IL 22 NOVEMBRE A BARI CONVEGNO SU “ERRORI GIUDIZIARI E PROSPETTIVE DI RIFORMA” E PRESENTAZIONE DEL LIBRO “L’OFFESA”

0
94
Justice. Judge hammer on the table

Si terrà martedì 22 novembre alle 9,30 nell’aula Magna del Dipartimento di Economia, Management e Diritto dell’impresa (in largo Abbazia Santa Scolastica, 53 a Bari) la presentazione del libro “L’Offesa. Una donna innocente. Il suo avvocato. L’accusa più infamate” edito da Errorigiudiziari.com scritto dall’Avvocato Rosario Orlando con la prefazione di Benedetto Lattanzi e Valentino Maimone.

Il libro parla di una storia vera accaduta a una donna per bene, svegliata nel cuore della notte con un pretesto e precipitata all’improvviso nel pieno di uno tzunami giudiziario, capace di travolgerla a colpi di false accuse, sciatteria investigativa, testimonianze fragili e inconsistenti. Un’ingiustizia enorme, un clamoroso errore giudiziario. Nel racconto di chi l’ha vissuto dal primo momento al fianco della protagonista.

Alla presentazione interverranno il Rettore dell’università di Bari, Prof. Stefano Bronzini, il Direttore D.E.M.D.I. Prof. Giovanni Lagioia, il Presidente di Confassociazioni Puglia, avv. Alessandro Amendolara e il Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Taranto, Avv. Antoniovito Altamura.

A seguire ci sarà il convegno “Errori Giudiziari e prospettive di riforma “introdotto dall’Avvocato Rosario Orlando e  coordinato dall’Avvocato Maria Terrusi. Di questo argomento ne discuterranno il Prof. Avv. Carlo Taormina, il Prof. Avv. Vincenzo Garofoli, il Dott. Massimo Brandimarte, il Prof. Avv. Francesca Iole Garofoli e l’Avv. Piero Rossi. Al dibattito è prevista anche la partecipazione del Viceministro della Giustizia, onorevole Avv. Francesco Paolo Sisto.

Il comitato scientifico ed organizzativo dell’incontro di studio è affidato ai Prof. Fabrizio Pompilio e alla Professoressa Francesca Iole Garofoli

L’incontro di studio è rivolto a tutti gli studenti del D.E.M.D.I. e darà luogo a 0,5 cfu per seminari e competenze manageriali, in corso di accreditamento.

Redazione

 

LASCIA UN COMMENTO