Massafra, presentazione progetto “Pricò – Il cinema è giovane”

0
39

Il Serraglio porta

 il cinema nelle scuole

Gli organizzatori del festival Vicoli Corti hanno vinto un bando ministeriale che consentirà loro di svolgere un interessante progetto in tre istituti della provincia di Taranto: previste formazione per i docenti, rassegne tematiche e realizzazione di un film con professionisti del settore. Si comincia al “De Ruggieri” di Massafra

 

 

Si intitola “Pricò – Il cinema è giovane” il progetto dell’associazione Il Serraglio che porterà il cinema in tre scuole della provincia di Taranto, attraverso rassegne tematiche, un laboratorio pratico che permetterà agli studenti di realizzare un prodotto audiovisivo e un modulo di formazione per i docenti.

 

Proposto dall’associazione che organizza da 17 anni a Massafra il festival cinematografico “Vicoli Corti – Cinema di Periferia”, il progetto è risultato tra i vincitori finanziati dal Ministero dell’Istruzione e dal Ministero della Cultura, all’interno del bando “Cinema e Immagini per la Scuola”. È stato presentato stamattina nell’auditorium dell’I.I.S.S. “D De Ruggieri” di Massafra, alla presenza di Vincenzo Madaro (responsabile del progetto), Erika Grillo (componente dello staff del progetto), la dirigente scolastica Elisabetta Scalera, l’assessore alle Politiche Sociali, Pubblica Istruzione, Terzo Settore e Pari Opportunità del Comune di Massafra Maria Rosaria Guglielmi, i registi Paolo Pisanelli e Ivan Saudelli.

 

Il progetto si articola in diverse azioni, con obiettivi specifici che in parte rientrano nella film education, mirando a stimolare l’interesse critico e la conoscenza da parte del pubblico (in modo particolare di quello giovane) per i film e le opere audiovisive quali strumenti di comunicazione, in parte sono career-oriented, ponendosi come occasione di avvicinamento degli studenti al settore cinematografico da un punto di vista professionale, attraverso una formazione sia teorica sia pratica.

 

Il titolo è un omaggio al primo romanzo dello scrittore e sceneggiatore tarantino Cesare Giulio Viola, da cui fu tratto il film I bambini ci guardano, diretto da Vittorio De Sica. E “i bambini ci guardano” è la traccia del progetto che vede coinvolte scuole ed enti che operano sul complesso territorio tarantino in cui la cultura ha il valore dirimente di consapevolezza e riscatto. È proprio lo sguardo dei più giovani a essere al centro del progetto che mira alla formazione di un pubblico capace leggere il proprio tempo, grazie allo sviluppo di abilità critiche utilizzando le narrazioni autoriali cinematografiche. Ma il cinema è anche un’industria e rappresenta un’opportunità di inserimento lavorativo, specialmente in una regione che molto sta investendo in azioni tese a incrementare il lavoro di produzione e a sviluppare maestranze che possano operare in loco.

 

Da gennaio a maggio 2023 docenti e studenti dell’istituto di istruzione secondaria superiore “D. De Ruggieri” di Massafra avranno l’opportunità di immergersi in questo progetto, grazie all’ausilio di esperti del settore. In particolare, i destinatari di “Pricò – Il cinema è giovane”, che ha valenza di P.C.T.O., saranno gli alunni della 3C del liceo scientifico. Referente del progetto è la professoressa Locorotondo.

 

Per i docenti sono previste lezioni frontali tenute dal critico e programmatore cinematografico Massimo Causo. Per i ragazzi, invece, ci sarà un focus sui mestieri del cinema: dai costumi alla scenografia, passando per la fotografia e la regia, diversi professionisti avranno modo di descrivere il cinema dal punto di vista di chi lo fa. Gli studenti, tra le altre cose, avranno la possibilità di vedere dei film al cinema, accompagnati dal giornalista e critico cinematografico Davide Di Giorgio. Il percorso laboratoriale culminerà con la produzione finale di un prodotto filmico, in cui i destinatari del progetto saranno guidati dai registi Paolo Pisanelli e Ivan Saudelli.

 

Il progetto si concluderà con il “Premio Pricò” dedicato alle scuole, un festival di due giorni che si svolgerà all’auditorium TaTà: oltre agli istituti che aderiranno al progetto, potranno partecipare tutte le scuole pugliesi (di ogni ordine e grado), presentando opere audiovisive autonomamente prodotte. I vincitori del concorso parteciperanno di diritto alla diciottesima edizione di “Vicoli Corti – Cinema di Periferia”.

redazione

 

 

LASCIA UN COMMENTO