“L’anima poetica di Pierfranco Bruni”: intervista all’autrice Stefania Romito

0
116

Nata in Svizzera e milanese di adozione, Stefania Romito è giornalista professionista con diverse pubblicazioni all’attivo che spaziano dalla saggistica alla lirica, con particolare attenzione ai misteri dell’inconscio. Ideatrice e conduttrice di programmi culturali televisivi e radiofonici, Stefania Romito è consulente letteraria e Ambasciatrice del Nuovo Rinascimento di Milano, responsabile per la Lombardia del Sindacato Libero Scrittori Italiani e fondatrice dell’associazione culurale “Ophelia’s friends Cultural Projects”.
Il suo ultimo libro, edito da Passerino Editore, si intitola “L’anima poetica di Pierfranco Bruni”. Autore di origini calabresi, candidato al Nobel per la letteratura.  Bruni è scrittore completo e poeta che presta grande attenzione alla ricerca stilistica. In occasione dell’uscita del volume, abbiamo intervistato l’autrice per capire le motivazioni che l’hanno spinta a dedicare un saggio all’arte di Bruni.

in foto Stefania Romito

 

“L’anima poetica di Pierfranco Bruni”, cosa l’ha ispirata?

“Ricordo con profonda commozione il momento in cui ho “incontrato” i versi di Pierfranco, si è trattato di un vero e proprio incontro, uno di quelli che danno un senso al nostro intero percorso esistenziale. Non credo di sbagliarmi nel definire Pierfranco Bruni uno tra i più straordinari “evoluzionisti poetici” egli accoglie e “raccoglie” tutto ciò che di più prezioso è contenuto all’interno della poesia classica per interiorizzarlo e innovarlo attraverso la creazione di componimenti dotati di una grandissima raffinatezza e ricercatezza stilistica”.

Dal libro emerge il ritratto di uno scrittore che vive l’inquietudine come trascendenza e l’amore come illuminazione.

“Ho voluto approfondire in maniera analitica il percorso della sua “ars scribendi” attraverso le tappe più rappresentative che contemplano i vari ambiti della scrittura, dalla narrativa al saggio, passando attraverso la poesia,  un approfondito studio sul pensiero bruniano in cui metafisica, alchimia, rimembranza, sono solo alcuni degli assunti esistenziali di una estetica della parola in cui la visione antropologica diventa “filosofia dell’anima”.

Nel suo libro definisce il professor Pierfranco Bruni “antropologo del sentimento “ ha in cantiere altri lavori così impegnativi?

“Ci sto pensando, ho in mente qualcosa!”

La presentazione del volume, in anteprima nazionale, si terrà a Milano e sarà patrocinata dal Centro Leonardo da Vinci di cui la giornalista è responsabile letteraria.

Antonio Carbonara

LASCIA UN COMMENTO