8.4 C
Bari,it
sabato 4 Febbraio 2023
GROTTAGLIEteatro: STAGIONE TEATRALE AL VIA DAL 25 GENNAIO. ABBONAMENTI IN VENDITA DAL...

GROTTAGLIEteatro: STAGIONE TEATRALE AL VIA DAL 25 GENNAIO. ABBONAMENTI IN VENDITA DAL 20 DICEMBRE

0
73

 

CITTÀ DI GROTTAGLIE – ASSESSORATO ALLA CULTURA

TEATRO PUBBLICO PUGLIESE

TEATRO MONTICELLO

Stagione di prosa 2022/2023

Giorgio Marchesi, Lucrezia Lante Della Rovere e Stefano Santospago, Cesare Bocci e Galatea Ranzi, Sara Bevilacqua Roberto Ciufoli con Benedicta Boccoli, Simone Colombari e Sarah Biacchi.

La scena dei ragazzi 2022-23
Due appuntamenti domenicali per famiglie:
“Il gatto con gli stivali” e “Celestina e la luna”

Prenderà il via il 25 gennaio la stagione di prosa 2022/23 del Teatro Monticello organizzata dalla Città di Grottaglie in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese. Cinque appuntamenti con alcuni degli artisti più apprezzati della scena nazionale: Giorgio Marchesi; Lucrezia Lante Della Rovere e Stefano Santospago; Cesare Bocci e Galatea Ranzi; Sara Bevilacqua; Roberto Ciufoli, Benedicta Boccoli, Simone Colombari e Sarah Biacchi. Ad anticipare l’inizio della stagione di prosa, il 15 gennaio (ore 17.30), “Il gatto con gli stivali”, il primo dei due appuntamenti con “La scena dei ragazzi”, gli spettacoli domenicali per famiglie. Firmata Granteatrino, con la regia di Paolo Comentale, la storia, conosciutissima dal pubblico di ogni età, riporta al rapporto autentico tra l’uomo e il mondo della natura e degli animali domestici fatto di amicizia, rispetto e inedita complicità.

“A Grottaglie riprende la stagione teatrale con due importanti rassegne: “La scena dei ragazzi” per i più piccoli, e la prosa – dichiara il Sindaco, Ciro D’Alò -. Nell’ultimo anno sentivamo forte la necessità di recuperare e implementare l’offerta culturale della nostra città con il teatro. In un clima di ritrovata normalità post pandemia, era doveroso restituire al pubblico quelle emozioni, quella gioia, che solo  il teatro, e gli spettacoli dal vivo, consentono di vivere. La Stagione di Prosa 2022/2023 presenta appuntamenti importanti, di qualità, con artisti noti a livello nazionale e internazionale, i cui nomi parlano da soli, ma un’attenzione particolare è stata dedicata anche alla scena dei ragazzi”.

“Portando i piccoli a teatro – continua l’assessore alla Cultura, Antonio Vinci – attraverso i matinée e gli spettacoli domenicali, si coglie un’occasione per attivare momenti di arricchimento e apprendimento, occasioni di presa di coscienza e socializzazione, assolutamente complementari alla loro vita scolastica. Da ultimo – conclude Vinci – mi piace molto l’idea che tra i regali da mettere sotto l’albero, ci sia anche l’abbonamento alla stagione di prosa. Come amo dire in questo periodo: a Natale regalatevi la cultura, regalatevi il teatro”.

“Siamo fieri di lavorare accanto all’amministrazione di Grottaglie anche per questa stagione teatrale – commenta Sante Levante, direttore del Teatro Pubblico Pugliese -. Il teatro  è un luogo sempre pieno di vita, emozioni e riflessioni. È un luogo di ritrovo dei cittadini, è la piazza dove ci si confronta su temi importanti, è la casa dove si trascorre del tempo in armonia. Ed è per questo che ogni anno lavoriamo, con tutti i nostri uffici, alla creazione di stagioni che possano incontrare l’interesse del pubblico e far scaturire riflessioni profonde attraverso gli spettacoli scelti, interpretando così il nostro compito di formazione del pubblico. Da qui deriva anche l’attenzione ai più piccoli e alle famiglie a cui è dedicata una specifica rassegna”.

Con la prosa si inizia invece, come accennato, il 25 gennaio. Tutti gli spettacoli saranno alle 20.30. Il primo a calcare il palco del Teatro Monticello sarà Giorgio Marchesi in “Il Fu Mattia Pascal”, per la regia dello stesso Marchesi e di Simonetta Solder. Una versione del grande classico di Luigi Pirandello in cui si è scelto di sperimentare un linguaggio che potesse essere accessibile e appetibile a tutti, anche e soprattutto alle nuove generazioni.

L’11 febbraio Lucrezia Lante Della Rovere e Stefano Santospago portano sul palco “La Divina Sarah”, da “Memoir” di John Murrel per la regia di Daniele Salvo. Nel diciannovesimo secolo, una famigerata attrice francese divenne nota come “The Divine Sarah”. Una celebrità: Sarah Bernhardt, The First Artist  Superstar. Ma era più di una semplice “superstar”, era un essere  incredibile, un’anima meravigliosa.

Il giorno dopo, domenica 12 febbraio (ore 17.30), è in programma il  secondo appuntamento per famiglie. A Grottaglie arriverà la compagnia Crest con “Celestina e la luna”, uno dei suoi grandi e amatissimi classici, per la regia Damiano Nirchio e Anna De Giorgio. Celestina è una bambina con un’immaginazione senza confini, sempre persa dietro progetti inverosimili o imprese strampalate. Ma le sue doti così speciali le costano tanta solitudine e gli sfottò anche pesanti degli altri ragazzini. Unica amica possibile, e necessaria, è Amie, un’amica immaginaria che da tempo la affianca in ogni impresa. L’ultima fissazione della nostra eroina è… la Luna: mesi di calcoli e coloratissimi progetti dimostrano che lo spazio è a portata di mano e andare sulla luna un gioco da ragazzi. Anzi… da ragazze!

La stagione prosegue con la prosa l’11 marzo quando Cesare Bocci e Galatea Ranzi saranno i protagonisti de “Il Figlio”, per la regia di Piero Maccarinelli. Il testo di Florian Zeller fa parte di una trilogia Il Padre, La Madre, Il Figlio, testi non collegati fra loro se non dal numero dei personaggi – 6 – e dalle implicazioni umane e sociali. Mentre nel Padre venivano analizzati i rapporti degli altri in rapporto all’Alzheimer, qui Zeller ci conduce sapientemente per mano sul terreno delle incomprensioni generazionali all’interno del nucleo familiare.

La stagione prosegue il 28 marzo con Sara Bevilacqua ne “La stanza di Agnese”. I ricordi di una vita, quella di Agnese Piraino Leto in Borsellino, sin da quando incontra per la prima volta Paolo, giovane pretore a Mazara del Vallo.

Chiude la stagione, il 4 aprile “Il test”, con Roberto Ciufoli, che cura anche la regia, e Benedicta Boccoli, Simone Colombari, Sarah Biacchi. Hèctor e Paula, una coppia con qualche problema economico, devono affrontare la scelta che gli  propone il vecchio amico Toni: accontentarsi di una piccola ma immediata fortuna o aspettare lunghi anni per decuplicarla? Fra battute di spirito al vetriolo e sferzanti dialoghi, i protagonisti vengono spinti a prendere decisioni che nell’arco di una cena cambieranno radicalmente le loro vite, forse per sempre.

Gli abbonamenti alla stagione di prosa saranno in vendita a partire dal 20 dicembre 2022. I biglietti degli spettacoli di prosa saranno in vendita a partire dal 10 gennaio 2023. I biglietti degli spettacoli domenicali per le famiglie saranno in vendita a partire dal 20 dicembre 2022.

Sarà possibile acquistare abbonamenti e biglietti dal martedì alla domenica dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.30 alle ore 18.30, presso l’Infopoint presso il Castello Episcopio, Largo Maria Immacolata (Tel. 0995620427 – infopoint@comune.grottaglie.ta.it).

Il giorno di rappresentazione a partire da un’ora prima dell’inizio dello spettacolo sarà possibile acquistare i biglietti direttamente in teatro, esclusivamente nella tariffa intera: i biglietti ridotti potranno essere acquistati esclusivamente presso l’Infopoint.

I biglietti saranno in vendita anche on line e nei punti vendita Vivaticket.

Info:

Infopoint presso il Castello Episcopio

Largo Maria Immacolata

Tel. 099.5620427

infopoint@comune.grottaglie.ta.it

www.teatropubblicopugliese.it

LASCIA UN COMMENTO