LODO GUENZI IN PUGLIA A FRANCAVILLA FONTANA (1 APRILE), CORATO (2 APRILE) E MOLA DI BARI (3 APRILE)

0
114

LODO GUENZI IN PUGLIA A FRANCAVILLA FONTANA (1 APRILE), CORATO (2 APRILE) E MOLA DI BARI (3 APRILE

LODO GUENZI IN PUGLIA CON “UNO SPETTACOLO DIVERTENTISSIMO CHE NON FINISCE ASSOLUTAMENTE CON UN SUICIDIO”. 

 

1 APRILE, FRANCAVILLA FONTANA

2 APRILE, CORATO 

3 APRILE, MOLA DI BARI

Il percorso di una persona attraverso la fama può diventare una parabola nella quale più persone possono riconoscersi: questo è il tema centrale di “Uno spettacolo divertentissimo che non finisce assolutamente con un suicidio” di Nicola Borghesi e Lodo Guenzi che porterà in scena la sua biografia.

Classe 1986, il musicista bolognese frontman del gruppo Lo Stato Sociale sarà in scena il 1° aprile a Francavilla Fontana (Cinema Teatro Italia, ore 21). Qui il mattino dopo, sabato 2 aprile, alle 11 incontrerà gli studenti al Liceo Scientifico “Francesco Ribezzo”.

L’artista si sposterà quindi a Corato dove sabato 2 aprile sarà sul palco alle ore 21. Sempre a Corato, prima dello spettacolo, alle 18.30 nella buvette del Teatro Comunale di Corato per “Adotta uno spettacolo!” Lodo Guenzi incontrerà il pubblico in un appuntamento curato dell’associazione “Teatri Di.Versi”. A conclusione, il consueto appuntamento dei laboratori di “A teatro aperto”.

L’artista concluderà quindi il suo piccolo tour pugliese domenica 3 aprile a Mola di Bari (Teatro Van Westerhout, ore 21).

SCHEDA SPETTACOLO

Argot Produzioni / Infinito Produzioni

Lodo Guenzi

UNO SPETTACOLO DIVERTENTISSIMO CHE NON FINISCE

ASSOLUTAMENTE CON UN SUICIDIO

di Nicola Borghesi e Lodo Guenzi

consulenza drammaturgica Daniele Parisi e Gioia Salvatori

regia NICOLA BORGHESI

Uno spettacolo che nasce da un’amicizia lunga venticinque anni su trentacinque, quella tra Lodo Guenzi e il regista Nicola Borghesi. Partendo da nessuna idea precisa né un piano, i due hanno lavorato sull’autobiografia di una persona abbastanza famosa, Lodo. Il percorso di una persona attraverso la fama, parola quanto mai controversa, può diventare una parabola nella quale più persone possono riconoscersi: la vita delle persone, generalmente, consiste nel sopravvivere lasciandosi dietro macerie.

Info: www.teatropubblicopugliese.it

Redazione

LASCIA UN COMMENTO