Lo sfruttamento del sesso raccontato con il linguaggio del teatro: incontro a Ruvo di Puglia

0
1002

Lo sfruttamento del sesso è uno dei grandi rimossi del nostro tempo, un tema tanto drammatico quanto poco discusso e non realmente conosciuto. “Sworkers”, il nuovo spettacolo della dramaturg ruvese Valeria Simone prodotto da Acasa Teatro e dedicato esattamente a questo tema, è testo e pre-testo per affrontare questo argomento con diversi contributi e diversi linguaggi.

 

Martedì 6 marzo, alle ore 18.00 presso Palazzo Caputi, in Via Alcide de Gasperi 26, l’Assessorato alla Cultura del Comune promuove un incontro pubblico dal titolo “Lo sfruttamento del sesso raccontato con il linguaggio del teatro – Sworkers: l’indagine, la scrittura, il racconto”.

Interverranno:

Giancarlo Visitilli, giornalista e docente esperto sui temi della prostituzione minorile;

Angela Arbore, magistrato che si occupa della prostituzione in Italia;

Gino Sparapano, direttore di Luce e Vita che ha condotto inchieste giornalistiche su questi temi;

Valeria Simone, dramaturg dello spettacolo teatrale “Sworkers”;

Katia Scarimbolo, dramaturg della Compagnia La Luna nel Letto, che ospiterà lo spettacolo venerdì 9 marzo presso il Teatro Comunale di Ruvo di Puglia.

In occasione dell’incontro sarà possibile acquistare i biglietti dello spettacolo che andrà in scena venerdì 9 marzo alle ore 20.30 sul palcoscenico del Teatro Comunale di Ruvo di Puglia.

Lo spettacolo rientra nella rassegna “Profeti in patria” diretta da Michelangelo Campanale.

“Sworkers” è un lavoro corale, collaborativo e itinerante sul tema dello sfruttamento del sesso e della prostituzione. Arriva a Ruvo dopo il debutto di Bari.

“Anche quest’anno – ha detto l’assessora alla Cultura, Monica Filograno – la programmazione del teatro comunale e questa nuova, coraggiosa “scommessa” di Valeria Simone e della sua compagnia Acasa, diventano occasione per aprire discussioni e approfondimenti su temi che riguardano da vicino il nostro presente. Dopo aver parlato, l’anno scorso, di immigrazione, lavoro nero e violenza sulle donne, quest’anno affrontiamo il tema, delicatissimo, drammatico e complesso del mercato del sesso e del corpo femminile. Lo faremo con un incontro pubblico con voci estremamente competenti e informate, che avranno il compito di accompagnarci in modo consapevole fino alla soglia del palcoscenico dove lasciare che l’emozione e l’arte facciano il resto.”

Ufficio stampa del Comune di Ruvo di Puglia

redazione

LASCIA UN COMMENTO