Festa del Mare a Bari, si chiude venerdì 24 agosto con Nicola Conte al Fortino e Marco Guacci a Torre a Mare

0
1164

La «cosmic disco» di Nicola Conte sulla Terrazza del Fortino, il dj set di Marco Guacci targato Radionorba a Torre a Mare. Venerdì 24 agosto, Bari conclude con un doppio appuntamento dance la Festa del Mare, la rassegna promossa dalla Regione Puglia in collaborazione con Puglia Promozione e organizzata dal Teatro Pubblico Pugliese con la supervisione artistica del Comune di Bari.

 

Al Fortino, per Bari Vynil Connection, il mercatino di dischi a cura di Summit Club Bari che per due settimane è stato accompagnato da dj set e selezioni musicali rigorosamente in vinile, si parte alle 19 (e si avanti sino alle 2 di notte), con l’atteso set di Nicola Conte, affiancato dal progetto salentino RuDan formato da Okee Ru e Dan Mela. A tracciare il mood sarà naturalmente Nicola Conte, l’agitatore della club culture esploso negli anni Novanta, ai tempi del Fez di Bari, prima di diventare un dj di fama internazionale e, ancora dopo, il musicista di successo approdato alle leggendarie etichette Blue Note e Impulse. Il clima sonoro sarà quello soulful caro al dj-producer barese presente anche in «Let Your Light Shine On», il nuovo album realizzato a nome del progetto Spiritual Galaxy nel quale milita il trombonista Gianluca Petrella.

I dischi di raro ascolto, e rigorosamente in vinile, che Nicola Conte farà suonare, avranno da un lato un’impronta spirituale e tribale che si richiama alla musica degli anni Sessanta e Settanta, dall’altro le atmosfere più elettroniche della scena contemporanea. «Si ascolteranno i risultati di un lavoro di ricerca – spiega il dj barese – che definirei di archeologia musicale, anche se non siamo di fronte ad un’operazione retrò, piuttosto di riscoperta di suoni e vibrazioni con una forte attinenza con l’oggi attraverso un lavoro di vasi comunicanti». Le sonorità sono, per esempio, quelle di metà anni Settanta del gruppo afro della Guiana, Yoruba Singers, del sassofonista newyorchese Shamek Farrah, che trasuda fieramente la spiritualità del jazz più radicale di Pharoah Sanders e Art Ensemble of Chicago, o ancora del batterista nigeriano Tony Allen che collaborò con Fela Kuti nell’ensemble Africa 70.  E poi la musica di oggi che a quel clima riconduce: quella di Kenny Dixon Jr., aka Mooddyman, il visionario performer di Detroit che si muove tra house, techno, minimal, jazz, soul funk e drum’n’bass, o del collettivo svizzero Alma Negra, profeti di un’elettronica ispirata al jazz e al funk, alla musica africana e ai ritmi caraibici.

Altra musica, in piazza della Torre, a Torre a Mare, dove alle 21.30 sarà di scena Marco Guacci con un set firmato Radionorba, che è Media Partner della Festa del Mare. Il dj salentino è uno dei volti più noti dell’emittente di Conversano, per la quale conduce uno dei programmi maggiormente seguiti nel Sud Italia. Resident di una delle discoteche più prestigiose dell’Adriatico, il Bahia di Otranto, Guacci ha portato in giro per i principali club italiani una musica caratterizzata dalle atmosfere solari della Puglia ed è stato protagonista del pre-show del Battiti Live, lo spettacolo musicale di Radionorba andato in onda su Italia Uno.

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero

Per informazioni www.festadelmarebari.it

redazione

LASCIA UN COMMENTO