Lottomatica in vetta alle aziende sostenibili nel digitale

0
57
woman plying lucky 7 slot machine

Lottomatica in vetta alle aziende sostenibili nel digitale

 

Numeri positivi, dati che fanno ben sperare. La macchina del gambling è tornata a girare e lo fa con ritmi e intensità che ricordano l’era pre Covid 19. Ottime notizie dunque per quella che in Italia è una vera e propria industria, luogo di lavoro per migliaia professionisti e obiettivo di investitori da tutto il mondo.

Ma proviamo a entrare nel merito dei numeri, in particolari quelli di Sustainalytics. All’interno del report spicca la posizione di Lottomatica, che ha ottenuto un rating ESG pari a 10.2, posizionandosi tra i primi a livello globale, al secondo posto tra le oltre 500 aziende del Consumer Services e tra le prime novanta nella subindustry Casino and Gaming. Un riconoscimento importante, arrivato in seguito allo studio e alla verifica sull’azienda di una serie di rischi: presenza di presidi, programmi, politiche per gestire l’esposizione. Quella che ne è conseguita è stata una valutazione assolutamente positiva.

“Siamo convinti che, per proseguire nel nostro cammino di crescita, il raggiungimento di performance economiche ottimali debba essere inserito all’interno di una visione sempre più ampia e consapevole – ha spiegato l’amministratore delegato Guglielmo Angelozzi – Una prospettiva che metta al centro l’impatto sulle persone e sulle comunità e che integri pienamente i driver di sostenibilità nell’ambito delle strategie di business e dei modelli operativi”. L’impegno di Lottomatica è sempre per un gioco responsabile e sicuro e un simile riconoscimento va proprio in questo senso.

Perché un gioco legale più forte, più stabile e più trasparente ha come conseguenza un maggiore contrasto alla sua controparte illegale. Lo aveva sottolineato ancora Angelozzi durante la presentazione del primo numero dell’Osservatorio Permanente Censis Lottomatica sul gioco legale italiano, un comparto che, nel 2018 aveva fruttato 8 miliardi di euro per le casse erariali dello stato, che in tempi normali ne avrebbe portati 10 miliardi e che si è dovuto fermare per il Covid 19. Il rischio, però, è che parte di quei fondi vengano traghettati verso piattaforme illegali, in mano a criminali o famiglie mafiose. “Il gioco legale porta regole e sicurezza per utenti e Stato. Dove non ci sono regole arriva sempre l’illegalità”, aveva spiegato allora Angelozzi. L’esempio di Lottomatica nel mercato italiano, allora, deve agire da modello: rinforzare il gioco sicuro e responsabile a livello comunitario e globale finirà per rinforzare la legalità e mettere un freno al gioco nero.

redazione

 

LASCIA UN COMMENTO