XI edizione delle GIORNATE FAI DI AUTUNNO: Ecco i beni della provincia di Lecce (sabato 15 e domenica 16 OTTOBRE 2022)

0
275

Autunno 2022 relativa alle aperture organizzate dalla Delegazione Fai di Lecce e dal Gruppo Fai Salento Jonico. I dettagli sono stati presentati da Adriana Greco Bozzi Colonna, Capo Delegazione Fai Lecce, Loretta Martella Responsabile Abbazia di Cerrate, e Virgilio Provenzano, Capo gruppo Fai Salento Jonico. Leverano (solo con l’anteprima di venerdì 14 ottobre), Lecce, Gallipoli e Casarano sono i comuni coinvolti, non solo con iniziative di visite ma anche con concerti, spettacoli, mostre e laboratori.

Tre gli itinerari proposti dalla delegazione Fai di Lecce per il 15 e 16 ottobre, tutti nel capoluogo.

– TEATRI E DINTORNI, che interesserà l’ANFITEATRO E PARCO ARCHEOLOGICO DI RUDIAE, “NASCA” IL TEATRO e il CONSERVATORIO TITO SCHIPA.

– IL FAI SI RIDA’ LE ARIE  con il CIRCOLO CITTADINO.

– FAI… PERLE MEDIEVALI con la CHIESA DEI SANTI NICCOLÒ E CATALDO (BENE PROMOSSO DAI VOLONTARI FAI) E CIMITERO MONUMENTALE.

Il Gruppo Fai Salento Jonico promuove invece due itinerari.

– ITINERARIO: GALLIPOLI con l’apertura della CHIESETTA DI “SAN PIETRO DEL SAMARI” NEL PARCO DI GALLIPOLI – Contrada Li Foggi, candidata in Italia a Luogo del Cuore 2022, nel Censimento promosso dal FAI (attualmente in seconda posizione nella classifica nazionale)

– ITINERARIO: CASARANO con l’apertura del SANTUARIO DELLA “MADONNA DELLA CAMPANA”, della CHIESA DI CASARANELLO (SANTA MARIA DELLA CROCE) e di  PALAZZO D’ELIA E DINTORNI.

Apertura straordinaria con particolari iniziative anche nell’ABBAZIA DI S. MARIA DI CERRATE (BENE FAI).

Tutti i dettagli su giornatefai.it 

.

XI edizione delle

GIORNATE FAI DI AUTUNNO

Evento nazionale di partecipazione attiva e di raccolta pubblica di fondi

sabato 15 e domenica 16 OTTOBRE 2022

“Ricordiamoci di salvare l’Italia”

L’Italia ha un patrimonio storico, artistico e paesaggistico unico al mondo, che ha bisogno di essere tutelato. Dal 1975 il FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano ETS se ne prende cura grazie al contributo degli italiani, che sostengono la Fondazione iscrivendosi, visitando i Beni che tutela e gestisce in tutta Italia e partecipando alle grandi manifestazioni nazionali come le Giornate FAI: la più grande festa di piazza intitolata al patrimonio culturale dell’Italia, che porta centinaia di migliaia di cittadini a scoprire e visitare in un fine settimana centinaia di luoghi speciali di storia, arte e natura, meraviglie nascoste in ogni angolo del Paese.

La missione del FAI dal 1975 non è cambiata, ma nel frattempo è cambiata l’Italia, e anche il mondo. Il FAI è nato per salvare luoghi speciali da abbandono, degrado e incuria: oggi la tutela è “un patrimonio” condiviso da tanti, ma il patrimonio dell’Italia è talmente vasto, diffuso, profondo e variegato, da richiedere un impegno costante, e sempre maggiore. Il paesaggio italiano è seriamente minacciato, in particolare nelle campagne, sui monti e nei borghi delle aree interne, dall’abbandono causato dallo spopolamento, da modi di vivere e di produrre insostenibili per l’ambiente e dagli effetti della crisi ambientale, sempre più evidenti, devastanti e imprevedibili, dannosi per l’uomo, oltre che per l’ambiente. Il Fondo per l’Ambiente Italiano opera per l’Ambiente, inteso come tutto ciò che ci circonda: per la tutela del paesaggio, in cui si incarnano storia e natura del nostro Paese, e ancor più oggi, per promuovere grandi azioni e piccole buone abitudini per la mitigazione della crisi ambientale e per l’adattamento ai suoi effetti, a partire dal concreto operato nei 71 Beni che gestisce, di cui 54 regolarmente aperti al pubblico e 17 in restauro.

I Beni del FAI sono castelli, ville e palazzi, ma anche vallate alpine e baie marine, edifici rurali e industriali, parchi, orti e giardini, chiese e conventi, case e botteghe, per un totale di 72.000 mq di edifici storici, 500.000 mq di giardini e parchi, oltre 7.000.000 mq di paesaggio che sono patrimonio dell’Italia. Un impegno sempre crescente, quotidiano e minuzioso, che comporta per la Fondazione oneri per circa 6 milioni di euro all’anno in restauri e oltre 1 milione e duecento mila euro in manutenzioni ordinarie, ancor più necessarie, oggi, per adattarsi alla crisi ambientale e prevenire i danni dei suoi tangibili, sempre più gravi effetti su monumenti e paesaggi.

E proprio in nome della tutela dell’ambiente, che oggi è una assoluta priorità per tutti, il FAI lancia a ottobre la campagna di raccolta fondi “Ricordiamoci di salvare l’Italia”, per invitare i cittadini a partecipare a questa missione con un piccolo gesto che è una grande azione per il Paese: l’iscrizione annuale al FAI, con la speciale quota di 29 euro anziché 39 dedicata fino al 16 ottobre ai nuovi iscritti. Il ricavato della raccolta fondi di quest’anno, infatti, sosterrà il progetto di transizione ecologica del FAI, volto a rendere i suoi Beni sempre più resilienti, resistenti agli effetti del cambiamento climatico, ed ecologicamente sostenibili, attraverso progetti per il risparmio energetico, la riduzione di consumi, risorse ed emissioni, la tutela e il recupero di paesaggi e biodiversità, e per l’educazione diffusa a una cultura dell’ambiente, della natura e della sostenibilità.

Le “Giornate FAI d’Autunno”, in programma sabato 15 e domenica 16 ottobre e giunte all’undicesima edizione, saranno il fulcro della campagna di ottobre a sostegno del FAI.

Un evento eccezionale per conoscere la missione e l’attività del FAI, che vedrà migliaia di volontari della Fondazione, e in particolare i giovani del FAI, proporre al pubblico visite – a contributo libero – in oltre 700 luoghi speciali in 350 città, molti dei quali solitamente inaccessibili o semplicemente poco noti, per svelare ricchezza e varietà di un patrimonio che è in ogni angolo di questo Paese, sorprendente e inaspettato: il patrimonio culturale, infatti, non consiste solo nei grandi monumenti o nei musei, ma anche in edifici e paesaggi inediti e sconosciuti, che custodiscono e testimoniano piccole e grandi storie, culture e tradizioni, che sono a pieno titolo “il nostro patrimonio”, e che perciò tutti siamo chiamati a curare e a proteggere per le generazioni presenti e future, com’è nella missione del FAI, cominciando innanzitutto a conoscerli, per scoprirne il valore.

Durante le Giornate FAI d’Autunno all’accesso di ogni luogo verrà suggerito un contributo non obbligatorio a partire da 3 euro, a sostegno dell’attività della Fondazione. Gli iscritti al FAI e chi si iscriverà per la prima volta durante l’evento – a questi ultimi sarà destinata la quota agevolata di 29 euro anziché 39 – potranno beneficiare degli accessi prioritari in tutti i luoghi aperti e di aperture e visite straordinarie in molte città e altre agevolazioni e iniziative speciali.

 

 Elenco delle aperture e modalità di partecipazione consultabili sul sito www.giornatefai.it

 

 

Le Giornate FAI d’Autunno 2022 sono rese possibili grazie al fondamentale contributo di importanti aziende illuminate:

Fineco, una delle più importanti realtà FinTech in Europa e fra le principali reti di consulenza in Italia, crede fermamente che la cura e il valore del patrimonio artistico e culturale siano un asset strategico per lo sviluppo del Paese e per questo è il prestigioso Main Sponsor dell’evento.

Si ringrazia per il rinnovato sostegno all’iniziativa Edison, azienda da sempre impegnata per la salvaguardia dei luoghi e delle realtà di interesse culturale e sociale presenti nel nostro Paese, che accompagna il FAI nel suo percorso di transizione ecologica ed energetica. Per questa occasione l’azienda energetica aprirà la propria centrale idroelettrica in Val Caffaro.

Grazie inoltre a Ferrarelle, acqua ufficiale del FAI, che ha donato il suo prodotto per l’iniziativa e presente con il suo Parco Sorgenti di Riardo (CE) nella lista dei luoghi visitabili.

L’evento si svolge con il Patrocinio della Commissione europea, della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Protezione Civile, del Ministero della Cultura e di Regione Puglia, dei Comuni interessati e della Provincia di Lecce.

Le Giornate FAI d’Autunno chiudono la Settimana Rai dedicata ai beni culturali in collaborazione con il FAI. Dal 10 al 16 ottobre, come ormai da oltre 10 anni, Rai conferma l’impegno del Servizio Pubblico multimediale alla promozione, cura e tutela del patrimonio culturale, artistico e paesaggistico italiano. Rai sarà infatti in prima linea al fianco del FAI con tutti i canali radiofonici e televisivi e attraverso RaiPlay per creare un racconto corale che metterà al centro la bellezza e la sostenibilità del nostro patrimonio.

Rai è Main Media Partner del FAI e supporta in particolare le Giornate FAI d’Autunno 2022, anche attraverso la collaborazione di Rai per la Sostenibilità ESG e la raccolta fondi promossa sulle reti del servizio pubblico.

Grazie di cuore alla Rete dei volontari del FAI: 130 Delegazioni, 110 Gruppi FAI, 93 Gruppi FAI Giovani e 7 Gruppi FAI Ponte tra culture, attivi in tutta Italia. Ad affiancare i volontari ci saranno gli studenti che partecipano al progetto “Apprendisti Ciceroni”, che hanno l’opportunità di seguire un percorso formativo, con il supporto dei loro docenti, che li preparerà a vivere un’esperienza di cittadinanza attiva coinvolgente e memorabile.

Si ringrazia per la collaborazione il Ministero della Difesa, lo Stato Maggiore della Difesa e le Forze Armate che durante le Giornate FAI d’Autunno concedono l’apertura di alcuni loro luoghi simbolo e la Croce Rossa Italiana per la partnership ormai consolidata negli anni.

Ringraziamo infine in modo speciale i proprietari delle centinaia di luoghi aperti in aggiunta ai nostri Beni, il Comune di Lecce, il

Comune di Gallipoli e il Comune di Casarano che hanno accolto questa iniziativa.

FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano ETS

t

 

 

 

 

 

 

XI edizione delle GIORNATE FAI DI AUTUNNO

PROGRAMMA

APERTURE E ITINERARI A CURA DELLA DELEGAZIONE FAI DI LECCE

VENERDI’ 14 OTTOBRE – INAUGURAZIONE DELLE GFA 2022 ITINERARIO: TEATRI E DINTORNI

LEVERANO – BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI LEVERANO – Sala Consiliare – Piazza Roma, 1

Ore 18:00 CARMELO CIPRIANI RACCONTA IL TEATRO DELLA VITA: 7 tele di Geremia Re provenienti dallo storico Teatro Ariston e Fiamma di Lecce

 

SABATO 15 OTTOBRE

FAI… PERLE MEDIEVALI

LECCE – CHIESA DEI SANTI NICCOLÒ E CATALDO (BENE PROMOSSO DAI VOLONTARI FAI) E   CIMITERO

MONUMENTALE – Viale San Nicola

dalle 09:30 alle 12:30 (partenza ultima visita alle 12:00)

Visite a cura dei Volontari FAI, dei Volontari FAI Ponte tra culture e degli studenti Università del Salento

 

ITINERARIO: TEATRI E DINTORNI

LECCE – ANFITEATRO E PARCO ARCHEOLOGICO DI RUDIAE – Via San Pietro in Lama

dalle 10:00 alle 16:00 (partenza ultima visita alle 15:30)

Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni Liceo Classico e Musicale G. Palmieri. Collaborazione con ARVA SRL

Iniziative speciali: ore 16:00, INNO OMERICO

nell’ambito della IX edizione del festival Conversazioni sul Futuro,

Presentazione di: A. Demetra, Traduzione a cura di Alessio Torino, Edizione Contrasto

 

LECCE – NASCA IL TEATRO – Via Siracusa 26/28 Zona 167 B (Quartiere Stadio)

dalle 18:30 alle 20:30 (partenza ultima visita alle 20:00)

Visite a cura di Ippolito Chiarello, Direttore artistico di Nasca Teatro Di Terra

Iniziative speciali: ore 17:30, CLUB 27

un progetto di Ippolito Chiarello

testi di Francesco Niccolini, con Ippolito Chiarello, regia Michelangelo Campanale, luci di Michelangelo Volpe, scene di Michelangelo Volpe e Tea Primiterra, costumi Lilian Indraccolo, foto Eliana Manca

Evento su prenotazione: giornatefai.it

 

LECCE – I DINTORNI DI NASCA IL TEATRO – Punto di partenza: Via Siracusa 100

dalle 09:30 alle 13:00 (partenza ultima visita alle 12:30)

Visita del Circondario del “Nasca il Teatro” in collaborazione con 167/BStreet – Laboratorio di Urban Art e con gli Apprendisti Ciceroni del Liceo Scientifico C. De Giorgi di Lecce

 

IL FAI SI RIDA’ LE ARIE

LECCE – CIRCOLO CITTADINO – Via Rubichi, 35

dalle 18:00 alle 20:00 (partenza ultima visita alle 19:30)

Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni Liceo Scientifico C. De Giorgi

Iniziative speciali: Ore 20.30: CONCERTO IN COLLABORAZIONE CON ACCADEMIA DI CANTO LIRICO “GERMOGLI

D’ARTE” di Salvatore Cordella. Evento su prenotazione giornatefai.it

 

 

DOMENICA 16 OTTOBRE

ITINERARIO: TEATRI E DINTORNI

LECCE – ANFITEATRO E PARCO ARCHEOLOGICO DI RUDIAE – Via San Pietro in Lama

dalle 10:00 alle 12:00 (partenza ultima visita alle 11:30) e dalle 15:00 alle 18:00 (partenza ultima visita alle 17:30) Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni Liceo Classico e Musicale G. Palmieri. Collaborazione con ARVA SRL

Iniziative speciali: ore 12:00, L’ECCEZIONE FA LA REGOLA. SETTE STORIE DI ERRORI CHE RACCONTANO L’ITALIANO

nell’ambito della IX edizione del festival Conversazioni sul Futuro, Presentazione di: Matteo Motolese, Edizioni Garzanti

 

LECCE – CONSERVATORIO TITO SCHIPA – Via V. Ciardo, 2

dalle 09:00 alle 11:00 (partenza ultima visita alle 10:30)

Visita del Conservatorio Tito Schipa a cura degli Apprendisti Ciceroni Conservatorio Tito Schipa e Istituto Marcelline

alle ore 9:00, 9:30, 10:00 e 10:30

Visite della Biblioteca con la Prof.ssa Luisa Cosi (Responsabile Biblioteca del Conservatorio Tito Schipa)

Iniziative speciali:

ore 11:00, BRINDISI DI BENVENUTO organizzato dall’Istituto Alberghiero Presta Columella. Selezione Vini: Cantine Candido

ore 12:00, CONCERTO CON ORCHESTRA DI FLAUTI “FORTUNAE FLATUS” del Conservatorio, Cavea del Conservatorio, direttore Luigi Bisanti

Evento su prenotazione: giornatefai.it

 

********************

APERTURE E ITINERARI A CURA DEL GRUPPO FAI SALENTO JONICO

 

SABATO 15 OTTOBRE

ITINERARIO: GALLIPOLI

GALLIPOLI – CHIESETTA DI “SAN PIETRO DEL SAMARI” NEL PARCO DI GALLIPOLI – Contrada Li Foggi

Candidata in Italia a Luogo del Cuore 2022, nel Censimento promosso dal FAI.

Dalle ore 9:30 alle ore 12:30 e dalle ore 15:00 alle ore 18:00

Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni del Liceo “Quinto Ennio” e IISS “A. Vespucci” di Gallipoli

 

ITINERARIO: CASARANO

CASARANO – SANTUARIO DELLA “MADONNA DELLA CAMPANA” – Via Madonna della Campana

Dalle ore 9:30 alle ore 12:30 e dalle ore 15:00 alle ore 18:00

Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni dell’IISS “De Viti De Marco” di Casarano

 

CASARANO – CHIESA DI CASARANELLO (SANTA MARIA DELLA CROCE) – Via Casaranello, snc

Dalle ore 9:30 alle ore 12:30 e dalle ore 15:00 alle ore 18:00

Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni del Liceo “Vanini” di Casarano

 

CASARANO – PALAZZO D’ELIA E DINTORNI – Piazzetta D’Elia

Dalle ore 9:30 alle ore 12:30 e dalle ore 15:00 alle ore 18:00

Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni del Liceo “Vanini” di Casarano

 

DOMENICA 16 OTTOBRE

ITINERARIO: GALLIPOLI

GALLIPOLI – CHIESETTA DI “SAN PIETRO DEL SAMARI” NEL PARCO DI GALLIPOLI – Contrada Li Foggi

Candidata in Italia a Luogo del Cuore 2022, nel Censimento promosso dal FAI.

Dalle ore 9:30 alle ore 12:30 e dalle ore 15:00 alle ore 18:00

Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni del Polo “Sofia Stevens” e Polo 2 di Gallipoli

 

ITINERARIO: CASARANO

CASARANO – SANTUARIO DELLA “MADONNA DELLA CAMPANA” – Via Madonna della Campana

Dalle ore 9:30 alle ore 12:30 e dalle ore 15:00 alle ore 18:00

Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni dell’IISS “De Viti De Marco” di Casarano

 

CASARANO – CHIESA DI CASARANELLO (SANTA MARIA DELLA CROCE) – Via Casaranello, snc

Dalle ore 9:30 alle ore 12:30 e dalle ore 15:00 alle ore 18:00

Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni del Liceo “Vanini” di Casarano

 

CASARANO – PALAZZO D’ELIA E DINTORNI – Piazzetta D’Elia

Dalle ore 9:30 alle ore 12:30 e dalle ore 15:00 alle ore 18:00

Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni del Liceo “Vanini” di Casarano

 

PER INFORMAZIONI GIORNATE A CURA GRUPPO FAI – SALENTO JONICO, contattare il numero 320.1434663 o inviare una mail a salentojonico@gruppofai.fondoambiente.it

 

********************

ABBAZIA DI S. MARIA DI CERRATE (BENE FAI)

 

SABATO 15 OTTOBRE

CERRATE: ABBAZIA E MASSERIA  

ogni mezz’ora dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 17.30.

Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni dell’IC Elisa Springer di Surbo

Visita esclusiva del primo piano della Casa del Massaro per iscritti FAI o per chi si iscrive in loco

 

CERRATE ALL’APERTO

ore 12:15

Sarà un’occasione per scoprire aspetti inediti dell’Abbazia di Cerrate, per approfondire l’aspetto agricolo e naturalistico, non solo del Bene ma anche del paesaggio nel quale è inserito (uliveto sperimentale, apiario, pajara, cisterna e muretti a secco, agrumeto, chiesa). A cura dello staff FAI.

 

DOMENICA 16 OTTOBRE

CERRATE: ABBAZIA E MASSERIA  

ogni mezz’ora dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 17.30.

Visite a cura degli Apprendisti Ciceroni dell’IC Elisa Springer di Surbo

Visita esclusiva del primo piano della Casa del Massaro per iscritti FAI o per chi si iscrive in loco

 

CERRATE ALL’APERTO

ore 12:15

Sarà un’occasione per scoprire aspetti inediti dell’Abbazia di Cerrate, per approfondire l’aspetto agricolo e naturalistico, non solo del Bene ma anche del paesaggio nel quale è inserito (uliveto sperimentale, apiario, pajara, cisterna e muretti a secco, agrumeto, chiesa). A cura dello staff FAI.

 

UN BALZO D’IMMAGINAZIONE – Reinventa il gioco della Campana Orari: 10:30 – 12:00 – 15.00 – 16:30.

Per i bambini è tempo di tornare a giocare all’aperto, con il laboratorio ludico-creativo “Un balzo d’immaginazione”. I piccoli partecipanti, guidati dall’artista Manuela Martella, “reinventeranno” il gioco tradizionale della campana, scomponendo le regole base e sperimentandone delle nuove per muoversi lungo un nuovo percorso in modo originale, divertente e sicuro.

L’attività è adatta ai bambini dai 6 ai 12 anni.

Costo laboratorio: 10 € per non iscritto; 8€ per iscritti

 

 

Per informazioni, vi preghiamo di contattare:

 

DELEGAZIONE FAI DI LECCE

320 0689461

lecce@delegazionefai.fondoambiente.it

 

GRUPPO FAI SALENTO JONICO (solo per Aperture ed Eventi Area Jonica)

320 1434663

salentojonico@gruppofai.fondoambiente.it

 

ABBAZIA DI SANTA MARIA DI CERRATE

0832 361176

faicerrate@fondoambiente.it

redazione

LASCIA UN COMMENTO