26 Maggio 2024 ore 16:19:57
PRIMAVERA AGÌMUS a Mola di Bari – Domenica 23 aprile il ritorno...

PRIMAVERA AGÌMUS a Mola di Bari – Domenica 23 aprile il ritorno dell’avanspettacolo nel segno di Ettore Petrolini e Nino Taranto, con Maurizio Pellegrini e la Chamber Swing Orchestra

0
222
PRIMAVERA AGÌMUS a Mola di Bari – Domenica 23 aprile il ritorno dell’avanspettacolo nel segno di Ettore Petrolini e Nino Taranto, con Maurizio Pellegrini e la Chamber Swing Orchestra
Primavera Agìmus 2023

Mola di Bari

Teatro Niccolò van Westerhout

Domenica 23 aprile, ore 20.30

 

Il ritorno dell'avanspettacolo

Maurizio Pellegrini in «Si me vulisse bene»

varietà con la Chamber Swing Orchestra

nel segno di  Ettore Petrolini e Nino Taranto

 

L'Agìmus di Mola di Bari accende i riflettori sul varietà con «Si me vulisse
bene», un florilegio di «serenate, macchiette e contrasti d'amore», per
dirla col sottotitolo dello spettacolo, diretto e interpretato dal suo
autore, il mattatore Maurizio Pellegrini, in scena domenica 23 aprile (ore
20.30) al Teatro van Westerhout con la Chamber Swing Orchestra, che
l'accompagna con un repertorio di canzoni d'antan arrangiate da Silvestro
Sabatelli. Un omaggio, con le coreografie di Ileana Pace, le scene e i
costumi di Romeo Liccardo e i disegni di Alessandro De Donato, a un genere
teatrale ritenuto inattuale e distante, come l'avanspettacolo, fratello
minore del varietà, anche se entrambi sono spariti, come un fiume carsico,
solo per continuare a riaffiorare dove e quando meno te lo aspetti. 

«Ogni volta - racconta Pellegrini - è tale la sorpresa e il piacere di
ritrovarli, più vivi e vegeti che mai, che ci sembra di aver rincontrato un
vecchio compagno di scuola mai dimenticato». Ma se il presente non ci piace
e il futuro ci spaventa, cosa c'è di meglio se non rifugiarsi nel passato? E
magari esplorare quella meravigliosa soffitta piena di cianfrusaglie che è
la nostra memoria, alla ricerca di sensazioni che pensavamo perdute e che
invece sono solo finite sotto un cumulo di altre cose inutili che non
abbiamo mai avuto il coraggio di buttare? «Non aspettatevi ordine e
disciplina, o anche solo un briciolo di coerenza, in questa avventura -
avverte Pellegrini - perché il pericolo è di sentirsi soffocare dalla
polvere o di faticare a ritrovare l'uscita. Però si potrebbe anche avere
fortuna e riuscire a risvegliare qualche fantasma al quale chiedere aiuto,
per ritrovare il bandolo della matassa oppure perdersi definitivamente». 

Ed è esattamente quello che fa Maurizio Pellegrini in questo personalissimo
viaggio nel grande repertorio umoristico napoletano e i personaggi che hanno
fatto grande il varietà e l'avanspettacolo, vale a dire i giganti del
genere, Ettore Petrolini, Armando Gill, Nicola Maldacea e Nino Taranto, con
le loro storie di amori mai nati, amori sognati oppure traditi, tra costumi,
ballerine e canzoni in rima che chiedono al pubblico costante approvazione.
Per un salto all'indietro, verso un tempo in cui la risata era l'unico
antidoto ai problemi quotidiani, alla povertà e alle guerre.

Biglietti acquistabili online su
https://www.associazionepadovano.it/acquisto/

Info 368.568412 - 393.9935266

 

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.