FESTIVAL PIANISTICO FAUSTO ZADRA – Mercoledì 14 settembre (a Cellamare) e giovedì 15 settembre (a Corato) il duo chitarra-pianoforte VANNUCCI-TORRIGIANI

0
56

FESTIVAL PIANISTICO FAUSTO ZADRA – Mercoledì 14 settembre (a Cellamare) e giovedì 15 settembre (a Corato) il duo chitarra-pianoforte VANNUCCI-TORRIGIANI

 

XII Festival Pianistico Fausto Zadra

 

Mercoledì 14 settembre (ore 21) – Cellamare (Castello Caracciolo)

Giovedì 15 settembre (ore 21) – Corato (chiostro Palazzo di Città)

 

Itala e Spagna per 88 tasti e 6 corde

Lapo Vannucci, chitarra

Luca Torrigiani, pianoforte

 

Esplorare nuovi ambiti del repertorio per chitarra e pianoforte. Con queste premesse dieci anni fa Lapo Vannucci (chitarra) e Luca Torrigiani (pianoforte) decisero di dare vita al duo di scena per il Festival pianistico Fausto Zadra diretto da Filippo Balducci. L’appuntamento è doppio, mercoledì 14 settembre (ore 21) nel Castello Caracciolo di Cellamare e giovedì 15 settembre (ore 21) nel Chiostro di Palazzo di Città, a Corato.

Dieci anni fa Vannucci e Torrigiani trasferiscono nel progetto duo non solo la comune passione per la musica, ma anche una consolidata amicizia. Entrambi laureati con lode al Conservatorio «Luigi Cherubini» di Firenze, con successivi approfondimenti alla prestigiosa Accademia «Incontri col Maestro» di Imola, alla Scuola di Musica di Fiesole e all’École Normale de Musique de Paris, Vannuci e Torrigiani iniziano, così, un’intesa attività concertistica e diventano particolarmente attivi nell’ambito della musica contemporanea, con l’esecuzione in prima assoluta di brani a loro dedicati.

E, infatti, il recital in programma per il Festival Zadra prevede, tra i tanti, alcuni pezzi scritti per loro, «Recuerdos op. 1818» e «Empire State Building» da «Sogno americano op. 220» per pianoforte solo di Teresa Procaccini, e «Strati 1, 2, 3 e 5» di Francesco Di Fiore. Dal repertorio contemporaneo provengono anche «Cézanne» e «Formentera», pagine di Luciana Bigazzi e Maurizio Colonna, mentre nel pieno Novecento si piomba con la «Fantasia op. 145» di Mario Castelnuovo-Tedesco. Completano il programma «Deuxième Aire» ispirato al «Mosé» di Rossini e firmato da Matteo Carcassi, un virtuoso della chitarra della prima metà dell’Ottocento all’epoca molto famoso come concertista, «Elegia da Castillos de España» di Federico Moreno Torroba e «Recuerdos de la Alhambra» di Francisco Tárrega.

Info su www.coratopianofestival.it e sulla pagina Facebook del Festival, manifestazione sostenuta dal Comune di Corato, dalla Fondazione «Vincenzo Casillo e da alcuni imprenditori locali. I biglietti sono acquistabili all’ingresso a partire da un’ora prima dell’inizio. Prenotazioni con un messaggio Whatsapp al 340.5238643.

Redazione

 

LASCIA UN COMMENTO