Stagione Sconfinamenti 2022.23 – QUALCUNO MORIRÀ, Debutto nazionale al Kismet per la serie teatrale a puntate (Dal 2 al 4 gennaio in scena due episodi a giornata, maratona il 7 gennaio)

0
82

Stagione Sconfinamenti 2022.23

QUALCUNO MORIRÀ

Debutto nazionale al Kismet per la serie teatrale a puntate

Dal 2 al 4 gennaio in scena due episodi a giornata, maratona il 7 gennaio

Strada San Giorgio martire 22F, Bari

Gennaio si apre con il debutto di Qualcuno morirà al Teatro Kismet di Bari, una serie teatrale a puntate che vedrà il coinvolgimento in prima persona del pubblico per risolvere un intricato caso. La nuova produzione Teatri di Bari sarà in scena dal 2 al 4 gennaio alle ore 21 con due episodi a serata, mentre il 7 gennaio si terrà una maratona alle ore 18 con tutti i sei episodi.

Si tratta del secondo appuntamento del progetto triennale Murder Theatre, che Teatri di Bari sta conducendo, in collaborazione con Associazione Malalingua ETS, sulle moderne declinazioni del genere giallo a teatro, anche rispetto alla sperimentazione di innovativi meccanismi narrativi mutuati da discipline diverse come l’audiovisivo, con particolare riferimento al tema della serialità. Lo spettacolo diretto da Marco Grossi, vede un gruppo di personaggi – interpretati da Nunzia Antonino, Michele Cipriani, Valentina Gadaleta, Augusto Masiello e William Volpicella – riuniti in un luogo da cui non si può uscire. Perché sono lì? Ognuno pare avere motivazioni diverse, eppure nessuno accenna ad andare via. Finalmente l’annuncio, portato da un improbabile messaggero: “Tra di voi qualcuno morirà…”. Pian piano si svela sul palcoscenico una rete di relazioni imprevedibili, vecchie storie emergono da un passato in cui erano state a fatica sepolte, storie legate a qualcosa che è successo a Bari, ormai più di vent’anni fa, nella Puglia degli anni ’90. Sarà il pubblico a dover svelare l’enigma insieme ai protagonisti della nostra storia, in un’escalation di imprevisti e di colpi di scena, fino al disvelamento finale.

Uno spettacolo che ribalta una storica regola del teatro: i telefoni cellulari potranno essere tenuti accesi e, anzi, grazie a una particolare piattaforma online, sarà possibile accedere a una serie di contenuti, documenti crittati, fotografie, vecchi articoli di giornale, ricostruzioni digitali, che consentiranno di arricchire e completare le informazioni necessarie a elaborare una propria versione dei fatti e a chiarire una vicenda all’apparenza incomprensibile e surreale.

Botteghino

Il biglietto per la visione di due episodi della serie teatrale ha un costo di 10 euro, mentre la maratona del 7 gennaio ha un costo di 15 euro. Sono disponibili al botteghino del Teatro Kismet (Strada San Giorgio martire 22F, Bari) e online sul circuito Vivaticket.com. Per le festività si potrà anche acquistare al botteghino l’abbonamento T2, che permetterà l’ingresso a un singolo spettatore due spettacoli o a due spettatori allo stesso spettacolo della Stagione 2022.23 ‘Sconfinamenti’ del Kismet.  I titolari della myWorld card di Teatri di Bari avranno la possibilità di vedersi riaccreditato il 3% del prezzo del biglietto acquistato al botteghino.

Per info: 335 805 22 11 – 080 579 76 67 / botteghino@teatrokismet.it. Il programma completo della Stagione 2022.23 sul sito www.teatridibari.it

 

Scheda spettacolo

Teatri di Bari

Qualcuno morirà

di Marco Grossi

con: Nunzia Antonino, Michele Cipriani, Valentina Gadaleta, Augusto Masiello, William Volpicella

regia di Marco Grossi

 

“Qualcuno morirà” è il secondo appuntamento del progetto triennale Murder Theatre, che Teatri di Bari sta conducendo, in collaborazione con Associazione Malalingua ETS, sulle moderne declinazioni del genere giallo a teatro, anche rispetto alla sperimentazione di innovativi meccanismi narrativi mutuati da discipline diverse come l’audiovisivo, con particolare riferimento al tema della serialità.

La serialità è al centro del progetto di studio di quest’anno. Già approfondito nel corso della prima annualità con la realizzazione dell’audiodramma a puntate “Lilith”, presto disponibile sulle principali piattaforme di streaming online, il concetto di serie arriva quest’anno anche sul palcoscenico. “Qualcuno morirà” è innanzitutto questo, un esperimento di serie teatrale a puntate. Un esperimento ambizioso in cui il pubblico sarà chiamato a svolgere una parte attiva, potrà infatti, assistendo alla vicenda, prendere parte alle indagini ed elaborare una propria teoria. Ma non solo: “Qualcuno morirà” è l’unico spettacolo in cui i telefoni cellulari potranno essere tenuti accesi! Infatti, grazie ad una particolare piattaforma online, sarà possibile accedere a una serie di contenuti, documenti crittati, fotografie, vecchi articoli di giornale, ricostruzioni digitali, che consentiranno di arricchire e completare le informazioni necessarie a elaborare una propria versione dei fatti e a chiarire una vicenda all’apparenza incomprensibile e surreale.

Un gruppo di personaggi si ritrova chiuso in un luogo da cui non si può uscire. Perchè sono li? Ognuno pare avere motivazioni diverse, eppure nessuno accenna ad andare via. Finalmente l’annuncio, portato da un improbabile messaggero: “Tra di voi qualcuno morirà…”. Lo stupore cede presto il passo all’incredulità, poi al nervosismo, infine alla rabbia. Pian piano si svela una rete di relazioni imprevedibili, vecchie storie emergono da un passato in cui erano state a fatica sepolte, storie legate a qualcosa che è successo a Bari, ormai più di vent’anni fa, nella Puglia degli anni ’90. Man mano che passa il tempo tra i personaggi la tensione cresce: perchè proprio loro? Sono davvero  soli o c’è qualcuno che li osserva? Cosa c’è dietro al misterioso annuncio, chi ne è l’artefice, ma soprattutto… chi sarà la vittima? Questo è quello che il pubblico sarà chiamato a scoprire insieme ai protagonisti della nostra storia, in un’escalation di imprevisti e di colpi di scena, fino al disvelamento finale.

Qualcuno morirà, sì, ma chi sarà la vittima? Chi è l’assassino?

Lo spettacolo sarà articolato in sei puntate, ogni puntata porterà avanti un piccolo mistero da risolvere. Ogni sera saranno programmate due puntate, l’ultimo giorno saranno rappresentate tutte, per chi ne avesse perduta qualcuna o volesse vederle tutte insieme.

Redazione

LASCIA UN COMMENTO