JAF WOMAN 2022: al via da domani a Lecce

0
48

 

JAF Woman 2022

29, 30 e 31 luglio 2022

Chiostro dei Teatini LECCE

VI edizione

È dedicata all’universo artistico femminile la sesta edizione di JAF, il Jazz Around Festival, diretto da Maurizio Petrelli, che promuove la cultura della musica jazz italiana e mondiale portando a Lecce progetti originali di forte contaminazione con generi sempre differenti. Quest’anno le tre serate vedono protagoniste headliner donne note sulla scena internazionale.

 

Venerdì 29 luglio

Poesia e musica con “I siciliani”,

omaggio allo scrittore siracusano ANTONIO CALDARELLA, firmato dalla pianista e compositrice Cettina Donato e dall’attore e regista Ninni Bruschetta,

con la voce di Celeste Gugliandolo

Tutte le serate sono aperte dalle performance dei giovani studenti del Conservatorio Tito Schipa di Lecce

*****

Si apre domani, venerdì 29 luglio, nel Chiostro dei Teatini di Lecce JAF WOMAN 2022. È la sesta edizione, dedicata alle artiste donne, del Jazz Around Festival organizzato dall’Associazione Musicale Soul Brothers e diretto da Maurizio Petrelli: una rassegna fondata sul jazz ma assolutamente aperta ai generi musicali ad esso affini. Fino a domenica 31 luglio, saranno tre giornate di grande musica con ospiti internazionali ma anche di promozione di giovani talenti.

Si parte domani con la pianista e compositrice Cettina Donato e l’attore e regista Ninni Bruschetta, con la voce di Celeste Gugliandolo: portano in scena lo spettacolo “I siciliani” (produzione AlfaMusic), omaggio allo scrittore siracusano Antonio Caldarella.

Reduci dai successi e dai sold out teatrali de “Il mio nome è Caino” di Claudio Fava, torna in un nuovo sodalizio artistico la vulcanica coppia Ninni Bruschetta-Cettina Donato. Una sinergia unica, entusiasmante. Dopo aver interpretato un testo di teatro civile come una jam session per pianoforte e voce, commuovendo il pubblico dei teatri di tutta Italia, il duo propone adesso un’altra faccia della Sicilia, quella poetica e letteraria.

Ne “I Siciliani”, Bruschetta, celebre volto del teatro e della tv, indissolubilmente legato soprattutto al successo della serie “Boris”, recita e canta interpretando i versi di Caldarella, sulle musiche composte e arrangiate dalla grande musicista Cettina Donato.

A fare da sfondo all’ispirazione artistica stavolta è lo stretto di Messina, patria comune, passaggio che ha condotto i due artisti sui palcoscenici di tutta Italia e all’estero. Lo stesso varco è stato attraversato molte volte dallo scrittore Antonio Caldarella, originario di Avola e cresciuto tra Napoli, Messina e il resto del mondo. È la sua poesia che nell’album “I Siciliani” torna a vivere nella travolgente interpretazione di Ninni Bruschetta, in equilibrio tra recitazione e canto, e le suggestive composizioni originali firmate da Cettina Donato.

La serata si apre alle ore 21, domani come in tutte e tre le serate del JAF, con i giovani del Conservatorio Tito Schipa di Lecce: si faranno interpreti di pagine musicali di interesse in cui daranno prova del loro talento e impegno, cogliendo l’occasione della ribalta del JAF.

Il festival proseguirà:

sabato 30 luglio con la voce di Ilaria Pilar Patassini, cantautrice fuoriclasse reduce proprio in queste settimane dallo straordinario successo della 33esima edizione di Musicultura, a Lecce con Roberto Tarenzi al pianoforte in “SOLODUO”, un recital, da Pino Daniele a Burt Bacharach, da Vinicius de Moraes ai Beatles, ma anche un divertissement continuo per i due grandi musicisti, in un gioioso e intenso scambio tra funambolismo e sentimento;

domenica 31 luglio con “Solo piano”, il nuovo progetto della cantante, autrice e pianista cubana Jany McPherson, che a Lecce propone in musica anche un piccolo omaggio al cinema italiano, prima di lasciare la chiusura al crooner salentino Maurizio Petrelli e alla sua Band, con il nuovo spettacolo “Non vedevo l’ora…”, tra nostalgia, passione ed ironia. Ospite dell’ultima serata anche la vocalist ed autrice di jazz Elisabetta Guido.

WOMAN: INDUSTRIA CULTURALE E PARI OPPORTUNITÀ

È “Woman” il JAF 2022 e non solo perché sono artiste donne le headliner di questa sesta edizione, ma anche per la volontà degli organizzatori di creare un’occasione di approfondimento sui temi delle pari opportunità nel mondo dell’industria musicale e culturale pugliese ed italiana. Sarà questo il tema con cui domani, venerdì 29 luglio, si aprirà il festival, alle ore 20.00, con un incontro pubblico che vedrà la partecipazione delle artiste presenti e di professionisti del settore, tra cui Fabrizio Salvatore, discografico ed esperto di musica della casa di produzione “Alfa Music”, e Maria Grazia Bascià, docente e direttrice artistica di festival musicali e artistici.

Ingresso posto unico € 12,00 a concerto

Abbonamento 3 concerti € 25,00

Prevendite: ciaotickets.com – Castello Carlo V – Youm – Liberrima – Botteghino Chiostro Teatini

 

Info: 351.7438192

assomusicsoulbrothers@gmail.com

FB: jaf lecce festival

IG: jazzaround.festivallecce

JAF si realizza In collaborazione artistica con:

Alfamusic, Conservatorio “T. Schipa” di Lecce, Gianluca Di Furia Productions

Il JAF – JAZZ AROUND FESTIVAL

Partecipare alle serate del JAF è per il pubblico un’occasione unica per capire cosa sia effettivamente il jazz, dove sia nato e quale siano state nel tempo e quali potranno essere le probabili direzioni future, sfatando il vecchio luogo comune che sia un genere di difficile ascolto e per soli appassionati.

Il jazz è diventato col tempo un linguaggio universale, una modalità di comporre, arrangiare ed interpretare, uno stile che unisce varietà di ispirazione, rigore di arrangiamenti e libertà di esecuzione ed improvvisazione, come nessuna altra musica può fare.

Il programma prevede sia performance musicali che momenti formativi, per ricostruire un racconto storico e stilistico organico del Jazz. Un momento di incontro e scambio di esperienze diverse, indispensabile per l’interazione tra differenti mondi musicali e culture.

JAF WOMAN 2022

“La scelta di organizzare un festival tutto al femminile nasce da alcune considerazioni oggettive. I dati europei evidenziano che a fine 2020 il divario di genere si conferma in quasi tutti i settori culturali e creativi. Le artiste e le professioniste della cultura, nell’Unione europea, hanno generalmente un accesso minore alle risorse per la creazione e la produzione, sono pagate molto meno degli uomini e sono sotto rappresentate nella leadership ed in altre posizioni decisionali. In Europa le donne rappresentano il 20% dei compositori e cantautori registrati ed in media guadagnano il 30% in meno rispetto agli uomini che lavorano nel settore (fonte Women in music, 2019). Per questo enorme fenomeno di disparità e di mancanza di reali spazi di opportunità, anche nel mondo artistico e musicale italiano, si è deciso di affrontare la tematica implementando l’offerta musicale (tutta incentrata su artiste donne) con uno spazio culturale dedicato al confronto ed all’approfondimento sulla attuale situazione delle produzioni e progettualità artistiche femminili nel mondo discografico, accademico e musicale, locale ed italiano.

Oltre alle performance musicali ed artistiche, sul palco si avranno momenti di dialogo e confronto tra le artiste invitate ed il pubblico, guidati dalle socie dell’associazione proponente, per riflettere sui temi delle pari opportunità nel mondo dell’industria musicale e culturale pugliese ed italiana. Per comprendere quali siano le dinamiche che caratterizzano attualmente il mercato discografico e quali siano le criticità che una giovane artista donna si trova ad affrontare entrando nel mondo musicale italiano quasi tutto al maschile ed estremamente competitivo.

Sono, inoltre, coinvolti in questa edizione gli studenti e le studentesse del Conservatorio Tito Schipa di Lecce, corso canto Jazz, diretto dalla Prof.ssa Veronica Farnararo: sarà un’ottima occasione per le giovani studentesse e musiciste locali di confrontarsi apertamente con professioniste che hanno raggiunto traguardi artistici importanti ed unici. Questo comporta un arricchimento non solo didattico, ma anche di natura personale, potendo usufruire, oltre che della bellezza degli spettacoli, di un importante momento di dialogo ed approfondimento con le artiste e gli esperti invitati” (Maurizio Petrelli, direttore artistico JAF).

PROGRAMMA

 

VENERDI 29 LUGLIO 2022

Ore 20,00: Dialoghi: “Le pari opportunità nel contesto musicale e discografico italiano”

Incontro con il pubblico e le artiste presenti ed esperti del settore per discutere apertamente dell’attuale situazione lavorativa e di opportunità delle artiste donne nel panorama discografico e della produzione artistica e musicale locale ed italiana. L’incontro ha anche lo scopo di far conoscere le storie di artiste donne che hanno avuto grandi risultati professionali in tutta Europa e nel mondo e di creare connessioni e dialogo tra loro e le giovani artiste pugliesi.

Gli esperti saranno: Fabrizio Salvatore, discografico ed esperto di musica della casa di produzione “Alfa Music”, e Maria Grazia Bascià, docente e direttrice artistica di festival musicali e artistici.

Ore 21,00: Apertura studenti Conservatorio

Giulia Bruno e Valeria Montesardo (voce)

Luigi Monaco e Carlo Rotelli (chitarra)

Ore 21,30: I SICILIANI con

CETTINA DONATO (pianoforte)

NINNI BRUSCHETTA (voce)

CELESTE GUGLIANDOLO (voce)

su testi di Antonio Caldarella

 

SPETTACOLO DI POESIA E MUSICA: I SICILIANI

Lo spettacolo omaggia la poesia dello scrittore siciliano Antonio Caldarella: impegnato alla recitazione e al canto, Ninni Bruschetta interpreta i suoi versi sulle musiche composte e arrangiate da Cettina Donato. Una produzione AlfaMusic.

Reduci dai successi e dai sold out teatrali de “Il mio nome è Caino” di Claudio Fava, torna in un nuovo sodalizio artistico la vulcanica coppia Ninni Bruschetta-Cettina Donato. Una sinergia unica, entusiasmante. Dopo aver interpretato un testo di teatro civile come una jam session per pianoforte e voce, commuovendo il pubblico dei teatri di tutta Italia, il duo propone adesso un’altra faccia della Sicilia, quella poetica e letteraria.

A fare da sfondo all’ispirazione artistica stavolta è lo stretto di Messina, patria comune, passaggio che ha condotto i due artisti sui palcoscenici di tutta Italia e all’estero. Lo stesso varco è stato attraversato molte volte dallo scrittore Antonio Caldarella, originario di Avola e cresciuto tra Napoli, Messina e il resto del mondo. È la sua poesia che nell’album “I Siciliani” torna a vivere nella travolgente interpretazione di Ninni Bruschetta, in equilibrio tra recitazione e canto, e le suggestive composizioni originali firmate da Cettina Donato.

SABATO 30 LUGLIO 2022

Ore 21,00: Apertura studenti Conservatorio

Angelica Buccoliero e Giada Imparato (voce)

Daniele Russo (chitarra)

Sergio Limetti (piano)

VIAGGIU ARRÈTU

Elena Chiri (voce)

Carlotta Ciciotti (chitarra classica e acustica)

Francesco Caramia (fisarmonica)

Ore 21,30: SOLODUO

ILARIA PILAR PATASSINI (voce)

ROBERTO TARENZI (pianoforte)

SOLODUO

Ilaria Pilar Patassini Roberto Tarenzi si incontrano casualmente fuori dal palco qualche anno fa. Da subito nasce una grande empatia musicale che li porta naturalmente a collaborare nei live del progetto di inediti di Pilar e poi a immaginare un progetto in duo da inserire nei loro rispettivi percorsi e carriere. Nati lo stesso giorno, apprezzati entrambi in Italia e all’estero per intensità e virtuosismo, il duo propone un repertorio di canzoni amate all’insegna del crossover e di felici sconfinamenti dove l’asticella del jazz, spostando le canzoni, ne rende ancora più universale ogni singola interpretazione. Da Pino Daniele a Burt Bacharach, da Vinicius de Moraes ai Beatles, il live di SOLODUO è un recital ma anche un divertissement continuo per i due grandi musicisti, in un gioioso e intenso scambio tra funambolismo e sentimento. Un concerto per tutti.

DOMENICA 31 LUGLIO 2022

Ore 21,00: Apertura studenti Conservatorio

Manuela Greco e Letizia Trianni (voce)

Carlo Rotelli e Daniele Russo (chitarra)

Mattia Marchiello (contrabbasso)

Ore 21,30: SOLO PIANO

JANY MCPHERSON (piano)

Ore 22,30: NON VEDEVO L’ORA…

MAURIZIO PETRELLI & BAND

Con la partecipazione di ELISABETTA GUIDO

SOLO PIANO

A Lecce Jany McPherson presenta il suo ultimo lavoro discografico, “Solo piano!”, album di brani originali, ma proporrà anche un breve omaggio al cinema italiano.

La McPherson, è pianista dotata di grande tecnica, molto originale nel fraseggio e nel linguaggio improvvisato. L’innato senso ritmico della natia Cuba, le progressioni armoniche e melodiche travolgenti della sua musica, la toccante intensità interpretativa delle sue ballads, fanno di lei un’Artista con una firma assolutamente unica. È una fantastica stage performer, un’autentica trascinatrice in concerto, nonché una compositrice molto ispirata.  Arriva a Lecce direttamente dal Teatro Real di Madrid dove, in duo con l’iconico chitarrista John McLaughin, ha partecipato il 30 luglio 2022 al tributo in onore di Paco de Lucia. Con McLaughin ha appena suonato, come sua Special Guest, in festival internazionali di grande prestigio come il North Sea Jazz Festival di Rotterdam (9 luglio 2022) ed il Montreux Jazz Festival (11 luglio 2022).

NON VEDEVO L’ORA…

La seconda parte della serata vede sul palco lo stesso direttore artistico del festival, il crooner salentino Maurizio Petrelli, ormai consueta chiusura del festival. Con la sua band porta in scena “Non vedevo l’ora…”, spettacolo musicale di grande intensità, tra nostalgia, passione ed ironia, composto da canzoni scritte e interpretate dallo stesso Petrelli, tra cui omaggi a grandi crooner italiani.

SCHEDE ARTISTI

NINNI BRUSCHETTA: Attore di teatro, cinema e tv, Ninni Bruschetta ha firmato più di 40 regie teatrali, dirigendo, tra gli altri, Anna Maria Guarnieri, Claudio Gioè, Donatella Finocchiaro, Roberto Citran, David Coco, Edy Angelillo e Angelo Campolo.E’ stato per due volte direttore artistico dell’EAR Teatro di Messina. Tra cinema e televisione ha preso parte a quasi cento titoli, spaziando dalle grandi serie generaliste (Squadra Antimafia, Borsellino, Distretto di Polizia,I bastardi di Pizzo Falcone) al cinema d’autore (Luchetti, Giordana, Corsicato, Guzzanti, Pif, Von Trotta, Woody Allen, Paolo Sorrentino) al record di incassi di “Quo Vado?” di G. Nunziante, con Checco Zalone. E’ uno dei protagonisti della serie cult “Boris” e del relativo film di Ciarrapico, Torre e Vendruscolo nonché dell’ultimo capolavoro televisivo di Mattia Torre (La linea verticale). Premio Tony Bertorelli alla carriera nel 2018. Ha pubblicato tre sceneggiature con Sellerio e due saggi critici sul lavoro dell’attore con Bompiani e Fazi.

CETTINA DONATO: Pianista, compositrice e direttore d’orchestra messinese, Cettina Donato conduce parallelamente la sua carriera tra Europa, Stati Uniti, Canada e Giappone, dove continua ad essere acclamata per la grande raffinatezza e versatilità musicale nell’affrontare e fondere tra loro i diversi generi, in particolare classica, jazz e pop. Prima donna italiana a dirigere orchestre sinfoniche con un repertorio jazz (da lei stessa arrangiato), sia standard che originale, Cettina Donato ha ricoperto il ruolo di International President del Women In Jazz del South Florida, associazione volta alla promozione di musiciste e compositrici di tutto il mondo. Da anni i JAZZIT AWARDS la inseriscono nella classifica dei migliori arrangiatori italiani e a giugno 2019 ha ricevuto all’Università di Messina il premio Alumni Eccellenti “per aver incrociato le conoscenze psico-sociologiche fornite dagli studi in Ateneo con il talento artistico e l’impegno in cause benefiche ed aver raggiunto l’eccellenza ottenendo successo internazionale come musicista, compositrice, arrangiatrice e direttore d’orchestra”. Diplomata in Pianoforte classico e laureata in Musica Jazz al Conservatorio “A. Corelli” di Messina, oltre che in Composizione Jazz al Berklee Music College di Boston, Cettina è a sua volta impegnata sul fronte della didattica, come docente di Pianoforte Jazz al Conservatorio di Bari e docente di Composizione Jazz al Conservatorio di Messina.

CELESTE GUAGLIANDOLO: Classe’84, è la cantante del gruppo I Moderni, secondi classificati a Xfactor5 nel 2012. Nasce a Messina e si trasferisce a Torino nel 1998. Attualmente vive tra Torino e Roma. Partecipa a numerose gare canore fin dall’età di 4 anni. Frequenta la classe di violoncello presso il Conservatorio “A.Corelli” prima e “G.Verdi” poi. Si diploma in pianofote complementare e solfeggio. È ammessa alla scuola del Teatro Stabile di Torino, dove si diploma nel 2009.Pubblica 3 album con l’etichetta Sony Music e un album con l’etichetta inglese BlackCat.Testimonial della campagna pubblicitaria McDonald’s 2014, della campagna ministeriale “Alza il Volume non il Gomito”, della campagna “Omofobia No Grazie” e della campagna di Bosch Italia “Missione Ambiente”.’ Conduttrice televisiva di “Xfactor on Ice” e vocal coach della trasmissione “Verdi a Modo Mio”, prodotta da DeaKids per Sky.Finalista ad Area Sanremo Giovani 2016 e ai Wind Music Awards 2014

ELENA CHIRI: Nata a Roma da madre e padre salentini, Elena Chiri fin da bambina si sente un’emigrata. Nel suo progetto musicale ricerca la via del ritorno a casa, a un amore mai consumato verso la sua terra d’origine. La passione per le lettere classiche e gli studi etnomusicologici la portano a un lavoro di ricerca sulla tradizione musicale salentina e di derivazione greca. Il repertorio propone canti meno conosciuti e musiche d’autore della tradizione salentina per riappropriarsi delle proprie origini musicali e familiari. Uno studio che evidenzia il suo attaccamento alla radice, ma che vuole proiettare il cuore della tradizione, rosso come la terra del Salento, verso un abbraccio con le sonorità del Mediterraneo e il suo sguardo multiculturale.

ILARIA PILAR PATASSINI: cantautrice, interprete, performer, nasce a Roma da padre etrusco e madre nativa della foresta costaricense.

Ha all’attivo cinque album a suo nome, “Ilaria Y el Mar” (Indipendente, 2021), “Luna in Ariete” (Esordisco/Audioglobe,2019), “L’Amore è dove vivo” (Esordisco/Audioglobe 2015), “Sartoria Italiana Fuori Catalogo” (Esordisco/Egea 2011), “Femminile Singolare” (VCM/01, 2007) e svariati featuring discografici. Hanno scritto per lei e con lei Bungaro, Pacifico, Mauro Ermanno Giovanardi, Sandro Luporini, Franco Piana, Joe Barbieri, Tony Canto, lo scrittore Fabio Stassi. Di formazione randagia e accademica (è diplomata in Conservatorio in Canto e Repertori Vocali da Camera) nel suo mondo si incontrano canzone d’autore, folk, poesia, jazz, musica classica e popolare.

Dal 2014 collabora con il compositore e chitarrista Michael Occhipinti e al progetto italo-canadese Sicilian Jazz Project partecipando al disco “Muorica” che la vede ospite insieme al clarinettista Don Byron. Svolge regolare attività concertistica in Canada; Collabora con il pianista e direttore d’orchestra inglese Geoff Westley al progetto “Friends in Argentina” e con Peppe Servillo è la voce solista de “De Andrè Sinfonico”. Collabora con il bandoneonista Daniele Di Bonaventura. Dal 2005 al 2010 è stata vincitrice e finalista di molti concorsi nazionali e internazionali legati alla canzone d’autore e all’interpretazione. Dal 2015 è docente d’Interpretazione presso Officina Pasolini a Roma. Ha collaborato con la Radio Svizzera Italiana (RSI) in qualità di autrice di trasmissioni radiofoniche (“Se io fossi un Angelo”, “Canzoni e Contorni”, “Voci d’Autore”, “Caterina fa 90!” – speciale su Caterina Valente, “Canzoni in Girotondo”) e come speaker e cantante. Nel 2022 è stata ospite del Premio de André inseme a Daniele Silvestri e Neri Marcorè, a maggio ha rappresentato l’Italia per il festival internazionale algerino DIMAJAZZ e in giugno è salita come ospite sul palco dello Sferisterio di Macerata per il festival di Musicultura, presso lo Sferisterio di Macerata. Affiliata carbonara delle isole e del mare, vive tra Roma, Alghero e i gate degli aereoporti.

ROBERTO TARENZI: milanese di nascita e romano di adozione, suona e registra dalla metà degli anni ’90, ha suonato con molti grandi del jazz come David Liebman, Max Roach, Bobby Watson, Bob Brookmeyer, David Murray, Eddie Daniels, David Raksin, Franco Cerri, Enrico Rava, Franco Ambrosetti. Successivamente, Tarenzi ha suonato e registrato in diverse situazioni, in Europa come a New York, dove si è trasferito per un breve periodo nel 2006. Finalista nel prestigioso “Thelonious Monk International Piano Competition 2006”, si è esibito a Washington DC davanti a una giuria presieduta dal leggendario Herbie Hancock. Trasferitosi a Roma nel 2008, Tarenzi ha iniziato una intensa collaborazione con Stefano Di Battista e Rosario Giuliani, oltre a lavorare con Roberto Gatto, Maurizio Giammarco, Dario Deidda, Fabio Zeppetella, Fabrizio Bosso, Max Ionata, Gino Paoli, compiendo tournée in tutta Europa, Stati Uniti, Giappone.

I suoi ultimi lavori discografici sono “Love and Other Simple Matters” (JandoMusic 2018) con Jorge Rossi alla batteria e James Cammack al contrabbasso e “11 little thing” (Music Center, 2019) con Dario Deidda e Roberto Pistolesi.

JANY MCPHERSON: Nata a Guantanamo, dopo una eccellente carriera costruita a Cuba, dove è stata insignita del prestigioso premio “Adolfo Guzman” e dove ha collaborato a lungo con artisti come Omara Portuondo e Buena Vista Social Club, l’Orquestra Anacaona, Alain Perez, Manolito Simonet, Tata Guines, Miles Pena, si trasferisce in Francia a Nizza, dove attualmente risiede. Notata dal celebre producer francese Yves Chamberland (già produttore di Nina Simone, Henri Salvador, Michel Petrucciani e Richard Galliano), registra con lui il suo primo album “Tres almas”, con ospiti di rilievo (Didier Lockwood, Andy Narrel, Michel Alibo, Thierry Fanfant, Olivier Louvel), con arrangiamenti firmati da Nicolas Folmer (Big Band Jazz Paris) e da Bernard Arcadio (Henri Salvador). L’album, nel 2013 riceve la nomination per Cubadisco Internacional nella categoria “Miglior album di canzoni contemporanee”, nomination che si ripete nel 2014 per il suo secondo album “Blues Side Live” registrato dal vivo. Abituali le sue collaborazioni con stimati musicisti quali Andy Narell, Mino Cinelu, André Ceccarelli, Michel Alibo, Nicolas Viccaro, Pierre Bertrand, Hadrien Feraud e tanti altri. Ha partecipato ad importanti festival internazionali in USA, Messico, Cina, Perù, Nepal, Trinidad e Tobago, Italia, Spagna ed ovviamente in Francia: Nice Jazz Festival, Martinique Jazz Festival, Palais de Chaillot, L’Atrium Scène Nationale, Grenoble Jazz Festival, Saint Raphaël Jazz Festival, Jazz at Any Hour. (www.janymcpherson.com).

MAURIZIO PETRELLI è un cantautore leccese con alle spalle una lunga esperienza come batterista prima, pianista, cantante e compositore poi.

Inizia negli anni ’70 studiando pianoforte. Segue la sua passione di suonare la batteria che esercita fino agli anni’80, poi la sua nuova carriera di cantante pianista e compositore. Si esibisce con varie formazioni all’estero, su navi da crociera, hotels e teatri. Alla fine degli anni’90 inizia una proficua collaborazione con il trombettista Guido Pistocchi col quale partecipa a numerosi galàs in Europa. Nel 2008 forma la “Grande Salento orchestra” con la quale registra il primo CD “PUGLIAMERICA” (Dodicilune), con omaggio a Domenica Modugno.

Nel 2014 decide di pubblicare solo sue composizioni originali e pubblica con Alfa Music “Amori ed altre storie”.

Segue nel 2017 “Scatole di vetro” (Alfa music).

Molto apprezzati dal pubblico e dalla critica, i dischi sono stati arrangiati da Franco Piana e Vincenzo Presta.

Costante la sua attività di concerti in Italia e all’estero.

ELISABETTA GUIDO

Vocalist ed autrice di jazz, didatta del canto. Ha lavorato in tutta Europa ed inciso anche negli Stati Uniti. Ha collaborato, fra gli altri, con R.Arbore, R.Zero, R.Cocciante, C.Porter, J.Girotto, F.Boltro, R.Ottaviano, F. Bosso, che ha suonato anche nel suo ultimo disco “Arabesque”, uscito per Alfa Music, con il suo jazz trio milanese, con M. Fait e M. Vercesi. Dirige il coro gospel “A.M.Family” e la Community internazionale di cantanti @art_of_singing_ita su Instagram.

LASCIA UN COMMENTO