Il Tempo delle Icone. L’arte di Vincenzo Mascoli omaggia con Icons le personalità ‘pop’ del ‘900 negli eleganti teatri espositivi di Salvo Binetti

0
72

Il Tempo delle Icone. L’arte di Vincenzo Mascoli omaggia con Icons le personalità ‘pop’ del ‘900 negli eleganti teatri espositivi di Salvo Binetti

Il progetto Exhibit, in collaborazione con Avangart, dal 7 marzo al 7 aprile a Bari e Molfetta, con vernissage in via Andrea da Bari

 

La nuova avventura di Avangart e dell’agenzia I Monelli si arricchisce di una nuova gemma.

La visione irrequieta e di un laboratorio in magmatico fluire di Avangart Connessioni Creative è ora la scintilla di una nuova iniziativa di grande pregio, che accoglie in un ambiente esclusivo l’arte di Vincenzo Mascoli e dei simboli del nostro tempo, grazie al sapiente lavoro di ideazione, comunicazione e coordinamento dell’agenzia I Monelli, che da oltre vent’anni genera eventi di singolare creatività per emancipare la visibilità dei propri clienti nel territorio.

Avangart è uno straordinario motore estetico e culturale, ideato dalla fulminante idea di Nicolò Giovine e Sebastiano Pepe, che permette alla platea di fruire dell’arte contemporanea, attraverso incontri e pensieri, tendenze e protagonisti da condividere, anche in luoghi non deputati all’arte figurativa. Nata nel 2009, presente a Venezia, Matera ed in altre esposizioni di arte contemporanea, la galleria pugliese vanta collaborazioni privilegiate e partnership di rilievo come quella con Vittorio Sgarbi. Tra gli artisti della sua scuderia il quotato Vincenzo Mascoli. L’artista e grande scenografo di Corato è chiamato ad un vorticoso giro di impegni nelle grandi rassegne italiane e internazionali tra Berlino e Amsterdam, Milano e Como, New York e Londra, Bari e Firenze, per esportare il suo stile originale. Le sue ispirate opere, inserite nel progetto Exhibit, ora trovano casa a partire dal vernissage del 7 marzo a Bari nell’esclusivo e raffinato salone di Salvo Binetti in via Andrea da Bari, 74. Vera eccellenza del territorio, Binetti è pronto a coccolare il suo pubblico selezionato non solo con i migliori trattamenti, ma con un rigenerante momento di bellezza e colore, arte e costume, interpretati dal maestro figurativo con un segno inconfondibile. L’esposizione “Icons” si terrà sino al 7 aprile 2023 anche nel salone di Salvo Binetti di Molfetta in via Bettino Craxi, 5.

Il brand “Toni Pellegrino Art and Science”, di cui Binetti è direttore tecnico, nasce dallo studio scientifico della colorimetria e della morfologia dei volti, per offrire un risultato da sartoria su misura e raggiungere il connubio perfetto tra armonia estetica e benessere.

La fantasia ed il gusto di Salvo hanno permesso di realizzare con il progetto Exhibit il felice matrimonio tra il suo format e le creature di Mascoli con l’obiettivo di instaurare un nuovo e inedito rapporto tra estro creativo dell’arte e bellezza.

I suoi saloni ora sono pronti a diventare nuovi teatri espositivi, innovative gallerie temporanee di Avangart, con l’omaggio del pittore pugliese a donne e uomini indimenticabili. Rivivono così le sue ‘Icons’, celebri testimoni dell’avvenenza e costume femminili e modelli di personalità maschili. Le sue immagini “pop” sono sogno e fuga, estraniarsi fanciullesco ed evasione dalla frenesia quotidiana, nel lento evaporare del segno, che parte dalla figura centrale nitida e psicologica e poi diventa indistinto evocare. Il collage, fatto di immagini ricercate e archiviate, assume un valore di racconto didattico delle Icone rappresentate tutte con lo stesso formato e in primo piano. Interessante è l’utilizzo dei materiali acrilici, pastelli e penne, vernici, smalti e colori di ogni genere che si incastrano con un segno istintivo veloce e accattivante. Questo studio-ricerca trasforma le Icone in fotogrammi di una pellicola che, letti assieme, diventano un racconto della storia per immagini, un film che accompagnerà intere generazioni, data la forza evocativa delle opere.

«Cosa siamo diventati rispetto al grande flusso dilagante di oggi? È questa la domanda che si pone Mascoli e su cui ci invita a riflettere, riconoscendo all’arte una prerogativa speciale: la capacità di bloccare ciò che di per sé tenderebbe a essere un ‘panta rei’ in continuo movimento e a lasciare segni più labili nella nostra coscienza, individuale e collettiva» – dice di Mascoli il critico d’arte Vittorio Sgarbi.

Danzano nei suoi tributi pop palpitanti di colore archetipi di seduzione e personalità come il malinconico e aristocratico sorriso di Lady Diana, la carnale bellezza mediterranea di Sophia Loren, il malizioso broncio della ribelle e seducente Brigitte Bardot, i lineamenti duri e irregolari della regina soul Amy Winehouse e gli occhi magnetici e la bellezza dolente dell’artista messicana Frida Kahlo. Sono di scena l’eterea grazia e l’eleganza innata di Audrey Hepburn, l’italiana solarità di Raffaella Carrà con il suo “iconico” caschetto e l’accattivante sex symbol di Hollywood, la bionda per eccellenza dal fisico da pin up Marilyn Monroe. Completano la carrellata di icone uomini amati e desiderati, invidiati ed imitati, che sono stati fari indimenticabili di bravura artistica nel mondo della musica e dello spettacolo come l’osannato re del rock n’ roll Elvis Presley, il carismatico leader dei Doors Jim Morrison e le irripetibili maschere comiche di Totò e Stanlio & Ollio.

L’esposizione “Icons” sarà visitabile dal martedì al giovedì dalle ore 9,00 alle 19,00; venerdì e sabato dalle ore 9,00 alle 20,00 nelle sedi dei saloni di Salvo Binetti di Bari e Molfetta.

redazione

LASCIA UN COMMENTO