Grumo, al via una nuova un’azione di sensibilizzazione al conferimento dei rifiuti

1
205

AMBIENTE – INIZIATIVA PER INCREMENTARE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA E RIDURRE LE IMPURITA’

Grumo, al via una nuova un’azione di sensibilizzazione al conferimento dei rifiuti

Il sindaco Minenna: “L’obiettivo di tale azione è ridurre al minimo la quantità di frazione di rifiuto indifferenziato”

 

GRUMO – Raccolta differenziata: controlli a tappeto. I rifiuti “non conformi” saranno etichettati con il “bollino” e non saranno ritirati dagli operatori della Teknoservice, gestore del servizio di igiene urbana. L’utente dovrà, quindi, ritirare il sacchetto e/o il mastello “non conforme”, esposto sul suolo pubblico o all’interno del contenitore, provvedere a dividere correttamente i rifiuti in esso contenuti ed esporlo nuovamente nel successivo giorno di ritiro previsto. Al via un’azione di contrasto al conferimento “non conforme” per quei cittadini che, purtroppo, non rispettano le regole sulla raccolta. Di concerto con l’amministrazione comunale, Teknoservice sta intraprendendo un virtuoso cammino di sensibilizzazione dei cittadini per stabilizzare i dati di raccolta differenziata che, tra l’altro, si attestano al 71%.

Ecco le regole: rispettare gli orari di esposizione dei mastelli (come indicato nel calendario settimanale); separare sempre le frazioni e conferirli solo nei giorni previsti (carta-cartone, plastica-lattine, organico, secco-indifferenziato, vetro); usare, solo ed esclusivamente, gli appositi contenitori (mastelli o carrellati); utilizzare unicamente i sacchetti gialli per la plastica, muniti di codice identificativo, ritirabili gratuitamente dal distributore automatico, situato presso il comando della Polizia Locale; adoperare solo sacchetti di plastica biodegradabili per la frazione organica; appiattire e piegare la frazione di “carta e cartone”.

“La filiera di raccolta, fatta con criterio – spiega Michele Minenna, sindaco di Grumo Appula – consente di incrementare il ristoro Conai che, tra l’altro, contribuisce ad abbattere i costi di gestione e di conseguenza il valore della tassa dei rifiuti (Tari). Tutti i cittadini, per di più, collaborino esponendo solo ed esclusivamente i mastelli (in caso di mancanza facciano richiesta al Comando Polizia Locale) peraltro, tutti muniti di codice identificativo, di chiusura anti randagismo che, per di più, evitano di sporcare oltre misure le strade. Obiettivo di questa azione, di fatto, mira a sensibilizzare tutta la comunità, a voler attuare una attenta raccolta differenziata volta a ridurre al minimo la quantità di frazione di rifiuto indifferenziato, il cui smaltimento nelle discariche autorizzate ha un costo molto oneroso per le tasche dei cittadini”.

redazione

___________________________________

1 COMMENTO

  1. Come siete fiscali per fare la differenziata e per risolvere il problema Tarì non si fa nulla vergognatevi non venite più per le prossime votazioni dovete andare tutti a cacare 🤬🤬🤬

LASCIA UN COMMENTO