HERSKEDAL, MORLEO, CHASSOL e MASMA DREAM WORLD a TIME ZONES 2022 a Bari

0
72

Entro nel vivo il programma di Time Zones, la manifestazione dedicata allo musiche di ricerca arrivata alla XXXVII edizione. Il weekend del 1° e 2° ottobre presenta due serate con quattro artisti di caratura internazionale, musicisti capaci di percorrere strada compositive fuori dall’ordinario convincendo critica e pubblico. Tutti i concerti si terranno al Teatro Kismet di Bari, con inizio del primo live alle ore 21.00.

Ad aprire le performance del 1 ottobre sarà Daniel Herskedal, uno dei più talentuosi tubisti jazz norvegesi, che porterà nel capoluogo pugliese sia la sua esibizione solista sia la collaborazione con Morleo. Abilissimo nel creare vaste tavolozze di colori con il suo strumento, impegnato in molte collaborazioni con ensemble o come session-man, Herskedal ha inciso a suo nome diversi album, di cui molti su Edition Records (“Slow Eastbound Train”, “The Roc”, “Voyage”, “Call For Winter” e “Harbour”). Nelle vesti di compositore disegna paesaggi nordici con la tuba e una loop station, sfidando convenzioni e preconcetti su ciò che sia possibile ottenere con la tuba come strumento solista. Per la serata al Teatro Kismet eseguirà brani dall’album per sola tuba e loop station “Call For Winter” (2020) e suonerà anche insieme al giovane pianista-compositore barese Mattia Vlad Morleo, presentando materiale inedito in anteprima assoluta. Il giovane Morleo inizia la sua carriera discografica a 15 anni, pubblicando il suo primo disco, e approda alla musica per immagini a soli 17 anni. Seguono colonne sonore per due documentari di Massimo Vincenzi per RAI Storia e il documentario “Santa Subito” di Alessandro Piva per Sky Arte. Fra i riconoscimenti ricevuti ci sono anche la nomination all’Hollywood Music in Media Awards a Los Angeles, la vittoria dell’Akademia Awards a New York e il Premio Nino Rota 2022 a Bari. Il 16 Settembre è uscito il suo terzo album “The Second Light Of A Man”, anticipato da un video con la regia di Piva.

Il giorno dopo, domenica 2 ottobre, il Kismet ospita il pianista, compositore, arrangiatore, visionario manipolatore di suoni e immagini Christophe Chassol, francese che si è inventato un genere tutto suo per definire il proprio mondo musicale. Capace di spaziare tra minimalismo, jazz, elettroacustica, pop, folk, funk, world music e chill wave, ha adottato l’Ultrascore come metodo per “armonizzare la realtà”. Chassol registra, durante i suoi viaggi in giro per il mondo, scorci di vita e suoni della natura, li rielabora nella sua casa-studio, e li monta alle immagini mandate in loop, raccontando storie che rompono, in maniera armonica, qualsiasi certezza e schema narrativo, accorciando le distanze tra ordinario e insolito. A Time Zones presenterà l’ultimo album “Ludi” del 2020, che segue il successo del precedente progetto “Big Sun”. Nella stessa serata salirà sul palco anche Masma Dream World: figlia del mondo (suo padre è un ambasciatore del Gabon, sua madre è di Singapore), Devi Mambouka si trasferisce bruscamente a dodici anni dall’Africa Centrale al Bronx, venendo influenzata musicalmente da R&B, soul e world music. Il canto è stato il suo rifugio da quando aveva sei anni e il suo primo pubblico è stata la natura circostante. Per superare traumi, abusi e dipendenze, la giovane Devi ha imparato ad attingere alla sua magia interiore. Tali esperienze finiscono nell’EP del 2017 e nell’album “Play At Night” del 2020, in cui sono catturati i paesaggi sonori registrati durante i suoi viaggi nei rispettivi paesi d’origine della sua famiglia. Masma Dream World ci sfida a rivedere la nostra relazione preconcetta con l’oscurità, guidandoci a immergerci in essa. Musica per il subconscio, è anche un richiamo per coloro che sono veramente pronti al cambiamento e desiderano un nuovo mondo.

*****

PROGRAMMA

sabato 1 ottobre

ore 21 – Teatro Kismet – Bari

DANIEL HERSKEDAL solo 

Come compositore disegna paesaggi nordici con la tuba e una loop station, sfidando convenzioni e preconcetti su ciò che sia possibile ottenere con la tuba come strumento solista.

MATTIA MORLEO & DANIEL HERSKEDAL

Una produzione originale di Time Zones dove l’incrocio tra questi mondi lontani diventa pura poesia.

domenica 2 ottobre

ore 21 – Teatro Kismet – Bari

MASMA DREAM WORLD

Una sfida per rivedere la nostra relazione preconcetta con l’oscurità, guidandoci a immergerci in essa. Musica per il subconscio, richiamo per coloro che desiderano un nuovo mondo.

 

CHRISTOPHE CHASSOL 

Pianista, compositore visionario, manipolatore di suoni e immagini, si è inventato un genere tutto suo per definire il suo mondo musicale, che spazia tra minimalismo, jazz, elettroacustica, pop, folk, funk, world music e chill wave.

venerdì 7 ottobre

ore 21 – Teatro Kismet – Bari

VIOLENT SCENES

Il quartetto pugliese con una gavetta lunga quasi un decennio e oltre un centinaio di concerti in tutta Italia solo negli anni 2018-19 e 2021-22, c’è riuscito. Dopo aver pubblicato un album nel 2017 e un EP nel 2019, si fermano per oltre un anno a causa della pandemia. “Rebirth” è il nuovo EP, realizzato nel 2021 e pubblicato all’inizio del 2022, che segna la “rinascita” stilistica del gruppo, che parte dal post-rock e dalla psichedelia dei precedenti lavori per approdare ad un rock sperimentale d’autore, passando per l’ambient-glitch elettronica. Particolarità della nuova versione del gruppo è che tutti i membri suonano tutti gli strumenti in studio e dal vivo.

Gruppo che parte dal post-rock e dalla psichedelia dei precedenti lavori per approdare ad un rock sperimentale d’autore, passando per l’ambient-glitch elettronica.       

CHRISTIAN LÖFFLER

Nato e cresciuto nella penisola tedesca di Darβ, una regione isolata sulla costa meridionale del Mar Baltico, ha il suo studio audio-visivo in un bosco di betulle e salici con una magnifica vista sul mare. Lontano dall’ambiente musicale tedesco, svedese o danese, ha imparato da solo a fare musica elettronica, traendo una forte ispirazione dai luoghi in cui è nato e tuttora vive.

La sua è una musica ambient elettronica fortemente immaginifica e cinematica, che si ispira anche ai grandi compositori classici. Il suo ultimo lavoro “Parallels”, uscito nel febbraio 2021, è stato commissionato dalla Deutsch Grammophone ed è costituito da rielaborazioni elettroniche piuttosto radicali di brani noti e meno noti dei più grandi compositori mai esistiti, tra cui Bach, Beethoven e Chopin. Una musica ambient elettronica UNICA fortemente immaginifica e cinematica, che trae ispirazione dai grandi paesaggi naturali del mar Baltico dove vive, ma anche dai grandi compositori classici del passato.

sabato 8 ottobre

ore 21 – Teatro Kismet – Bari

PANDA CLAN

Episodio più che raro del panorama musicale italiano. Custodendo gelosamente la propria identità questo gruppo si ispira in toto al pensiero ed agli scritti del grande intellettuale ed attivista americano Noam Chomsky.

MOKADELIC 

Quintetto romano attivo nella composizione di colonne sonore per cinema, TV e teatro. Atmosfere post-rock, neo-psichedeliche e suggestioni ambient-elettroniche dense di melodiche distorsioni e implacabili crescendo. La bellissima colonna sonora di Gomorra li ha fatti conoscere in giro per il mondo.

sabato 15 ottobre

ore 21 – Anche Cinema – Bari

CALIBRO 35 “Scacco Al Maestro (Le Musiche di Ennio Morricone)” 

Il gruppo funk-jazz italiano ispirato alle colonne sonore di film di genere poliziottesco italiano degli anni ’70 torna con un nuovo progetto sulle musiche del Maestro Ennio Morricone. Una minuziosa ricerca sulle meccaniche idonee a far funzionare il matrimonio fra spartiti e pellicole, architettando nuove versioni nel rispetto delle partiture originali, pur concedendosi qualche libertà. il loro non è un concerto ma una esperienza sonora totale.

*** 

LITERATURE 2022 

Zarathustra – (coprod.Diaghilev Teatri) Vallisa 4- 9 ottobre:

Paolo Panaro e Antea Chionna voci recitanti. Musiche eseguite in scena da Francesco Scagliola

Un viaggio nell’opera di Nietzsche in due parti, dedicate a Così parlò Zarathustra e Al di là del bene e del male. L’idea dell’“eterno ritorno” è la misteriosa intuizione che segna il passaggio alla ultima fase del pensiero di Nietzsche e lo trasforma dall’interno. Attraverso i suoi trattati, il grande scrittore tedesco, elabora una nuova forma di riflessione, minando tutto ciò che, in occidente, c’era stato in precedenza. Idee “per tutti e per nessuno”, espresse con parole organizzate in un linguaggio unico e musicale. La filosofia, per la prima volta nella storia dell’umanità, si trasforma in poesia. I suoi testi sono pieni di enigmi, protetti da imperscrutabili sigilli, da definizioni che appaiono ogni volta diverse, di concetti che assumono, a seconda delle epoche, significati molteplici. La morte di Dio, il superuomo, l’allontanamento da Schopenhauer e da Wagner, l’allucinatoria fiducia in se stesso, l’attaccamento alla terra e la rinuncia ad ogni illusione oltremondana: Nietzsche getta le basi per la creazione delle teorie che sosterranno il sistema filosofico dell’uomo contemporaneo.

*****

info e prenotazioni
3385957238 – timezones@alice.it

redazione

LASCIA UN COMMENTO