Maurodinoia, sopralluogo con FSE e sindaco di Triggiano sul cantiere dell’interramento dei binari ferroviari

0
271

Maurodinoia, sopralluogo con FSE e sindaco di Triggiano sul cantiere dell’interramento dei binari ferroviari

Questa mattina, l’assessore regionale ai Trasporti, Anita Maurodinoia, l’amministratore delegato di Ferrovie del Sud Est, Giorgio Botti, e il sindaco di Triggiano, Antonio Donatelli, hanno fatto un sopralluogo tecnico a Triggiano per fare il punto sullo stato di avanzamento del cantiere di interramento della tratta Triggiano – Capurso e dei lavori di ammodernamento della linea Bari – Putignano (via Conversano).

“Il sopralluogo di questa mattina è servito a rendersi conto di come procedono i lavori sul cantiere con una particolare attenzione alla nuova viabilità che deriverà dall’interramento dei binari – ha detto l’assessore Maurodinoia -. Con l’eliminazione dei passaggi a livello e con l’interramento il tessuto urbano nei comuni di Triggiano e Capurso verrà finalmente ricucito, ma proprio per questo dobbiamo valutare con attenzione i cambiamenti che interesseranno le strade, carrabili e ciclopedonali, che potranno essere aperte e collegheranno i due lati delle aree urbane prima divisi dai binari. Oggi ci siamo confrontati con il sindaco di Triggiano, ma nei prossimi giorni faremo un tavolo con tutti i soggetti coinvolti per studiare bene tutte le soluzioni possibili atte ad agevolare la viabilità urbana, ma nel rispetto del progetto in fase di realizzazione. Di grandissimo impatto sarà la riqualificazione del sedime che ospitava i binari, che ospiterà spazi verdi e una lunghissima pista ciclopedonale che unirà Triggiano e Capurso. Una vera rivoluzione che migliorerà sicuramente la qualità della vita nei due Comuni.”

Gli interventi previsti dal progetto “Bretella del Sud Est barese”, finanziati con risorse a valere sul POC Puglia 2007-2013 e sul PSC (FSC 2014-2020 – Patto per lo sviluppo della Regione Puglia) per 112 milioni di euro, hanno portato al raddoppio del binario nella tratta Bari Mungivacca – Noicattaro, all’interramento della tratta Triggiano – Capurso, comprese le due stazioni, e alla contestuale eliminazione dei passaggi a livello. I lavori sono in corso e da cronoprogramma dovrebbero terminare entro l’anno. Su Triggiano e Capurso si lavorerà anche con il progetto di “Potenziamento della linea Bari – Taranto”, finanziato con risorse a valere sul PNRR per complessivi 36,6 milioni di euro, che prevede l’elettrificazione dei due binari, il completamento dei fabbricati stazione di Triggiano e Capurso e la sistemazione delle aree esterne, oltre a interventi estesi sull’intera linea Bari – Taranto relativamente a sistemi di segnalamento e sicurezza ferroviaria. Si tratta di lavori che andranno in continuità con i primi e dovrebbero chiudersi entro il 2026.

  • Galleria Maurodinoia, sopralluogo con FSE e sindaco di Triggiano sul cantiere dell’interramento dei binari ferroviari - Diapositiva 4 di 11

  • Galleria Maurodinoia, sopralluogo con FSE e sindaco di Triggiano sul cantiere dell’interramento dei binari ferroviari - Diapositiva 5 di 11
  • Galleria Maurodinoia, sopralluogo con FSE e sindaco di Triggiano sul cantiere dell’interramento dei binari ferroviari - Diapositiva 6 di 11
  • Galleria Maurodinoia, sopralluogo con FSE e sindaco di Triggiano sul cantiere dell’interramento dei binari ferroviari - Diapositiva 7 di 11
  • Galleria Maurodinoia, sopralluogo con FSE e sindaco di Triggiano sul cantiere dell’interramento dei binari ferroviari - Diapositiva 8 di 11
  • Galleria Maurodinoia, sopralluogo con FSE e sindaco di Triggiano sul cantiere dell’interramento dei binari ferroviari - Diapositiva 9 di 11
  • Galleria Maurodinoia, sopralluogo con FSE e sindaco di Triggiano sul cantiere dell’interramento dei binari ferroviari - Diapositiva 10 di 11
  • Galleria Maurodinoia, sopralluogo con FSE e sindaco di Triggiano sul cantiere dell’interramento dei binari ferroviari - Diapositiva 11 di 11

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.