Il pianoforte di Bavota nella cena spettacolo del Pitrisino

0
1053

Giunge al quinto appuntamento “Spaghetti a Mezzanotte”, la rassegna del Pitrisino di Bari, diretta artisticamente da Ubique, che celebra il momento conviviale degli spaghetti a mezzanotte, un rito bellissimo e tramandato di storia in storia, da amici ad amici.

Venerdì 3 febbraio al Pitrisino si terrà un appuntamento speciale, una cena spettacolo che, oltre a prelibatezze del nostro territorio, come bruschette, salumi, latticini e i consueti spaghetti offerti a tutti i presenti, vedrà impegnato il pianista partenopeo Bruno Bavota, la cui musica è stata scelta da Paolo Sorrentino per alcuni suoi lavori.

Pianista e compositore napoletano, si è avvicinato alla musica a vent’anni e solo sei anni dopo al pianoforte, del quale si è subito innamorato. Nel suo percorso musicale sono tanti i successi ottenuti. A fine 2010 ha pubblicato il suo primo album, autoprodotto, “Il Pozzo d’Amor” e tre anni dopo è arrivato il suo secondo lavoro intitolato “La casa sulla Luna”, per l’etichetta italiana Lizard. L’uscita del disco è messa in risalto con un concerto presso la storica Royal Albert Hall di Londra. Importante è stata anche la partecipazione al festival Iceland Airwaves nel 2013, dove ha iniziato a registrare il suo terzo album “The secret of the Sea”, nell’aprile 2014 per l’etichetta irlandese Psychonavigation. “Mediterraneo” e “Out of the blu” sono i successivi lavori di questo pianista, che ha ormai girato tutto il mondo con la sua musica dai suoni intimi e dai caldi brani che esprimono un romanticismo lirico, un suono familiare.

La mia musica credo sia sincera e diretta – ha commentato Bruno Bavota. – Cerco di parlare al pubblico di cose semplici di tutto quello che mi accade nella vita, che può essere quella di altri e cerco di farlo con molta semplicità, che non vuol dire superficialità, andando affondo nella emozione e cercando di colpire chi mi ascolta”.

Nella sua performance al Pitrisino, Bavota proporrà un excursus nel suo programma musicale un viaggio sonoro all’interno della sua discografia, nel quale sarà fondamentale lo scambio che ci sarà tra lui e il suo pubblico elemento per lui importante. Non mancheranno i brani inseriti nella colonna sonora di “The Young Pope”, apprezzata serie televisiva italo-franco-spagnola di genere drammatico ideata e diretta da Paolo Sorrentino e in onda sulla piattaforma Sky.

Proporrò molti brani dell’ultimo disco ma poi come accade in ogni concerto, farò un percorso dal primo lavoro. In tutto sono cinque. Questo perché voglio che l’ascoltatore possa avere il quadro completo della mia attività, da dove sono partito a dove sono arrivato. Il rapporto con il pubblico è fondamentale. Mi emoziono anche quando sono da solo o in studio di registrazione, dove compongo gran parte dei brani. Ma la cosa più bella è sempre suonare la mia musica per il pubblico e cercare di ottenere uno scambio di emozioni”.

Alla mezzanotte sarà offerto, come sempre, un piatto di spaghetti alla carbonara.

di Maria Cristina Consiglio

 

LASCIA UN COMMENTO