Festival Internazionale di Cinema, Arte e Musica (I^ edizione) – Ostuni dal 21 al 26 giugno

0
301

 

Dal 21 al 26 giugno 2022, Allora Fest celebrerà registi, artisti e musicisti che ci ispirano e ci mostrano l’umanità nella sua massima espressione. Le questioni sociali e ambientali saranno al centro della selezione, con una particolare attenzione alle anteprime internazionali e italiane che elevano l’animo umano e incoraggiano la diversità, l’inclusione, l’equità e la giustizia ambientale. Accompagnate da un intensivo programma di masterclass, installazioni artistiche e concerti, red carpet celebrations e gala, la città di Ostuni si trasformerà in un vivace luogo di ritrovo creativo.

Siamo felicissime di annunicare che tra gli illustri ospiti di questa prima edizione avremmo tra noi l’artista Paolo Canevari, le attrici e attori Marisa Tomei, Alfre Woodard, Edward Norton, Jon Hamm, Matt Dillon, Jeremy Irons, Sinead Cusack, Joely Richardson, Raoul Bova, e i registi Oliver Stone, Pawel Pawlikowski, Martin Campbell, Edoardo Winspeare, Paul Haggis e Bobby Moresco, tra tanti altri.

 

Con il loro grande supporto daremo visibilità alle questioni sociali e ambientali più vicine ai nostri cuori. A differenza di altri festival, i nostri Alloro Awards non saranno consegnati a registi e attori; bensì saranno i registi e attori a premiare i veri eroi della vita reale che nella loro lotta alla giustizia sociale e ambientale fanno tutti i giorni la differenza.

Vi aspettiamo questo mese di giugno a Ostuni!

 

 

Silvia Bizio e Sol Costales Doulton

 

 

CINEMA

 

L’Allora Fest propone una selezione di film italiani e internazionali scelti secondo criteri di originalità e di attinenza alla missione della manifestazione: celebrare il meglio di noi stessi con particolare attenzione ai film che abbracciano i temi dell’immigrazione e dell’ambiente, della diversità, dell’inclusione e della giustizia sociale in ogni settore dell’esistenza. Verranno presentate 20 opere tra lungometraggi, documentari e cortometraggi italiani, europei e internazionali.

 

Fra i film in anteprima italiana si contano Princess of the Row di Van Maximilian Carlson (Prima europea) prodotto da Morgan Freeman; imperfect di Regan Linton e Brian Malone (Prima europea), A Cuban Documemory di Marissa Chibás (Prima europea), Summer of Soul, diretto da Questlove, vincitore del premio Oscar come miglior documentario (prima italiana), il film Hamlet Within di Ken McMullen, prima italiana dopo il festival di Cannes, il film italiano Corro da Te di Riccardo Milani che ha vinto la quarta edizione di “Altri Sguardi – Cinema e solidarietà in carcere” assegnato da una giuria di detenuti maschi di Rebibbia a Roma, e cortometraggi come The Pratt in the Hat  e Suicide (prima europea).

 

Silvia Bizio

 

 

MASTERCLASS

 

In collaborazione con la Roma Film Academy, partner esclusivo per le attività Educational e il Palazzo Roma di Ostuni, Allora Fest riaccenderà il vero significato della masterclass. Disponibile in streaming anche su piattaforma online, le masterclas sono rivolte al giovane pubblico e agli studenti, il cui ambizioso fine è quello di accendere una scintilla e ispirare la prossima generazione di lavoratori nel mondo dello spettacolo. Durante i 6 giorni, un intenso programma di lezioni e workshop in sceneggiatura, regia, produzione, montaggio cinematografico e composizione musicale per il cinema sarà tenuto dai migliori professionisti dell’industria cinematografica, tra cui 10 vincitori o candidati agli Oscar e diversi vincitori di Emmy, Golden Globe e David Donatello. I giovani artisti in erba che parteciperanno alle masterclass avranno così la possibilità di ricevere ottimi consigli direttamente da coloro che hanno lottato a lungo per raggiungere l’apice nella loro professione.

 

Tra questi ci sono le attrici e attori Marisa Tomei, Alfre Woodard, Edward Norton, Jon Hamm, Matt Dillon, Jeremy Irons, Sinead Cusack, Edi Gathegi e il co-fondatore del festival Raoul Bova, e i registi Oliver Stone, Pawel Pawlikowski, Martin Campbell, Edoardo Winspeare, Paul Haggis e Bobby Moresco.

 

Paul Haggis

 

ARTE

 

Paolo Canevari con Cardi Gallery

Innocenti (Monumenti della Memoria)

 

Paolo Canevari presenta con Cardi Gallery Innocenti, un’installazione site-specific nell’ex Manifattura Tabacchi di Ostuni. Innocenti, si inserisce nella serie di lavori Monumenti della Memoria e sfida la nozione di scultura considerata come qualcosa di permanente e duraturo.

 

L’installazione sarà realizzata con i tubi Innocenti, un materiale industriale utilizzato nell’edilizia per la costruzione di impalcature. In quest’occasione però “la struttura non avrà uno scopo pratico come normalmente succede nell’uso delle tubature Innocenti, non si appoggerà o sosterrà nulla. Sarà costruita al centro dello spazio e sarà auto-sostenuta. Rappresenterà e servirà unicamente a sé stessa…Le tubazioni Innocenti nascono per costruire e sostenere, nel mio lavoro il loro compito è quello di costruire e sostenere il pensiero dell’arte che diventa opera.”1

 

Canevari esplora le proprietà estetiche di questo materiale, permettendo alla struttura di espandersi tra le pareti délabrée della Manifattura Tabacchi di Ostuni chiusa da oltre cinquant’anni. Una leggenda urbana racconta che la manifattura chiuse le sue porte dopo la morte accidentale e misteriosa della figlia del propietario dal montacarichi. La chiave di lettura dell’opera di Canevari si nasconde nel titolo. “I monumenti sono stati spesso innalzati per glorificare le vittime innocenti dei drammi della storia. Il mio lavoro vuole essere un’omaggio a tutte quelle vittime e a tutti quegli innocenti.”

 

Un speciale ringraziamento a Cosimo Zaccaria, proprietario della struttura, la cui sensibilità e amore per l’arte l’hanno spinto a sostenere questo progetto. Partner dell’installazione è l’azienda Scaffsystem che progetta e produce soluzioni in acciaio per la logistica, l’architettura e il design. Scaffsystem ha sostenuto la realizzazione dell’opera di Paolo Canevari perché convinta del potere dell’arte contemporanea nel veicolare riflessione e apertura, in continuità con il suo storico impegno verso la cultura e il sociale. Il progetto conta sulla collaborazione di Galleria delle Idee.

 

Sol Costales Doulton

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1 Paolo Canevari, Innocenti, Monumenti della Memoria 2022.

 

MUSICA

 

Allora Fest durante tutta la settimana ospiterà grandi musicisti italiani e internazionali.

Il focus del festival è l’attivismo sociale, la sostenibilità ambientale e in particolare l’attivismo per la difesa dei diritti degli animali. Moby, pseudonimo di Richard Melville Hall, noto musicista – cantautore e produttore discografico statunitense – vincitore di numerosi premi nel corso della sua lunga carriera è un forte esponente dei movimenti di Animal Rights. Vegano dall’età di 22 anni, Moby, in onore dell’Allora Fest e delle condivise battaglie sociali, ha creato un inedito DJ Mix che verrà presentato in esclusiva sabato 25 giugno al Palazzo Roma di Ostuni. Nella serata di sabato 25 giugno la Line up vedrà Moby accompagnato dagli European Vampire – giovane gruppo italiano Dance/Elettronico che ruota attorno al cantante Lorenzo Sutto – e da Opal, pseudonimo di Francesco Velardi – noto DJ degli after dance/party milanesi.

 

Nelle altre serate del festival in feste e serate esclusive, si esibiranno inoltre numerosi altri artisti, da Valentina Parisse a Tom Leeb fino ad arrivare al giovane e prodigioso pianista ostunese Giacomo Bruno.

 

Sol Costales Doulton

 

CARDI GALLERY

 

 

PAOLO CANEVARI

 

Innocenti, 2022 (Monumenti della Memoria)

 

Ostuni, 20-26 giugno 2022

 

 

Cardi Gallery, nel contesto della prima edizione di ALLORA, International Festival of Cinema Art and Music in Puglia, presenta Innocenti, un’installazione site-specific dell’artista Paolo Canevari, collocata nella suggestiva cornice della Ex Manifattura Tabacchi di Ostuni. Il progetto è realizzato con il supporto tecnico di ScaffSystem/Officine Tamborrino e Galleria delle Idee.

 

L’opera si inserisce nella serie di lavori Monumenti della Memoria che nasce nel 2010 all’interno di una riflessione sull’idea di rappresentazione.

È realizzata utilizzando tubature Innocenti, normalmente impiegate per la costruzione di ponteggi nei cantieri edilizi e qui deprivate della loro funzionalità pratica per comporre una scultura che, autosostenendosi e articolandosi nello spazio, acquista una particolare monumentalità e diventa opera d’arte.

 

Il progetto Innocenti è basato proprio sulla percezione che comunemente si ha della scultura come opera ed elemento monumentale permanente e duraturo. Percezione che in questa sede viene scardinata dall’utilizzo di un materiale industriale che per sua natura è smontabile, quindi provvisorio e transitorio.

 

Il concetto di precarietà della costruzione è enfatizzato dalla possibilità di guardare attraverso la scultura: lo sguardo dello spettatore si può spingere oltre il visibile, ambendo a capire il senso interno dell’opera, a indagarne la struttura.

 

In un dialogo continuo tra l’immortalità della memoria e la deperibilità della materia, tra monumentalità e provvisorietà, tra esterno ed interno, le tubazioni Innocenti contribuiscono qui a sostenere il pensiero dell’arte che diventa opera.

 

Nato a Roma nel 1963, Paolo Canevari rappresenta la terza generazione di artisti nella propria famiglia. Sin dalla prima mostra personale del 1991, in cui iniziò a utilizzare camere d’aria e pneumatici di automobile, Canevari ha sviluppato un linguaggio personale volto alla rivisitazione del quotidiano e degli aspetti più intimi della memoria. Nel corso degli anni, e attraverso l’utilizzo di svariati materiali e tecniche, dall’animazione fino ai disegni di grande formato, dal video fino all’installazione, i suoi progetti hanno assunto connotazioni concettuali molto forti. Ponendo l’attenzione sull’uso di simboli, icone e immagini che sono parte integrante della memoria collettiva, spesso le sue opere invitano lo spettatore a un confronto diretto.

 

Cardi Gallery è stata fondata a Milano nel 1972 da Renato Cardi per promuovere il lavoro di quegli artisti italiani moderni e contemporanei che aveva iniziato a collezionare con grande intuizione alla fine degli anni ’60. Tra artisti come Cy Twombly, Lucio Fontana, Piero Manzoni e molti altri di quelli che sono diventati i grandi nomi dell’Arte Povera e dello Spazialismo, la galleria ha sempre continuato a sostenere artisti emergenti, contribuendo significativamente al lancio di molte delle loro carriere. Ora guidata dal figlio, Nicolò Cardi, Cardi Gallery continua a plasmare il panorama culturale della sua città, Milano e dal 2015 apre una sede a Londra. Presenta un programma regolare di mostre di qualità museale, ciascuna accompagnata da pubblicazioni che vantano testi di eminenti critici internazionali.

 

ALLORA Fest si prefigge di diventare una manifestazione culturale unica e incisiva, che celebra registi, artisti e musicisti, fonte di ispirazione e capaci di mostrare l’umanità in tutte le sue sfaccettature.

La città di Ostuni, grazie ad installazioni artistiche, proiezioni cinematografiche e concerti, si trasformerà in un vivace luogo di confronto e creatività.

ALLORO AWARDS

 

CERIMONIA DI PREMIAZIONE 25 GIUGNO, MESAGNE

A differenza di altri festival, i nostri Alloro Awards non saranno consegnati a registi e attori; bensì, registi e attori, useranno la loro piattaforma per premiare i veri eroi della vita reale che nella loro lotta alla giustizia sociale e ambientale fanno tutti i giorni la differenza.

Coloro che verranno premiati con gli Alloro Award 2022 sono tutte persone che hanno dato un contributo significativo nel loro campo: parlando e prendendo posizioni di principio o impopolari, promuovendo la causa dei diritti umani e civili, sostenendo la giustizia ambientale, dando potere ai diseredati o promuovendo l’assistenza sanitaria e l’istruzione a coloro che rischiano di essere dimenticati. I premiati Alloro Award 2022 sono Ayman Mohyeldin (Commitment to Journalism), Soraya Hosni (Commitment to Environmental Justice), Alessandro Porro (Commitment to the Disenfranchised), Giuseppe Marchionna (Commitment to Fraternity), Dr Jacqueline Gautier & . Rick Frechette e il St. Luke Team di Haiti (Commitment to Empowerment) e Regan Linton (Commitment to Inclusion), quest’ultimo sponsorizzato da The Adecco Group. Saranno consegnati con il Alloro Award, creato dalla grande artista e designer Ippolita Rostagno, durante la nostra Cerimonia di Gala a Mesagne il 25 giugno.

 

  1. Premio Alloro Award for Commitment to Inclusion: Regan Linton. Co-regista di Imperfect, Regan è un’attivista, attrice, regista, scrittrice e artista teatrale di Denver, paraplegica dall’età di 20 anni dopo un traumatico incidente Regan è molto riconosciuta a livello nazionale per il suo coinvolgimento nella lotta all’inclusività dell’arte e lavora costantemente con le comunità nazionali di teatro, cinema e televisione per coinvolgere artisti disabili e ri-immaginarli attraverso la lente dell’estetica della disabilità.

 

 

  1. Premio Alloro Award for Commitment to Empowerment: Padre Rick Frechette e The Saint Luke Team di Haiti. Sacerdote e medico di origine americana, padre Rick ha dedicato la sua vita ai cittadini del popolo di Haiti. Da oltre quarant’anni riesce in quel che le altre ONG si rifiutano di fare, fidarsi delle persone, mettendosi a disposizione dei più bisognosi. Rick coinvolge il popolo di Haiti, molti dei quali cresciuti come orfani, prendendo insieme tutte le decisioni chiave, stilando i programmi e gestendo le istituzioni. In questo modo, ha costruito due bellissimi ospedali gratuiti per servire le persone più bisognose del paese, un orfanotrofio, oltre una dozzina di scuole elementari e una scuola superiore con 500 studenti, che provengono da una delle peggiori baraccopoli dell’emisfero occidentale. Grazie a queste opportunità molti giovani riescono a diplomarsi e ottenere posti di lavoro precedentemente concessi solo agli stranieri e alle classi più istruite del paese. Lui e il suo team hanno creato divere attività per raccogliere fondi per sostenere il loro lavoro e le loro iniziative, tra cui una fattoria a Tilapia e un’azienda produttrice di pasta. La sua dedizione all’empowerment è

 

esemplificata dal suo rifiuto di accettare questo premio a suo nome, o di venire lui stesso alla cerimonia. Ha insistito sul fatto che il premio fosse dato alla sua squadra e non ad un unico membro del team.

 

 

  1. Premio Alloro Award for Commitment to Journalism: Ayman Mohyeldin. MSNBC Host of “AYMAN”. Giornalista di origine egiziana per NBC News e MSNBC. Durante la sua carriera, Ayman ha lavorato come reporter durante la primavera araba, e successivamente in zone di guerra in Nord Africa, Medio Oriente e Ucraina. Nonostante tutto ciò meriterebbe un premio per il coraggio e la dedizione al giornalismo, la ragione per cui noi lo onoreremo è un atto di coraggio diverso ma altrettanto importante: la capacità di dire verità scomode e impopolari al popolo Come ogni altro giornalista statunitense, Ayman ha chiaramente condannato a gran voce le azioni irragionevoli della Russia, tuttavia, a differenza di quasi tutti i personaggi della televisione americana, egli ha fortemente condannato anche l’ipocrisia in merito a questa vicenda dell’America e dei suoi alleati in Europa. In un momento di forte tensione all’interno del paese, vista la posizione di vicinanza alla guerra da parte dell’America, dire la verità alla nazione più potente della terra, dall’interno di quel paese stesso, non è qualcosa che fai se apprezzi e tieni solo alla tua carriera. Essere un inviato di guerra, come Ayman è stato numerose volte, richiede un coraggio incredibile. Contestualizzare la politica estera americana, ricordando a tutti quanto la stessa abbia invaso in tempi recenti una nazione sovrana con il più debole dei pretesti, sottolineando la netta differenza tra il trattamento che l’Europa ha concesso ai rifugiati ucraini contro quelli siriani, o anche il linguaggio e i toni che il Dipartimento di Stato e i colleghi giornalisti usano per descrivere i palestinesi che difendono la loro patria contro gli ucraini che fanno lo stesso, richiede un’integrità incredibile. Ayman e i suoi produttori mostrano a tutti noi cosa significa veramente “la libertà di stampa” in America.

 

 

  1. Premio Alloro Award for Commitment to the Disenfranchised: Alessandro Porro. Attivista per i diritti umani e presidente di SOS MEDITERRANEE, Alessandro Porro dedica la sua vita al riconoscimento dei diseredati.

 

SOS MEDITERRANEE è un’organizzazione umanitaria europea che ad oggi ha salvato migliaia di rifugiati nel Mediterraneo. Lo stesso Alessandro ha dimostrato un eroismo incredibile, rischiando la vita su base settimanale, per salvare le vite che purtroppo molti credono siano prive di valore.

 

SOS MEDITERRANEE è stata creata nel 2015 da un gruppo di cittadini vogliosi di salvare le povere persone disperse nel Mediterraneo che volevano colmare il vuoto lasciato quando Mare Nostrum ha cessato l’attività nel 2014. Mare Nostrum è stata un’operazione navale e aerea finanziata dalla Commissione europea, che ha salvato la vita a 150.000 migranti nel Mediterraneo centrale. Quando Mare Nostrum si è fermato, nessuna azione coordinata è stata presa in considerazione dalla Commissione europea, lasciando migliaia di migranti

 

abbandonati al loro destino. Oggi SOS MEDITERRANEE è cresciuta fino a diventare una rete europea di associazioni provenienti da Italia, Francia, Germania e Svizzera, che si sono riunite affinché non ci siano più vite umane dimenticate in mare. SOS MEDITERRANEE combatte affinché il diritto marittimo internazionale e i diritti umani fondamentali siano rispettati e spinge l’UE a ristabilire una missione di soccorso nel Mediterraneo.

 

 

  1. Premio Alloro Award for Commitment to Fraternity: Giuseppe Marchionna: ex sindaco di Brindisi, in Puglia, che nel 1990 ha avuto la forza e il coraggio di accogliere migliaia di rifugiati albanesi, nonostante i chiari ordini contrari del governo La grande maggioranza di questi profughi venne arrestata pochi giorni dopo e deportata. Giuseppe ebbe però il coraggio di opporsi a quelli che lui riteneva ordini disumani e insieme ai coraggiosi cittadini di Brindisi, che aprirono i loro ristoranti, panetterie e case nel cuore della notte, soccorsero e ospitarono i poveri rifugiati. Questa forza mostrata dai cittadini è stata forte fonte di ispirazione per il nostro Festival, con la convinzione che piuttosto che condannare i funzionari governativi e i loro ordini, dobbiamo celebrare il meglio di noi, e quei pochi giorni in cui Giuseppe e i cittadini di Brindisi hanno dimostrato cosa dovremmo fare tutti nella nostra vita.

 

 

  1. Premio Alloro Award for Commitment to Environmental Justice: Soraya Antropologa tunisina, imprenditrice, attivista per il cambiamento climatico e fondatrice di Clever Harvest.

 

Nel 2021 Soraya ha creato Clever Harvest, un’organizzazione dedicata alla ricerca di soluzioni alle lacune nelle catene di approvvigionamento agricolo attraverso l’utilizzo di tecnologia innovativa. Clever Harvest è una soluzione di app mobile facile da usare per coordinare la catena di approvvigionamento agricola e consentire tracciabilità alla produzione alimentare. Originariamente focalizzata sull’olio d’oliva, Clever Harvest offre soluzioni di coordinamento per l’intera catena di approvvigionamento di olio d’oliva, caffè, cacao e avocado garantendo prodotti di altissima qualità sul mercato, difendendo i movimenti per i diritti degli agricoltori in tutto il mondo e controllando gli sprechi alimentari.

Soraya e il suo team lavorano quotidianamente per dimostrare che l’agro-tecnologia può aumentare la qualità del cibo e la tracciabilità e contribuire a rimettere il destino socio- economico degli agricoltori nelle proprie mani.

 

MARTEDÌ 21 GIUGNO

 

PALAZZO ROMA CINEMA, OSTUNI

 

10:00 I Primi Passi Per Una Grande Sceneggiatura

 

Tutti hanno una storia, ma pochi sanno come raccontarla. Amanda Moresco e Alissa Haggis si guadagnano da vivere con il mestiere di scrivere da vent’anni, per la televisione, il cinema e il teatro. Unisciti a loro ogni mattina mentre ti guidano attraverso i primi passi per uno scrittore. Imparerai come trasformare la tua idea in una storia. (In inglese con traduzione simultanea)

 

11:00-20:00 Innocenti, Monumenti alla Memoria di Paolo Canevari

 

L’artista di fama internazionale Paolo Canevari presenta con Cardi Gallery Innocenti, Monumenti della Memoria 2022, un’installazione site-specific preso la ex Manifattura Tabacchi di Ostuni. Innocenti sfida la nozione di scultura come qualcosa di permanente e duraturo. L’installazione è realizzata con i Tubi Innocenti, un materiale industriale utilizzato per la costruzione di impalcature, per loro natura provvisori e destinati a essere smontati. In un dialogo costante tra l’immortalità della memoria e la natura deperibile della materia, lo sguardo dello spettatore è invitato ad entrare all’interno dell’opera.

 

11:15 Passeggiata con Marisa Tomei e Paolo Canevari

 

Incontrate il nostro Direttore Artistico, la curatrice d’arte Sol Costales Doulton, nel cortile di Palazzo Roma, poi passeggiate con lei, l’attrice premio Oscar Marisa Tomei e il famoso artista italiano Paolo Canevari per esplorare l’installazione d’arte site-specific di Canevari, creata appositamente per l’Allora Fest.

 

Nella visita all’installazione site-specific, Paolo è affiancato dal nostro direttore artistico, la curatrice Sol Costales Doulton e dall’attrice premio Oscar Marisa Tomei.

 

(In inglese con traduzione in italiano)

 

12:00 Proiezione Masterclass: Motherless Brooklyn – I segreti di una città

 

Nella New York degli anni Cinquanta, un solitario detective privato affetto dalla sindrome di Tourette cerca di risolvere l’omicidio del suo mentore e unico amico. Il film, del 2019, è diretto da Edward Norton, che dopo la proiezione converserà con Paul Haggis.

 

SLOW CINEMA, OSTUNI

 

13:00 Donne e Tecnologia – Darya Majidi.

 

Sponsorizzata da Adecco e presentata da Silvia Bizio (in italiano), la masterclass di Darya Majidi si concentrerà sull’inclusione, la diversità e la leadership femminile nel mondo del business.

 

 

CINEMA PALAZZO ROMA, OSTUNI

 

14:30 Masters on Masters: Edward Norton

 

Lo scrittore e regista premio Oscar Paul Haggis parla con il tre volte candidato all’Oscar Edward Norton dell’adattamento e della regia del romanzo di Jonathan Lethem Motherless Brooklyn e della sua trasformazione in un avvincente film noir, nonché delle sfide che ha dovuto affrontare come attore e regista. (In inglese con traduzione in italiano)

 

 

16:00 Actors Talk Acting: Alfre Woodard e Sinead Cusack

 

La direttrice artistica e giornalista Silvia Bizio parla con l’attrice pluripremiata agli Emmy Award Alfre Woodard e la candidata pluripremiata ai Tony Award Sinead Cusack del mestiere di attrice, di come hanno iniziato, di come hanno affrontato i momenti più difficili e di come sono riuscite a raggiungere il successo, nonostante le difficoltà. (In inglese con traduzione in italiano)

 

 

SLOW CINEMA, OSTUNI

 

16:00 Matinée del Festival, presentato da Luciana Capretti

 

“Dalia” (Italia, 5′) regia di Ludovica Casale

 

Questo corto di animazione si svolge nella casa del protagonista, Enoch. Questo è un viaggio verso l’interno, e il flusso di coscienza di Enoch sarà la nostra guida.

 

“Fandango at the Wall” (92’) diretto da Varda Bar-Kar

 

Il film ripercorre le origini di un festival musicale chiamato “Fandango Fronterizo” che si svolge contemporaneamente su entrambi i lati del confine tra Stati Uniti e Messico. Il film ha vinto il premio come miglior documentario al San Diego Latino Film Festival e come miglior documentario agli Spotlight Film Awards.

 

 

VILLA COMUNALE, OSTUNI

 

21:30 PRESENTAZIONE DELLA SERATA INAUGURALE

 

Raoul Bova e i direttori artistici Silvia Bizio e Sol Costales Doulton accolgono gli ospiti Paolo Canevari, Sinead Cusack, Matt Dillon, Jon Hamm, Jeremy Irons, Ayman Mohyeldin, Bobby Moresco, Edward Norton, Anna Osceola, Mario Parruccini, Joely Richardson, Oliver

 

Stone, Melisa Tomei e Alfre Woodard, i produttori Marc e Vanessa Bikindou, Paula Boschi, Dean Buchanan, Leigh Collier, Michael Nozik, Celine Rattray, Agostino Saccà ed altri per inaugurare il festival e introdurre la prima europea di Summer of Soul.

 

Proiezione Pubblica

 

“Requiem per gli ulivi di Puglia” (Italia, 3’) diretto da Edoardo Winspeare Questo film cattura gli effetti devastanti della xylella sugli ulivi in Puglia. “Summer of Soul” (USA, 118′, prima italiana) diretto da Questlove

Vincitore del premio Oscar 2022 per il miglior documentario, il regista Questlove esplora il leggendario Festival Culturale di Harlem del 1969, che celebrava la musica e la cultura afroamericana e promuoveva l’orgoglio e l’unità dei neri. Il film ha vinto anche al Sundance Film Festival, ai British Academy Film Awards e ai Grammy Awards, tra gli altri.

 

MERCOLEDÌ 22 GIUGNO

 

CINEMA PALAZZO ROMA, OSTUNI

 

10:00 I Primi Passi Per Una Grande Sceneggiatura, Parte 2

 

Le scrittrici Amanda Moresco e Alissa Haggis continuano a guidarvi passo dopo passo attraverso il processo creativo per trasformare la vostra idea in una vera e propria storia per lo schermo, da proporre a un produttore o da usare come base per la vostra sceneggiatura originale. (In inglese con traduzione in italiano)

 

11:00-20:00 Innocenti, Monumenti alla Memoria di Paolo Canevari

 

L’artista di fama internazionale Paolo Canevari presenta con Cardi Gallery Innocenti, Monumenti della Memoria 2022, un’installazione site-specific preso la ex Manifattura Tabacchi di Ostuni. Innocenti sfida la nozione di scultura come qualcosa di permanente e duraturo. L’installazione è realizzata con i Tubi Innocenti, un materiale industriale utilizzato per la costruzione di impalcature, per loro natura provvisori e destinati a essere smontati. In un dialogo costante tra l’immortalità della memoria e la natura deperibile della materia, lo sguardo dello spettatore è invitato ad entrare all’interno dell’opera.

 

 

11:15 Passeggiata con Raoul Bova e Silvia Bizio

 

Il direttore artistico Silvia Bizio vi accompagna dal Cinema Roma al sito dell’installazione d’arte della Vecchia Manifattura Tabacchi per parlare con l’iconico attore Raoul Bova della sua carriera, di come sia riuscito ad affermarsi nel mondo del cinema e delle sfide che i giovani attori devono affrontare oggi in Italia. (In italiano)

 

12:00 Proiezione Masterclass: City of Ghosts

 

 

In questo film del 2002, un truffatore (Matt Dillon) in fuga dalla polizia negli Stati Uniti, si reca in Cambogia per riscuotere la sua parte in una truffa assicurativa, ma scopre più di quanto avesse previsto. Il film è diretto da Matt Dillon, che dopo la proiezione discuterà con Paul Haggis.

 

 

SLOW CINEMA, OSTUNI

 

13:00 Fare un grande film italiano: Agostino Saccà e Paula Boschi

 

Silvia e il direttore della fotografia e montatore Mario Parruccini parlano con i maggiori produttori italiani, Agostino Saccà e Paula Boschi, di cosa cercano in un grande film e delle sfide per ottenere cast e finanziamenti in un mercato sempre più globale. (In italiano)

 

 

PALAZZO ROMA CINEMA

 

14:30 Masters on Masters: Matt Dillon

 

Paul parla con il candidato all’Oscar Matt Dillon della sua decisione di dirigere City of Ghosts e delle sfide che comporta girare in un luogo lontano e dirigere se stessi. (In inglese con traduzione in italiano)

 

16:00 Actors talk Acting: Joely Richardson

 

La direttrice artistica Silvia Bizio intervista l’attrice pluripremiata Joely Richardson sulla sua incredibile carriera, sulla crescita in una famiglia di attori e sulle sfide molto diverse per chi recita sul palcoscenico, per la televisione o per il cinema. (In inglese con traduzione in italiano)

 

 

SLOW CINEMA, OSTUNI

 

16:00 Matinée del Festival, presentato da Silvia Bizio

 

“La Pescatora” (Italia, 15′) diretto da Lucia Lorè.

 

In una piccola comunità di pescatori, una donna lotta per recuperare i suoi ricordi d’infanzia.

 

“Residenza Fittizia” (Italia, 21′) regia di Luca Capponi

 

Il campo rom di Santa Candida esiste da vent’anni alla periferia di Bari. Dopo che una baracca prende fuoco, il campo è distrutto da ignoti. Alisa viveva lì con i suoi figli e, durante una permanenza in Romania, con l’aiuto della sua amica barese Rosa, cerca di trovare una soluzione per tornare in Italia e continuare a mandare i suoi figli a scuola.

 

“The Good Influencer” (Italia, 60′, Prima mondiale) diretto da Serena Porta

 

 

Nicolò, Gio e Sara sono protagonisti di un esperimento che cercherà di rispondere ad alcune domande: È possibile utilizzare i social media per diffondere contenuti positivi? È possibile far crescere il numero dei propri follower in modo “etico”? Si può diventare un “Good Influencer”?

 

 

VILLA COMUNALE, OSTUNI

 

21:30 Proiezione pubblica

 

“Pratt in the Hat” (USA, 14′, prima europea) diretto da Susan Hillary

 

Sotto le tese di centinaia di cappelli colorati c’è una donna che condivide la sua saggezza, il suo umorismo e le sue esperienze personali di donna nera in America, allora e oggigiorno.

 

“Princess of the Row” (USA, 85′, prima europea) diretto da Van Maximilian Carlson

 

La storia coraggiosa di una bambina in affido scappata di casa che non si ferma davanti a nulla pur di vivere con l’unica famiglia che conosce: il padre veterano senza fissa dimora e con problemi mentali (Edi Gathegi) che vive per le strade dello Skid Row di Los Angeles. Il film ha vinto oltre venti premi in festival di cinema indipendente negli Stati Uniti e nel Regno Unito.

 

 

GIOVEDÌ 23 GIUGNO

 

CINEMA PALAZZO ROMA, OSTUNI

 

10:00 I primi passi per una grande sceneggiatura, parte 3

 

La vostra storia sta iniziando a prendere forma, ora dovete sapere se il vostro finale è buono come pensate e, se non lo è, dove cercare risposte. Amanda Moresco e Alissa Haggis vi accompagnano passo dopo passo nel processo che porta a trasformare la vostra idea in una storia avvincente per lo schermo. (In inglese con traduzione in italiano)

 

11:00-20:00 Innocenti, Monumenti alla Memoria di Paolo Canevari

 

L’artista di fama internazionale Paolo Canevari presenta con Cardi Gallery Innocenti, Monumenti della Memoria 2022, un’installazione site-specific preso la ex Manifattura Tabacchi di Ostuni. Innocenti sfida la nozione di scultura come qualcosa di permanente e duraturo. L’installazione è realizzata con i Tubi Innocenti, un materiale industriale utilizzato per la costruzione di impalcature, per loro natura provvisori e destinati a essere smontati. In un dialogo costante tra l’immortalità della memoria e la natura deperibile della materia, lo sguardo dello spettatore è invitato ad entrare all’interno dell’opera.

 

11:15 Walk and Talk Art con Matt Dillon

 

 

Incontrate Sol nel cortile e passeggiate con lei fino alla Vecchia Manifattura Tabacchi con il candidato all’Oscar Matt Dillon per parlare della sua carriera nell’arte, delle sfide di essere etichettati come attori o artisti, e di come Matt sia riuscito a lasciare Hollywood per vivere a New York e a Roma. (In inglese con traduzione in italiano)

 

12:00 Proiezione Masterclass: I Diari Della Motocicletta

 

Questo film del 2004, diretto da Walter Salles, mette in scena il mitico viaggio in moto che Che Guevara fece in gioventù e che gli mostrò la vocazione della sua vita. Dopo lo screening, il produttore Michael Nozik converserà con Paul Haggis sulla realizzazione del film.

 

SLOW CINEMA, OSTUNI

 

13:00 Dovrei trasferirmi a Hollywood?

 

L’attrice Deborah Rennard (Dallas) parla con gli attori delle loro esperienze di scelta e trasferimento a Los Angeles, nonché dei momenti migliori e peggiori della loro carriera. Con gli attori veterani Al Sapienza (Sopranos) e Brynn Horrocks (Hacks) e i nuovi arrivati a Hollywood Alessandro Marino e Marc Henry. (In inglese)

 

CINEMA PALAZZO ROMA

 

14:30 Masters on Masters: Michael Nozik

 

Paul parla con il produttore Michael Nozik (Quiz Show), candidato all’Oscar, che racconta come ha concepito Motorcycle Diaries, come ha ottenuto i diritti da personaggi pubblici notoriamente privati e le sfide che ha affrontato per l’ideazione, il marketing, il finanziamento e la produzione del suo film. (In inglese con traduzione in italiano)

 

16:00 Actors Talk Acting: Jason Beghe

 

Silvia intervista l’attore Jason Beghe sull’arte della recitazione e sulla sua carriera, a partire dai suoi ruoli di successo in Thelma e Louise e GI Jane fino al suo attuale ruolo decennale di protagonista in uno degli show di maggior successo della televisione americana, Chicago PD. Si parlerà anche della sua filosofia e delle sfide che ha affrontato. (In inglese con traduzione in italiano)

 

SLOW CINEMA, OSTUNI

 

16:00 Matinée del Festival, presentato da Luciana Capretti

 

“Hoppìpolla” (Italia, Accademia del Cinema di Roma, 16′) regia di Pier Glionna

 

Fin da bambino, Giorgio ha sempre amato due cose: saltare nelle pozzanghere e truccarsi. Ora si trova di fronte a una scelta determinante: partire e rinascere in un nuovo corpo o restare con il nonno e continuare a vivere in un brutto ricordo.

 

“One More Jump” (Italia, 81′) diretto da Emanuele Gerosa

 

Jehad è un atleta di parkour che allena ogni giorno ragazzi per migliorare le loro prestazioni in una disciplina dove la loro preparazione sportiva è nota a livello internazionale. Abdallah, uno dei maggiori atleti, ha deciso di venire in Europa e vive in una situazione precaria a Firenze, nella speranza di potersi far conoscere e sfondare a livello professionale. Il film ha vinto numerosi premi in festival di cinema indipendente in Europa, Medio Oriente e Russia.

 

VILLA COMUNALE, OSTUNI

 

21:30 Proiezione pubblica

 

“Suicide” (USA, 3′, prima italiana) diretto da Christine Kilmer

 

Un video musicale che esplora le malsane e spesso opprimenti aspettative di genere che la società contemporanea proietta sulle donne.

 

“Hamlet Within” (Regno Unito, 86′, prima italiana) diretto da Ken McMullen, presentato dal regista.

 

Con Ian McKellen e Dominique Pinon, questa versione moderna dell'”Amleto” di Shakespeare esplora la psiche di un giovane uomo che trama di vendicare la morte del padre.

 

 

VENERDÌ 24 GIUGNO

 

CINEMA PALAZZO ROMA, OSTUNI

 

10:00 Consigli sulla carriera di Bobby Moresco

 

Amanda e Alissa si uniscono al premio Oscar Bobby Moresco (Crash) per parlare di ciò che serve ad avere successo come scrittore, regista o attore, nonché degli errori che molti esordienti commettono e di come aggirare le trappole più grandi. (In inglese con traduzione in italiano)

 

11:00-20:00 Innocenti, Monumenti alla Memoria di Paolo Canevari

 

L’artista di fama internazionale Paolo Canevari presenta con Cardi Gallery Innocenti, Monumenti della Memoria 2022, un’installazione site-specific preso la ex Manifattura Tabacchi di Ostuni. Innocenti sfida la nozione di scultura come qualcosa di permanente e duraturo. L’installazione è realizzata con i Tubi Innocenti, un materiale industriale utilizzato per la costruzione di impalcature, per loro natura provvisori e destinati a essere smontati. In un dialogo costante tra l’immortalità della memoria e la natura deperibile della materia, lo sguardo dello spettatore è invitato ad entrare all’interno dell’opera.

 

 

11:15 Passeggiata con il giornalista Ayman Mohyeldin e la top model Kenza Fourati

 

 

Sol passeggia con il conduttore e giornalista della MSNBC Ayman Mohyeldin e la top model Kenza Fourati per parlare di giornalismo e attivismo e di come delimitare i confini fra i due campi. Unisciti a loro davanti a un caffè alla Vecchia Fabbrica di Tabacco. (In inglese con traduzione in italiano)

 

12:00 Proiezione Masterclass: Mad Men, episodio: Foglie di tè

Diretto da Jon Hamm

 

Nell’episodio 3, quinta stagione dell’acclamata serie televisiva Mad Men, Betty (January Jones) scopre di avere un tumore, Peggy (Elisabeth Moss) fa un colloquio di lavoro con un giovane copywriter antipatico, l’azienda cerca di riottenere l’account della Mohawk Airlines e Don (Jon Hamm) e Harry (Rich Sommer) cercano di accattivarsi i Rolling Stones per registrare uno spot. L’episodio è stato diretto dal protagonista storico di Mad Men, Jon Hamm, che dopo la proiezione converserà con Paul Haggis.

 

 

SLOW CINEMA, OSTUNI

 

13:00 Dovrei fare il mio film in Puglia?

 

Silvia intervisterà il pluripremiato regista Edoardo Winspeare sulle sfide e i vantaggi di girare in Puglia, insieme alla Presidente dell’Apulia Film Commission Simonetta Dellomonaco. (In italiano)

 

 

PALAZZO ROMA CINEMA, OSTUNI

 

14:30 Masters on Masters: Paul Haggis intervista Jon Hamm

 

Il vincitore di Emmy e Golden Globe Jon Hamm parla con Paul Haggis di recitazione e regia, della creazione dell’iconico personaggio di Don Draper in Mad Men e di come si è reinventato per impersonare nuovi personaggi nel cinema. (In inglese con traduzione in Italiano)

 

16:00 Actors Talk Acting – Jeremy Irons

 

Unisciti a Silvia, che parla con l’attore premio Oscar Jeremy Irons delle sfide che comporta vincere un Oscar così presto nella propria carriera e della recitazione per il palcoscenico e il cinema. (In inglese con traduzione in italiano)

 

SLOW CINEMA, OSTUNI

 

16:00 Matinée del Festival, presentato da Luciana Capretti

 

“A Soft Love” (USA-Italia, 10′, prima europea) diretto da Alessandro Marino e introdotto dal regista.

 

 

“A Cuban Documemory” (USA, 40′, prima europea) diretto e presentato da Marissa Chibás.

 

Chibás riflette sui suoi numerosi viaggi a Cuba dal 1993 dalla sua prospettiva eccezionale di figlia di un leader rivoluzionario cubano in esilio e di seconda classificata a Miss Cuba.

 

 

VILLA COMUNALE, OSTUNI

 

21:30 Proiezione pubblica

 

“Tombstone Pillow” (Filippine, 12′, Prima europea) diretto da Bayou Bennett & Daniel Lir

 

Con il montaggio di Mike Jones di “There will be Blood” e “The Help”, una bambina di 9 anni fa visitare alla vedova più ricca delle Filippine un cimitero che migliaia di poveri chiamano casa, dove si scopre cosa sia la vera ricchezza.

 

“imperfect” (USA, 77′, prima europea) diretto da Regan Linton & Brian Malone. introdotto da Regan Linton.

 

Un gruppo di artisti disabili intraprende la sfida di mettere in scena un grande musical, dalle audizioni fino alla prima serata. Il film ha vinto il People’s Choice Award come miglior film documentario al Denver International Film Festival, e il regista Regan Linton sarà premiato con l’Allora Adecco Award.

 

 

SABATO 25 GIUGNO

 

CINEMA PALAZZO ROMA, OSTUNI

 

10:00 COME SI FA? I consigli dei produttori candidati all’Oscar

 

Amanda e Alissa parlano con il produttore candidato all’Oscar Michael Nozik (Quiz Show) e con la candidata all’Oscar Celine Rattray (The Kids Are All Right) su come ottenere finanziamenti e dove girare per farli fruttare al massimo. Inoltre, Michael e Celine risponderanno a tutte le vostre domande. (In inglese con traduzione in italiano)

 

11:00-20:00 Innocenti, Monumenti alla Memoria di Paolo Canevari

 

L’artista di fama internazionale Paolo Canevari presenta con Cardi Gallery Innocenti, Monumenti della Memoria 2022, un’installazione site-specific preso la ex Manifattura Tabacchi di Ostuni. Innocenti sfida la nozione di scultura come qualcosa di permanente e duraturo. L’installazione è realizzata con i Tubi Innocenti, un materiale industriale utilizzato per la costruzione di impalcature, per loro natura provvisori e destinati a essere smontati. In

 

un dialogo costante tra l’immortalità della memoria e la natura deperibile della materia, lo sguardo dello spettatore è invitato ad entrare all’interno dell’opera.

 

11:15 Passeggiata con il direttore creativo di fama mondiale Riccardo Ruini e l’acclamata modella Malgorzata Bela

 

Sol parla del mestiere di Creative Director passeggiando con Riccardo Ruini, creatore di alcune delle campagne più iconiche per Bulgari, Valentino, Diesel, Gucci, Fendi e altri. Riccardo vi illustrerà tutti gli step del suo processo creativo, e vi svelerà alcuni trucchi del mestiere. Con la modella Malgorzata Bela, ospite di fama internazionale, parleranno di tutte gli aspetti che rendono un’immagine davvero avvincente.(In inglese con traduzione in Italiano)

 

12:00 Masterclass Screening: Cold War

 

Un’appassionata storia d’amore tra due persone di diversa estrazione e temperamento, fatalmente male assortite e tuttavia condannate l’una all’altra. Ambientato sullo sfondo della Guerra Fredda nella Polonia degli anni ’50, a Berlino, in Jugoslavia e a Parigi, il film descrive una storia d’amore impossibile in tempi impossibili. Il film, del 2018, è stato diretto da Pawel Pawlikowski, che si intratterrà in una conversazione con Paul Haggis subito dopo la proiezione.

 

SLOW CINEMA, OSTUNI

 

13:00 La Sfida delle Pari Opportunità?

 

Silvia intervista la documentarista Regan Linton sulla realizzazione del suo film imperfect. La regista è affiancata da Eva Orner, vincitrice di un premio Oscar, per parlare della realizzazione di documentari audaci. (In inglese con interprete)

 

PALAZZO ROMA CINEMA, OSTUNI

 

14:30 Masters on Masters: Paul Haggis intervista Pawel Pawlikowski

 

Paul parla con Pawel Pawlikowski, vincitore dell’Oscar per il miglior film straniero (Ida) e candidato al premio per la miglior regia (Cold War), della storia del film e della scrittura e regia di lungometraggi e documentari. (In inglese con traduzione in italiano)

 

16:00 Come Vendo La Mia Sceneggiatura?

 

Luciana Capretti parla con Sophie Watts, una delle più giovani studio chiefs nella storia di Hollywood, e i produttori cinematografici internazionali Leigh Collier, Dean Buchanan e Marc Bikindou, che rispondono alle domande del pubblico e danno consigli a produttori, registi e scrittori che vogliono vendere la loro sceneggiatura e girare film. (In inglese con traduzione in italiano)

 

 

SLOW CINEMA, OSTUNI

 

 

16:00 Matinée del festival, presentato da Silvia Bizio

 

“Qazaq: History of the Golden Man” (USA – Kazakistan, 113′) diretto da Igor Lopatonok. Presentato dal regista.

 

In questo documentario Nursultan Nazarbayev, il primo presidente della Repubblica del Kazakistan, viene intervistato da Oliver Stone. Il film racconta il grande viaggio della nazione kazaka verso la sovranità, dal tempo degli Sciti all’attuale mondo multipolare.

 

 

VILLA COMUNALE, OSTUNI – PUBLIC SCREENING

 

21:30 Proiezione pubblica

 

Corro da te (Italia, 113′) regia di Riccardo Milani

 

Gianni (Pierfrancesco Favino) è un playboy ma la sua vita è destinata a cambiare quando incontra Chiara (Miriam Leone), una bellissima donna paraplegica a causa di un incidente. Il film ha recentemente vinto la quarta edizione di “Altri Sguardi – Cinema e solidarietà in carcere” assegnato da una giuria di detenuti maschi di Rebibbia a Roma.

 

 

CINEMA PALAZZO ROMA, OSTUNI

 

23:00 Dance Party a Palazzo Roma – con i DJ set di Moby, European Vampire e Opal

 

Venite a ballare con la musica del pluripremiato Moby, che ha creato un DJ mix originale per Allora Fest e che sarà presentato per la prima volta. Accanto a Moby, si esibiranno i grandi DJ e musicisti italiani European Vampire e Opal. Si ballerà fino a notte inoltrata!

 

 

DOMENICA 26 GIUGNO

 

CINEMA PALAZZO ROMA, OSTUNI

 

10:00 Come si diventa cineoperatori?

 

Mario Parruccini intervista due direttori della fotografia di fama mondiale su come hanno iniziato, su come arrivare dove sono arrivati e su alcune delle più grandi sfide che hanno affrontato nell’illuminazione e nella ripresa di scene di film, televisione e pubblicità. (In inglese con traduzione in Italiano)

 

11:00-20:00 Innocenti, Monumenti alla Memoria di Paolo Canevari

 

L’artista di fama internazionale Paolo Canevari presenta con Cardi Gallery Innocenti, Monumenti della Memoria 2022, un’installazione site-specific preso la ex Manifattura

 

Tabacchi di Ostuni. Innocenti sfida la nozione di scultura come qualcosa di permanente e duraturo. L’installazione è realizzata con i Tubi Innocenti, un materiale industriale utilizzato per la costruzione di impalcature, per loro natura provvisori e destinati a essere smontati. In un dialogo costante tra l’immortalità della memoria e la natura deperibile della materia, lo sguardo dello spettatore è invitato ad entrare all’interno dell’opera.

 

 

11:15 Passeggiata con il Maestro Giuseppe Vessicchio

 

Sol vi porta a spasso per la Vecchia Manifattura Tabacchi con il cantautore Maestro Giuseppe Vessicchio che vi dà consigli su come entrare nel mondo della musica oggi e su cosa serve per rimanere al passo con un settore in continua evoluzione. (In italiano)

 

12:00 Proiezione Masterclass: Casino Royale

 

Nel film Casino Royale del 2006 – parte della saga di 007 e diretto da Martin Campbell – James Bond (Daniel Craig) ha ottenuto lo status di 00 e la licenza di uccidere e parte per la sua prima missione come 007. Bond deve sconfiggere un banchiere privato che finanzia i terroristi, e lo fa in una partita di poker ad alta posta al Casino Royale, in Montenegro. Il film vede la partecipazione di Dame Judi Dench nel ruolo del capo dell’MI6, noto semplicemente come “M”. Paul Haggis intervista Martin Campbell dopo la proiezione.

 

SLOW CINEMA, OSTUNI

 

13:00 La Carriera di Compositore

 

Silvia intervista il prolifico compositore Carlo Siliotto su come si entra nel mondo del cinema e sul segreto della longevità. (In italiano)

 

PALAZZO ROMA CINEMA, OSTUNI

 

14:30 Masters on Masters: Martin Campbell

 

Paul racconta il processo di ideazione, scrittura, messa in scena e ripresa di memorabili sequenze d’azione per Casino Royale e altri iconici film d’azione. Martin parla degli errori più comuni nelle riprese e nel montaggio dell’azione e dei suoi segreti per montare scene d’azione mozzafiato. (In inglese con traduzione in italiano)

 

16:00 Masters on Masters: Oliver Stone

 

Paul parla con il pluripremiato regista e scrittore Oliver Stone della realizzazione di film basati su storie vere e persone reali e della sua ricerca di una verità più grande. Si parlerà del suo processo di ricerca, di come specula per creare ciò che non può sapere, di dove sente il bisogno di documentare e dove si sente libero di inventare. (In inglese con traduzione simultanea)

 

 

SLOW CINEMA, OSTUNI

 

 

16:00 Festival Movie Matinee, presentato da Silvia Bizio

 

“I Won the Lottery” (USA, 13′, prima europea) diretto da Jenn Shaw

 

Una troupe di documentaristi racconta il mondo spietato dei genitori di Brooklyn che si contendono gli sport della prestigiosa MLK Only Hope Charter School.

 

“The Last Tourist” (USA, 100′, prima europea) diretto da Tyson Sadler

 

Girato in oltre 15 Paesi e guidato dai più importanti visionari del turismo e della conservazione del mondo, The Last Tourist rivela le reali condizioni e conseguenze di una delle più grandi industrie del mondo. Il film è stato premiato al Calgary International Film Festival e ai Canadian Society of Cinematographers Awards.

 

VILLA COMUNALE, OSTUNI – PUBLIC SCREENING

 

21:30 Proiezione pubblica

 

“Memory” (114) diretto da Martin Campbell – Introduzione del regista

 

In questo remake del film belga del 2003 The Memory of a Killer, un sicario (Liam Neeson) scopre di essere diventato il bersaglio dopo essersi rifiutato di portare a termine un lavoro per una pericolosa organizzazione criminale.

 

 

*NB: Il programma è soggetto a variazioni.

 

 redazione

 

 

LASCIA UN COMMENTO