Vito Mancuso, per la prima volta al Libro Possibile a Vieste, presenta “La mente innamorata”

0
93

Vito Mancuso, per la prima volta al Libro Possibile, presenta “La mente innamorata”.

 

 

Il celebre teologo e filosofo Vito Mancuso sarà ospite per la prima volta del Libro Possibile, per presentare il suo ultimo saggio La mente innamorata (Garzanti). L’incontro con l’autore si terrà venerdì 22 aprile, alle 18, nel cineteatro Adriatico di Vieste (Fg), nell’ambito della sezione “Winter”, organizzata in collaborazione con l’assessorato all’istruzione, formazione e lavoro della Regione Puglia e il Comune di Vieste.

Interverranno: Graziamaria Starace, assessora alla cultura di Vieste; Rosella Santoro, direttrice artistica del Libro Possibile.

L’evento sarà aperto al pubblico e si svolgerà nel rispetto delle vigenti normative anti-Covid.

Nato a Cariati Brianza da genitori siciliani, Vito Mancuso è un teologo laico e filosofo italiano. Ha insegnato nella facoltà di Filosofia dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano e all’Università degli Studi di Padova. Oggi, è docente del master in Meditazione e Neuroscienza all’Università di Udine e direttore del Laboratorio di Etica al MAST di Bologna.

Al centro del suo lavoro, c’è lo sviluppo e l’approfondimento di una teologia laica: un discorso su Dio e sul trascendente che possa intrecciarsi con scienza e filosofia.

Autore prolifico, Vito Mancuso ha pubblicato per Garzanti: Il coraggio di essere liberi (2016), Il bisogno di pensare (2017), La forza di essere migliori (2019), Il coraggio e la paura (2020), I quattro maestri (2020) e A proposito del senso della vita (2021).

Nel suo ultimo libro, La mente innamorata, Mancuso traccia un percorso per trovare il punto di equilibrio tra l’irrazionalità dell’amore e la pura logica della mente, ripercorrendo le esperienze di celebri protagonisti del passato e del presente, da Dante a Hannah Arendt, da Giordano Bruno a Etty Hillesum. L’autore ci guida alla riscoperta del maestro interiore che è in ognuno di noi, al fine di tendere a quell’ideale di felicità che ha assunto diverse denominazioni nel tempo e nello spazio: Dio, Tao, Dharma, Spirito Santo, oppure amore, bene, sapienza.

Appuntamento con Vito Mancuso venerdì 22 aprile, alle 18, nel cineteatro Adriatico di Vieste (Fg).

 

redazione

 

LASCIA UN COMMENTO