MATRIA, DOMANI AL TEATRO PAISIELLO DI LECCE TAPPA FINALE DEL PROGETTO PUGLIESE PER LA TUTELA DELLE LINGUE MINORITARIE

0
78

 

MATRIA

TEATRO PAISIELLO – LECCE

mercoledì 18 maggio – 16:30

 

Tappa conclusiva a Lecce del tour Matria, il progetto regionale per la valorizzazione delle minoranze storico linguistiche della Puglia.

Accoglienza a ritmo di pizzica con i TARANTERS e il rapper MARMO.

 

 

Sarà il Teatro Paisiello di Lecce ad ospitare mercoledì 18 maggio alle ore 16:30 la tappa e festa finale del tour “Matria. Le lingue di ieri, di oggi, di domani”, il progetto regionale per la valorizzazione delle minoranze linguistiche della Puglia: griko, francoprovenzale e arbëreshë.

Un viaggio alla scoperta della bellezza linguistica di Puglia per celebrare insieme i valori della diversità che ha fatto incontrare le comunità francoprovenzale di Faeto e Celle,  arbëreshë di Chieuti, San Marzano di San Giuseppe e Casalvecchio di Puglia e grica dei dodici comuni dell’area ellenofona salentina Calimera, Carpignano Salentino, Castrignano de Greci, Corigliano d’Otranto, Cutrofiano, Martano, Martignano, Melpignano, Sogliano Cavour, Soleto, Sternatia, Zollino. Ambasciatori dell’identità e del patrimonio linguistico storico sono gli studenti che da settembre 2021 hanno avviato un percorso di ricerca sulle “lingue degli affetti” trasformandole in forme artistiche contemporanee attraverso i linguaggi della musica, del teatro, del cinema, della danza.

Il progetto, promosso dall’Assessorato all’Istruzione della Regione Puglia in collaborazione con Ufficio Scolastico per la Puglia, Apulia Film Commission, Teatro Pubblico Pugliese e Fondazione La Notte della Taranta, ha  individuato tre forme espressive differenti: l’audiovisivo per la valorizzazione della minoranza francoprovenzale, il teatro per arbëreshë,  la musica e la danza per la minoranza grika. Un incontro tra passato e presente, tra codici antichi e moderni che ha posto al centro il mondo della scuola per stimolare lo scambio generazionale, il confronto e l’arricchimento e favorire il recupero di questo prezioso patrimonio immateriale che rischia di andare disperso.

Il tour, dopo il Teatro Fusco di Taranto e il Teatro Giordano di Foggia, approda al Teatro Paisiello di Lecce.  All’evento saranno presenti l’assessore regionale all’Istruzione, il sindaco del capoluogo salentino e i sindaci dei comuni dove insistono le minoranze linguistiche della Puglia.

Ad aprire lo spettacolo, condotto da Azzurra De Razza,  saranno i TARANTERS, band di giovanissimi che hanno svolto un programma di ricerca, formazione e didattica, con il supporto professionale dei musicisti della Fondazione, incentrato sulla rivisitazione in chiave moderna di alcuni canti popolari. I brani composti dai TARANTERS con la partecipazione del rapper MARMO, confluiranno in una sezione apposita dell’annuale Festival Itinerante “La Notte della Taranta 2022”. L’iniziativa è stata realizzata con i giovani dell’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Salvatore Trinchese” di Martano, coordinati dal docente Mauro Palumbo e  guidati dai musicisti dell’Orchestra Popolare Gianluca Longo, Roberto Chiga, Stefania Morciano e dai ballerini Mihaela Coluccia e Mattia Politi. Nel Concertone della Taranta, nato nel 1998 per tutelare il ricco patrimonio di canti in griko, è stato introdotto nel 2018 il brano in arbëreshë Lule Lule e nell’edizione 2022 sarà inserito un brano in francoprovenzale.

Si prosegue con la proiezione di MATRIA il documentario per la regia di Luciano Toriello, che ha esplorato la minoranza linguistica francoprovenzale, presente nei comuni di Faeto e Celle. Prodotto da Apulia Film Commission il documentario racconta l’incontro-scontro tra diverse generazioni: i nativi digitali che non conoscono le categorie di distanza e tempo, suffragate dalla tecnologia che le annulla, e gli anziani, depositari di un sapere antico e conoscenze da tramandare. Filo rosso di questo incontro-scontro è la langue maternelle francoprovenzale.

Si intitola, invece, IL GRANDE TEMPO – MOTI DI MAHD il progetto che presenterà il  Teatro Pubblico Pugliese dedicato alla minoranza arbëreshë presente nei comuni di Chieuti, San Marzano di San Giuseppe e Casalvecchio di Puglia. Con un intenso programma di attività che ha previsto il coinvolgimento di compagnie di artisti sia italiani che albanesi, studenti e studentesse del territorio sono stati impegnati in un viaggio alla riscoperta di elementi caratterizzanti la storia e la cultura dei propri territori, con laboratori di teatro, danza, burattini.

 

TARANTERS 

 

TAMBURELLI
–  Emanuele Castrignanò
–  Luca Sergio
e il piccolo Davide Terracciano
PERCUSSIONI (Batteria, Shaker, bastone della pioggia)
– Daniele Palumbo
CHITARRE ACUSTICHE
– Luca Aprile
– Francesco Lefonso
– Gaetano Rescio
CHITARRA ELETTRICA
– Gianluigi Marcianò
CLARINETTO/ SAX
– Alessandro Sergio
TASTIERA ELETTRONICA
– Domenico Pellegrino
VOCI SOLISTE
– Francesca Cezza
– Matilde Allegretti
– Antonio Cannazza
VOCE RAPPER
– Stefano Galiotta in arte Marmo
CORO
– Giacinta Calò
– Letizia Calò
– Francesca Arcuti
– Gilda Vacca
– Valentina De Campi
BALLERINI
– Aurora Curlante
– Francesca Pasca
– Helena Corlianò
– Laura Castrignanò
– Chiara De Santis
– Paolo Miceli
– Gioia Giannone

 

Redazione

LASCIA UN COMMENTO