Sequestrati 20 milioni di euro a capo clan Roberto Dello Russo: il traffico di droga a Terlizzi e zone limitrofe

0
543

– Un patrimonio dal valore di venti milioni di euro è stato sequestrato questa mattina a Roberto Dello Russo ritenuto il capo dell’omonimo clan dedito al traffico di stupefacenti nel nord barese, e recentemente condannato in primo grado dal gup del Tribunale di Bari a 20 anni di reclusione in seguito all’operazione “Anno Zero”.   L’operazione è stata condotta dai carabinieri del comando provinciale di Bari in esecuzione di un decreto di sequestro di prevenzione finalizzato alla confisca, emesso dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale di Bari su richiesta della Procura – Direzione distrettuale antimafia Dello Russo, che si trova in carcere, è accusato di avere promosso e diretto un’associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti a Terlizzi (Bari) e nelle zone limitrofe. Il patrimonio sequestrato, riconducibile a lui e alla sua famiglia, è composto da cinque terreni per un’estensione di oltre due ettari a Terlizzi, un appartamento, una villa di lusso, due capannoni industriali, due società operanti nel riciclaggio industriale di metalli e nella vendita di autovetture e mezzi pesanti, conti bancari in cinque istituti di credito, 36 mezzi fra automobili, autoarticolati e mezzi industriali.

    Gli accertamenti patrimoniali sono stati eseguiti dalla sezione specializzata del nucleo investigativo dei carabinieri che hanno ricostruito sia la carriera criminale di Dello Russo sia gli introiti dell’intero nucleo familiare, accumulati negli ultimi vent’anni. (ANSA).

Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.