Grano: nuovi accordi Barilla-agricoltori

0
1154
Stabilimento Barilla a Foggia

Un prezzo minimo stabilito di 280 euro a tonnellata e la garanzia della qualità e della sostenibilità ambientale del grano duro italiano, sono i principali vantaggi che derivano dai nuovi contratti nazionali di coltivazione, per la prima volta triennali (2017-2019), siglati oggi tra Barilla e gli agricoltori pugliesi nello stabilimento di Foggia, il secondo in Italia per capacità produttiva dopo quello della casa madre in provincia di Parma.

L’accordo riguarda le varietà di grano Aureo 100% italiano, con cui si produce la pasta Voiello, e il grano Svevo. I nuovi contratti triennali prevedono, è stato sottolineato, un sensibile aumento dei volumi: nei prossimi tre anni, infatti, il Gruppo di Parma si è impegnato ad acquistare dagli agricoltori della regione Puglia più di 140mila tonnellate di grano duro. Dei volumi che saranno acquistati da Barilla con il nuovo accordo pluriennale, 68mila tonnellate sono di grano Aureo (+35% rispetto al 2016) e 70mila tonnellate di Svevo.

ansa

di Antonio Carbonara

LASCIA UN COMMENTO