio fare due saluti: il primo è per Ernesto Assante, che sempre mi accoglieva al Medimex e mi parlava come se fossi un esperto di musica. Il secondo è a Michele Riondino e Diodato, che sono due persone a me carissime e hanno dato un onore immenso alla città di Taranto e a tutta la Puglia per il film “Palazzina LAF, un capolavoro di tarantinità internazionale. Devo ringraziare anche tutti gli altri. In primo luogo, ringrazio Cesare Veronico che da cinquant’anni mi racconta le evoluzioni della musica moderna e che quest’anno ha avuto l’intuizione di dedicare il Medimex all’intelligenza artificiale, a pochi giorni di distanza dal focus fatto sul tema nel corso del G7 – ha dichiarato il presidente Michele Emiliano  Tengo anche a ringraziare il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci e il Comune di Taranto per il sostegno che sempre ci danno nell’organizzazione di questo evento. Infine, ringrazio l’Università di Taranto nella figura di Paolo Pardolesi, che guida uno dei Dipartimenti più pronti a raccogliere le sfide che la cultura e l’innovazione pongono nel tempo. Anni fa, l’idea di spostare il Medimex a Taranto è stato un gesto pieno di rischi, ma – ora lo possiamo dire – non solo abbiamo fatto bene, ma siamo anche convinti che il Medimex non avrebbe mai avuto la rilevanza che ha adesso se fosse stato fatto in qualunque altro posto della Puglia. Per motivi che non saprei spiegare, questa città è piena di un desiderio di volare in alto, di volare a livello internazionale, di uscire dai luoghi comuni e dalle cose piccole per accogliere quelle grandi. Noi dobbiamo puntare alle cose grandi.

Questo evento serve anche a riflettere sul futuro e sulla visione della città e qui, da Taranto, nasce oggi anche l’idea di organizzare un convegno di studi e una legge pugliese sull’intelligenza artificiale, nei limiti delle competenze regionali, e di cominciare a presentare al Parlamento della Repubblica un disegno di legge su questa materia. Sembra un progetto troppo ambizioso, ma molte delle cose che stiamo realizzando qui a Taranto sembravano troppo ambiziose, eppure le stiamo realizzando. Nessuno, infatti, pensava che fosse possibile che una città martoriata come Taranto potesse essere il luogo ideale per presentare e far funzionare una manifestazione come questa. Invece sta succedendo.  Vorrei anche ricordare Alessandro Leogrande. Io non l’ho mai conosciuto e sento ancora viva la ferita di non aver potuto parlare con lui di Taranto. Mi sarebbe piaciuto che potesse rendersi conto di tutto quello che sta succedendo a Taranto in questi anni. Forse sarebbe rimasto a bocca aperta. Dopo tutta l’amarezza e le bassezze che ha dovuto raccontare nei suoi libri, avrebbe meritato di vedere la sua città guardare verso il futuro con tanta determinazione. Oggi è anche la prima conferenza stampa che faccio con Viviana Matrangola, nuovo assessore alla Cultura, alle Politiche migratorie, alla Legalità e all’Antimafia sociale della Regione Puglia. Si tratta di una persona speciale, alla quale tengo molto, ed è attiva in un sistema in cui cultura e lotta alla mafia stanno insieme. L’idea di mettere insieme la delega a cultura, alla legalità, all’antimafia sociale e alle migrazioni è una chiara scelta politica che adesso, grazie alla presenza in Giunta di Viviana Matrangola, appare più nitida.  Non posso che ringraziare, infine, tutta la comunità tarantina per il modo in cui stiamo lavorando in questi anni. Questa città è una specie di grande termometro di ciò che funziona e di ciò che non funziona nel lavoro che abbiamo fatto in questi anni. Insieme, stiamo superando ogni difficoltà. Superiamo le amarezze e continuiamo a essere contenti di tutto quello che facciamo.  Infine, voglio assicurare che anche il prossimo anno il Medimex si svolgerà a Taranto. Non credo che ci possano essere dubbi sul fatto questa città è ormai la sede storica e giusta per il Medimex. Il mio lavoro è capire in anticipo le cose che sono giuste e quelle che sono sbagliate. Questa è una cosa giusta. Lo abbiamo capito e ci stiamo comportando di conseguenza”.

 

“Medimex 2024 guarda al futuro con un respiro internazionale. Il programma di quest’anno è composto da 75 appuntamenti e tiene insieme musica dal vivo, incontri di approfondimento ed iniziative culturali – il commento di Cesare Veronico, coordinatore artistico Medimex/Puglia Sounds – Sono particolarmente contento dell’accoglienza riservata da addetti ai lavori e pubblico alla line up che corona il sogno di portare in Puglia Tom Yorke e Johnny Greenwood  con i The Smile il 22 giugno e i Pulp e The Jesus and  Mary Chain il 23 giugno. La seconda serata ha tutti i requisiti per essere la sorpresa positiva dell’estate italiana. Ogni anno registriamo una buona vendita di biglietti all’estero ma quest’anno, grazie all’unica data italiana dei Pulp, il dato dei biglietti venduti all’estero supera il record dei Paesi coinvolti come provenienza del pubblico. Sono stati acquistati abbonamenti e biglietti in 29 Paesi dagli Stati Uniti alla Russia, con la quasi totalità dei paesi europei, dato che mai come quest’anno mette Taranto al centro del Mondo.   E come sempre guardiamo al futuro con un bellissimo programma di showcase che mette in mostra i nostri nuovi talenti, con un’importante focus sull’intelligenza artificiale, tema centrale non solo per la musica,  che si sviluppa nel prezioso programma di attività professionali, nella bellissima mostra di Bob Gruen su John Lennon, nel sorprendente video mapping che vi lascerà a bocca aperta e con le scuole di musica che ogni anno avvicinano i giovani ai mestieri della musica. E tornando al tema degli appuntamenti di spessore culturale invito tutti a non perdere la prima nazionale del film di Ethan Silverman su Marc Bolan e i T.Rex e gli appuntamenti al Teatro Fusco che attraverso il divertissement della sfida ci condurranno nelle storie di alcune figure fondamentali per la storia della musica. Sarà un bellissimo Medimex, non mancate”.

 

“Tutto pronto per Medimex 2024, per inaugurare l’estate pugliese a ritmo di musica e intrattenimento. L’evento rappresenta ogni anno un’opportunità straordinaria per Taranto e per tutta la Puglia di mettersi in luce come destinazione turistica di grande richiamo – il commento dell’Assessore Gianfranco Lopane – Tra due giorni, l’intero territorio ionico accoglierà artisti di fama internazionale come The Smile, Pulp e The Jesus and Mary Chain offrendo concerti che attireranno appassionati da ogni parte del mondo. Ma Medimex, fortemente voluto a Taranto, conferma di essere molto più di un festival musicale: con showcase, panel, mostre, film in anteprima, attività di networking ed appuntamenti formativi, la manifestazione trasformerà Taranto in un epicentro di cultura e innovazione. Un vero volano per il turismo locale che, grazie all’impegno e all’ospitalità di residenti e operatori, genera ricadute positive sulle economie delle nostre comunità, sulla promozione delle bellezze della nostra regione e rafforza la reputazione della Puglia come meta di eventi di rilevanza sempre più internazionale”. 

 

“Il Medimex è uno degli appuntamenti più attesi dell’estate musicale pugliese ed è capace di attirare migliaia di persone da tutta Italia e non solo. Le scelte artistiche operate in questi anni si sono rivelate vincenti, come dimostrano le piazze, i workshop, i talk e le presentazioni sempre gremite di gente di tutte le età – il commento di Viviana Matrangola, Assessore Cultura, tutela e sviluppo delle imprese culturali, Politiche Migratorie, Legalità e Antimafia sociale Regione Puglia – Di questo, dobbiamo dare atto al Teatro Pubblico Pugliese che, da anni, attraverso Puglia Sounds, riesce a costruire una manifestazione di calibro internazionale. Ma il motivo che ci rende più orgogliosi è che, attraverso il Medimex, Taranto può continuare a far parlare di sé come di una città della musica, spezzando la monotonia di una narrazione che, altrimenti, rischierebbe di focalizzarsi soltanto sulle vicissitudini che ruotano intorno all‘industria siderurgica, che pure sono ineludibili. Ma Taranto è tanto altro ed è, in primis, una città che ha fame di cultura e che, nella cultura, può rielaborare la propria storia e le proprie strategie di rilancio per il futuro. Dobbiamo amare Taranto e convincerci che il suo riscatto è il riscatto che tanti Sud che stanno sognando da anni”.

 

Anche quest’anno il Medimex rappresenta l’avvio della stagione dei grandi festival musicali e dello spettacolo dal vivo in Puglia, una stagione straordinaria che continua a mettersi in mostra con una manifestazione capace di catalizzare l’attenzione nazionale ed internazionale – dichiara Paolo Ponzio, presidente del Teatro Pubblico Pugliese, Consorzio Regionale per le Arti e la Cultura – L’importante programma di questa edizione propone un fitto calendario di attività realizzate per promuovere gli artisti pugliesi, avvicinare i giovani alla musica, creare connessioni per il comparto musicale regionale e valorizzare Taranto attraverso una grande manifestazione culturale. Taranto cresce, lo dimostra la grande attenzione rivolta ogni anno al Medimex e la vivacità sul piano musicale e culturale che per esempio in ambito teatrale si è tradotta in una enorme crescita della stagione comunale. Medimex è un festival importante, risultato di un  rilevante lavoro di squadra tra enti e istituzioni regionali e locali, non perdetelo”.

 

“Il Medimex è, da anni, protagonista di un processo di crescita e di sviluppo costante e inarrestabile, in un contesto come quello del Sud Italia in cui il sostegno dei privati è molto più limitato di quanto succeda al Nord  – il commento del direttore Aldo Patruno Da qui il senso del nostro sostengo vivo e costante come amministrazione regionale. Il Medimex è un evento dove a vincere è la contaminazione dei linguaggi e dei contesti: non solo cultura e turismo ma anche sviluppo economico, formazione e crescita dei nuovi talenti pugliesi. L’occasione di aprire i concerti degli headliner di quest’anno è uno degli esempi più seri di questo processo di valorizzazione, non solo dei nostri talenti ma anche dei club musicali tarantini e pugliesi in genere. Tutto questo ci permetterà anche di firmare un accordo con altre regioni d’Italia per cui la best practice pugliese sia messa a sistema e a valore in tutta Italia. Da poche ore i grandi della terra hanno lasciato la Puglia, ma resta una grande terra che è terra del mondo e che continua a lavorare secondo una logica di internazionalizzazione”.

 

“Anche quest’anno l’amministrazione ospita e sostiene questo evento che da lustro alla nostra città. Lavoriamo in sinergia con gli organizzatori e con tutti i protagonisti coinvolti in questa bellissima macchina per la realizzazione di una cinque giorni in cui i luoghi e gli spazi culturali più importanti della nostra città rivivono con il giusto fermento e ritrovano lustro culturale e turistico – ha dichiarato Angelica Lussuoso, assessore alla Cultura del Comune di Taranto – Il Medimex è un evento che fa di Taranto la città della musica, grazie alla presenza di punti strategici come la rotonda del lungomare, che si prestano perfettamente per ospitare grandi festival. È anche in virtù di tutto questo che, ogni anno, ci mettiamo il cuore, come faremo anche per questa edizione che, per noi, sarà un nuovo ed entusiasmante viaggio”.

 

“Il Medimex, con il suo programma di concerti, incontri, panel e racconti dalla viva voce degli addetti ai lavori, non manca mai di sollevare questioni cruciali per l’industria musicale italiana, quella attuale e quella che sarà – dichiara  Claudio Carboni, Consigliere di Gestione SIAE – Si conferma un appuntamento fondamentale con l’intera filiera, che oggi vive un momento di grande vivacità, e per questo anche nel 2024 SIAE conferma il suo supporto a un festival nato per mettere in sinergia un sistema artistico che nutre la creatività”.

 

“Raffo celebra la capacità, decisamente pugliese, di affrontare la vita con spirito positivo e determinato. Ed è con questo stesso spirito che siamo felici di rinnovare la collaborazione con Medimex, proprio in un momento di forte esposizione del brand su territorio nazionale – dichiara Viviana Manera, Direttrice Marketing Birra Peroni – Raffo è da sempre legata alla sua città, proprio da Taranto lo scorso inverno abbiamo annunciato come il brand fosse pronto a sbarcare in tutta Italia, ora vogliamo sostenere e partecipare attivamente agli eventi che arricchiscono la comunità e celebrano le nostre profonde radici tarantine. Siamo felici di continuare ad essere sponsor ufficiale di una manifestazione che abbiamo sostenuto per diversi anni perché rappresenta a pieno i valori e l’identità del brand. Essere presenti dove la nostra storia è iniziata e si è sviluppata negli anni, ci permette di rafforzare il nostro legame con il territorio e contribuire alla crescita e alla vitalità della nostra amata Taranto”.

 

Non può mancare un omaggio ad Ernesto Assante, storico consulente artistico e amico del Medimex, al quale da quest’anno è intitolato il premio attribuito a figure seminali della storia della musica, che nel corso delle edizioni è stato consegnato, tra gli altri, a Iggy Pop, Patti Smith, Bryan Ferry, Kraftwerk e Liam Gallagher. Il premio “Ernesto Assante” 2024 sarà consegnato ai The Smile per “la capacità di innovare e l’originalità nell’ambito della musica pop-rock”.

 

Allo Spazioporto di Taranto tornano gli showcase (ingresso libero), selezionati attraverso una call pubblica, per presentare i più interessanti della scena World, Jazz, Indie/Pop/Rock pugliese e nazionale. Mercoledì 19 giugno dalle ore 21.00 showcase World Music, in collaborazione con Rete Italiana World Music, con Accasaccio, Eleonora Bordonaro, Francesco Moramarco, Kyoto, Salvio Vassallo e Monica Pinto e infine Sandro Joyeux. Giovedì 20 giugno dalle ore 21 showcase Indie, Pop Rock in collaborazione con KeepOn Live,  con  Comrad, Leland Did It, Nebüla, PinhDAR, Rareș, Samia. Infine venerdì 21 giugno dalle ore 21.00 showcase Jazz, in collaborazione con I-Jazz, con Antonello Losacco, Evita Polidoro // NEROVIVO, Jacopo Ferrazza, Maladè, Pasquale Calò, Valentina Fin Cohors, Wasted Generation. Anche quest’anno gli showcase saranno seguiti da un gruppo di osservatori nazionali ed internazionali, tra programmatori, direttori artistici e booker, che incontreranno inoltre gli artisti che si sono esibiti in appuntamenti di networking organizzati da Puglia Sounds.  Ad aprire i concerti degli headliner saranno sabato 22 giugno Melga, giovane cantautrice di Massafra che nel 2023 ha pubblicato il disco Figli con il bando Puglia Sounds Record, e Rober Stillman, sassofonista e polistrumentista americano scelto dalla band inglese per aprire il concerto a Taranto e coinvolto da Thom Yorke nella realizzazione della colonna sonore del film La confidenza di Daniele Lucchetti e domenica 23 giugno i Guatemala, band indie rock pugliese già ospite nel 2023 al Primavera Pro di Barcellona e tra gli ospiti del prossimo Sziget Festival di Budapest.

 

Medimex propone una grande mostra e un video mapping dedicato all’intelligenza artificiale. La mostra Bob Gruen: John Lennon, The New York Years, allestita dal 19 giugno al 14 luglio al MArTA, Museo Archeologico Nazionale di Taranto (ingresso con biglietto del Museo), racconta, attraverso 60 fotografie e testi, la collaborazione più importante del fotografo, ovvero quella con John Lennon e Yoko Ono. Poco dopo che la coppia si era trasferita a New York nel 1971, Bob Gruen – che sarà presente al Medimex e parteciperà mercoledì 19 giugno ad un incontro al MArTA – divenne loro fotografo personale, oltre che amico, riuscendo così a documentarne, attraverso la sua macchina fotografica, immagini che li ritraevano sia nella vita professionale che in quella privata.  Dal 20 al 23 giugno sulla facciata del Castello Aragonese di Taranto (ingresso libero) è in programma il video mapping Infinite Loop, AI Endless Exploration, opera originale di Roberto Santoro e Blending Pixels realizzata per il Medimex, azione di arte pubblica che vuole essere una riflessione sul tema della manifestazione.


E ancora mercoledì 19 giugno alle ore 19 al  MArTA (ingresso libero con prenotazione) il fotografo Bob Gruen racconta la mostra
la mostra Bob Gruen: John Lennon, The New York Years, allestita al MArTA dal 19 giugno al 14 luglio, accompagnato da Luca De Gennaro e sabato 22 giugno, ore 19 Università degli Studi di Taranto (ingresso libero), i Santi Francesi dialogono con Dario Falcini. Al Teatro Fusco di Taranto quest’anno in programma una serie di appuntamenti dedicati alla storica rivalità tra grandi artisti (ingresso libero con prenotazione). Giovedì 20 giugno alle ore 19 in scena le vicende musicali e umane sfociate in tragedia dei rapper the Notorious B.I.G. & Tupac Shakur con Tormento e Damir Ivic e alle ore 21.00  la contrapposizione tra le due stelle luminose di Michael Jackson & Prince con Carlo Massarini e Luca De Gennaro. Sabato 22 giugno alle ore 19 la sfida delle sfide tra The Beatles & The Rolling Stones con Gino Castaldo e domenica 23 giugno alle ore 19 la grande amicizia e seminale collaborazione tra Lou Reed & David Bowie con Manuel Agnelli e Gino Castaldo.

Venerdì 21 giugno alle ore 21.00 al Teatro Fusco (ingresso libero) il Medimex presenta la prima nazionale del film AngelHeaded Hipster. The Songs of Marc Bolan & T.Rex (2022, 99′) con il regista Ethan Silverman presente in sala accompagnato da Michele Riondino, Marc Urselli e Carlo Massarini. AngelHeaded Hipster è il primo documentario dedicato alla musica e ai testi complessi e rivoluzionari di Marc Bolan e T. Rex. Riunisce materiali d’archivio, interviste con Bolan, Elton John e Ringo Starr, ma anche interpretazioni musicali filmate di artisti come Nick Cave, John Cameron Mitchell, Joan Jett, Macy Gray, U2, Lucinda Williams, Father John Misty e il figlio Rolan Bolan e molti altri.

 

Grande attenzione alle attività professionali e di networking che prevedono numerosi appuntamenti con i protagonisti del music business italiano e il coinvolgimento dei network KeepOn Live, I-Jazz, Rete Italiana World Music. Giovedì 20 giugno alle ore 10.30 il workshop Music Export. Idee, strumenti e strategie per esportare la tua musica a cura di Domenico Coduto (Ipe Ipe Music) e Giuseppe Bortone (Zero Nove Nove) con ospite Damiano Miceli (Panico Concerti), alle ore 16.30 Il valore della World Music, tra rigenerazione del patrimonio culturale immateriale e sviluppo sostenibile delle comunità in collaborazione con Rete Italiana World Music modera Filippo Giordano (presidente Rete Italiana World Music) con Claudio Carboni (produttore e consigliere di gestione SIAE), Maria Moramarco (ricercatrice, interprete del canto tradizionale dell’Alta Murgia Barese), Maddalena Scagnelli (musicista e direttrice Appennino Festival), Vincenzo Santoro (resp. Cultura Anci) alle ore 17.30 Si possono progettare eventi musicali con un approccio alle diversità in Italia? Un manifesto condiviso per un evento per tuttə a cura di Equaly con Josie Cipolletta (co-founder Equaly, project manager), Francesca Barone (co-founder Equaly, music supervisor) e alle ore 18:30 Reality is over, un duetto tra Riccardo Luna (la Repubblica) e Alex Braga, introduce Daniela Caterino (UniBa). Venerdì 21 giugno alle ore 11.00 L’elemento umano nella macchina, I live club e i festival come avamposti di resistenza al presente in collaborazione con KeepOn Live, modera Davide Fabbri con Giorgio Valletta (Radio Raheem, Rumore), Marco Licurgo (Robot Festival), Paolo Benvegnù, alle ore 12:30 Focus sull’Italia a Eurosonic 2025, una presentazione dello speciale Focus sull’Italia con Nur Al Habash (direttrice Italia Music Lab / Export) e Robert Meijerink (Head of Programme EUROSONIC), alle ore 16.00 Waiting Room, Europa Creativa e Livemx: i fondi UE per il settore musicale a cura del Desk Italia Europa Creativa con Anna Conticello (Project Manager Desk Italia Europa Creativa – MiC – Direzione Generale Creatività Contemporanea), Marzia Santone (Project Officer Desk Italia Europa Creativa – MiC – Direzione Generale Creatività Contemporanea –  Ales S.p.A ), Grace Puluczek (Project officer LIVEMX  Associate Professor Berklee Valencia), Vincenzo Barreca (co-fondatore e co-direttore artistico Ypsigrock Festival), alle ore 17:00, Cambia la musica: creatività, diritti e proprietà intellettuale con lo sviluppo dell’AI con Nicola Migliardi (Chief Operation Officer Music SIAE), Enzo Mazza (FIMI), Nico Regina (Regina&Partners), Roberto Razzini (Sony), Appino (The Zen Circus) modera Alex Longo (Agendadigitale), alle ore 17:30 One to One a cura del Desk Italia Europa Creativa e alle ore 18:15 Toolbox! Progettazione, networking e data collecting al servizio di Live Club e Festival a cura di KeepOn Live modera Davide Poliani (Rockol) con Federico Rasetti (KeepOn Live), Gaianè Kevorkian (KeepOn Live), Barbara Vargiu (Le Ragazze Terribili, Festival Abbabula) e Aldo Patruno (Direttore Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del Territorio Regione Puglia). Sabato 22 giugno alle ore 10:30 The space of jazz to come,  luoghi e pratiche nuove per il jazz di domani in collaborazione con I-Jazz modera Enrico Bettinello (I-Jazz) con Valentina Fin (Bacàn, AIKU Università Ca’ Foscari di Venezia), Alessandro “Gambo” Gambarotto (Jazz Is Dead, TUM), Fabrizio Versienti (Corriere del Mezzogiorno), alle ore 12.00 Scrivere musica (e cantarla) per le immagini modera Tommaso Colliva con Rodrigo D’Erasmo, Joan Thiele, Ginevra Nervi, Diodato, alle ore 15.30 Come cambiano gli eventi con l’Intelligenza Artificiale? I servizi dell’European Digital Innovation Hub CETMA-DIHSME in collaborazione con Distretto Puglia Creativa con Stefano Brilli (Università di Urbino “Carlo Bo”), Alessandro Persano (Weave), Antonio Colangelo (MaterElettrica), Francesca Felline (Cetma) e Mario Spada (ricercatore) modera Cinzia Lagioia (Distretto Produttivo Puglia Creativa) e a seguire One to One e alle 16.00 Il futuro è nel passato? Artist Centric Model e l’importanza del catalogo nel Music business contemporaneo modera Stefano Senardi con Dino Stewart (Managing Director di BMG Italy), Francesca Trainini (Impala), Leonardo Bondi (Woodworm) con la partecipazione di Ditonellapiaga.

 

Torna Puglia Sounds Musicarium, la scuola dei mestieri della musica in programma dal 20 al 23 giugno tra Conservatorio Statale di Musica “Giovanni Paisiello, Teatro Fusco e Università, con lezioni, anche sul campo di Beyond Frames: creatività e tecnologia nel video live per eventi e teatro a cura di Fabio Dell’Anna, Live Sound Engineer a cura di Antonio Porcelli,  Live Show Design a cura di Carlo Pastore, Registrazione e Missaggio a cura di Marc Urselli, Fotografia rock e dintorni a cura di Giovanni Canitano e i due appuntamenti, in collaborazione con Rockit, Creazione di contenuti originali per PODCAST a cura di Gabriele Beretta e Teo Cremonini e Creazione di una fanzine digitale a cura di Dario Falcini (modalità di iscrizione e partecipazione sul sito web medimex.it). Inoltre sono in programma le lezioni Vocal Coaching a cura di Carolina Bubbico, Scrivere una canzone a cura di Giuseppe Anastasi e Content marketing per musicisti – AI Edition a cura di Gabriele Aprile per i partecipanti a Next Generation Music Awards 2024.  Dal 20 al 22 giugno al Conservatorio Statale di Musica “Giovanni Paisiello” torna Medimex Music Factory, realizzata in collaborazione con Sony Music Publishing Italy, che quest’anno prevede le categorie colonne sonore per cinema e serie TV e cantautorato con i tutor Bianco, Michele Braga, Francesco Cerasi, Cecilia Del Bono, Machweo, Davide Napoleone, Santi Pulvirenti, Piero Romitelli ed è rivolta a 10 compositori (età max 35) e 18 cantautori (età max 30). Tra i partecipanti Sony selezionerà due studenti che si aggiudicheranno due premi: per la categoria colonne sonore una giornata di lavoro (a Roma, con copertura delle spese da parte di Sony) con uno dei tutor mentre per la categoria cantautorato la produzione, pubblicazione digitale e promozione di un singolo con Garrincha 373.

 

 

 

In programma anche Next Generation Music Award, premio rivolto a giovani musicisti pugliesi, singoli o gruppi, di età compresa tra i 18 e i 29 anni. Dopo una selezione gli artisti ammessi al workshop finale parteciperanno a Puglia Sounds Musicarium seguendo i corsi “Vocal Coaching” condotto da Carolina Bubbico (solo per vocalist), “Scrivere una canzone” condotto da Giuseppe Anastasi e “Content Marketing per musicisti – AI edition: strategie e workflow per catturare l’attenzione dei fan con l’aiuto dell’intelligenza artificiale” condotto da Gabriele Aprile.  Venerdì 21 giugno alle ore 21:00 al Caffè Letterario (ingresso libero) i finalisti Vito Topputo, Kris La Cara  e Martina Giuliani  si esibiranno dal vivo e alla fine dell’esibizione una giuria proclamerà il vincitore del Next Generation Music Award a cui sarà assegnata la produzione di un E.P., un concerto dal vivo in Puglia nella rete dei “Nodi Galattica” e la partecipazione ad una campagna di comunicazione su social, radio, giornali e podcast. Il workshop rientra tra le attività del progetto S.A. Fame Cluster, finanziato dal programma Interreg IPA South Adriatic 2021-2027 ed è attuato dal Teatro Pubblico Pugliese in collaborazione con il progetto “Galattica” promosso dalla Sezione Politiche Giovanili della Regione Puglia e da ARTI Puglia. 


Torna Medimex Book Stories presso il Caffè Letterario Cibo per la mente di Taranto, a cura di Corrado Minervini, in collaborazione con la Casa del Libro Mandese di Taranto, giovedì 20 giugno alle ore 18.30 Generazione Alternativa (Rizzoli Lizard) di Luca De Gennaro, venerdì 21 giugno ore 18.30 La musica è un lampo (Fandango Libri) di Stefano Senardi e sabato 22 giugno ore 18.30 Sotto Traccia – Una storia indie contemporanea (Effequ) di Hamilton Santià.

 

Gli showcase e l’intera programmazione del Medimex, si potranno ascoltare su Radio Medimex, il broadcast ufficiale che seguirà tutti gli eventi realizzando dirette, interviste e special ideato e condotto dai giornalisti Michele Casella, Carlo Chicco e Corrado Minervini, in onda sul sito medimex.it, sui canali social, sulle principali piattaforme digitali e sulle web radio del circuito Luoghi Comuni, iniziativa delle Politiche Giovanili della Regione Puglia e ARTI.

Aggiornamenti costanti sono disponibili sul sito web medimex.it.

 

Medimex è un progetto Puglia Sounds, il programma della Regione Puglia per lo sviluppo del sistema musicale regionale attuato con il Teatro Pubblico Pugliese – Consorzio Regionale per le Arti e la Cultura, cofinanziato dall’Unione Europea, Repubblica Italiana, Regione Puglia, Assessorato al Turismo con Pugliapromozione. POC Puglia 2014-2020 Asse VI, Azione 6.8 in collaborazione con Assessorato alle Politiche Giovanili Regione Puglia/ARTI realizzato con il sostegno di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, con il contributo di Birra Raffo, birra ufficiale del Medimex, media partner Radio Rai. Evento realizzato in collaborazione con Ministero del Turismo – Fondo Unico Nazionale Turismo.

redazione

 

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.