NEL GIOCO DEL JAZZ a Bari – Mercoledì 14 dicembre al Teatro Forma l’Orchestra Nazionale Jazz Giovani Talenti diretta da Paolo Damiani

0
96

NEL GIOCO DEL JAZZ a Bari – Mercoledì 14 dicembre al Teatro Forma l’Orchestra Nazionale Jazz Giovani Talenti diretta da Paolo Damiani

 

CREATURES

Stagione 2022-2023

TEATRO FORMA

BARI

 

Mercoledì 14 dicembre, ore 21

 

ORCHESTRA NAZIONALE JAZZ GIOVANI TALENTI

Un progetto della Fondazione per Roma

direttore

Paolo Damiani

 

Arriva in Puglia, mercoledì 14 dicembre (ore 21), al Teatro Forma di Bari, per la stagione «Creatures» 2022-2023 dell’associazione Nel Gioco del Jazz, l’Orchestra Nazionale Jazz Giovani Talenti diretta dal contrabbassista e direttore Paolo Damiani, impegnato con questa formazione a valorizzare alcuni dei migliori nuovi professionisti della scena jazzistica del Paese, tutti scelti attingendo alle più recenti graduatorie del referendum Top Jazz indetto da Musica Jazz. L’ensemble, un progetto della Fondazione per Roma, include dodici musicisti under 35 e si caratterizza anche per l’equilibrio tra presenze femminili e maschili, in un mondo, quello del jazz, che storicamente ha lasciato poco spazio alle donne. L’ensemble è, infatti, composto da Camilla Battaglia (voce) Anais Drago (violion), Eloisa Manera (violino), Francesco Fratini (tromba), Federico Calcagno (clarinetto e clarinetto basso), Michele Tino (sax altro), Sophia Tomelleri (sax tenore), Michele Fortunato (trombone), Giacomo Zanus (chitarra), Federica Michisanti (contrabbasso), Nazareno Caputo (vibrafono) e Francesca Remigi (batteria).

Si tratta di una big band di solisti che opera in un contesto poetico non tradizionale, legato alla policulturalità del jazz contemporaneo, al quale i musicisti rendono omaggio cimentandosi con un repertorio al quale hanno contribuito grandi voci della scena nazionale dei nostri giorni. Il repertorio delle precedenti edizioni è ben documentato nei dischi editi dall’etichetta Parco della Musica Records. E anche la nuova edizione dell’orchestra punta sulle composizioni di tutti i musicisti, che possono essere affiancati da alcuni dei migliori arrangiatori italiani, giovani o già affermati. La particolarità dell’organico consente inoltre di adottare il principio definibile come «geometria variabile», cioè di ricorrere a piccole formazioni acustiche ed elettriche (trio d’archi, quartetto di fiati, trio voce, clarinetto basso e percussioni, quintetto jazz con tromba, sax, chitarra, basso, batteria ecc.), sfruttando la ricchezza cromatica di cui la formazione dispone.

Paolo Damiani, che dirige e indirizza culturalmente l’Orchestra Nazionale Jazz Giovani Talenti, è un musicista di grande progettualità, che ha sviluppato un linguaggio jazzistico originale ed europeo, distinguendosi per la capacità di far vivere l’estetica della musica afroamericana in contesti differenti da quelli tradizionali, approccio sperimentato sia nell’Italian Instabile Orchestra che, come direttore, nell’Orchestre National De Jazz francese.

Inizio concerto ore 21. Info 338.9031130.

Redazione

LASCIA UN COMMENTO