Incendio doloso in casa di proprietà dell’assessore del comune di Lizzano nel tarantino

0
90

Un attentato incendiario è stato compiuto in un appartamento in ristrutturazione a Lizzano (Taranto) di proprietà dell’assessore comunale alla Polizia Municipale e all’Agricoltura, Amedeo Motolese. L’immobile, al piano terra, non abitato, si trova in piazza Plebiscito.

Secondo quanto ricostruito, ignoti hanno sfondato la porta d’ingresso e dato alle fiamme due pneumatici che hanno provocato l’annerimento alle pareti. Non ci sono stati danni strutturali.
Sul posto i Vigili del fuoco e i carabinieri che hanno avviato le indagini per individuare i responsabili e stabilire il movente. L’assessore è titolare di un’azienda agricola.
“Esprimiamo sconcerto – ha scritto su Facebook il sindaco Antonietta D’Oria – oltre che la nostra vicinanza e totale solidarietà all’assessore Motolese per l’attentato subito, e riconfermiamo quanto la volontà di tutti i componenti del consiglio comunale sia quella di continuare ad amministrare Nella legalità e per la legalità il nostro paese”.
Esprime “solidarietà e vicinanza all’assessore” anche Mino Borraccino, consigliere del presidente della Regione Puglia per l’attuazione del Piano Taranto. “È triste – afferma – il verificarsi di questi terribili atti a danno di persone a modo come l’assessore Motolese, stimato lavoratore, militante da anni nel sociale ed in politica. A lui va il mio incoraggiamento a proseguire col suo impegno, sempre finalizzato al bene della comunità”. (ANSA).

Redazione

LASCIA UN COMMENTO