Eutanasia: indagati Welby e Cappato

0
966
Mina Welby, accompagnata da Marco Cappato, si autodenuncia alla stazione dei carabinieri del comando provinciale di Massa per aver accompagnato Davide Trentini nella clinica di Basilea dove il 53enne toscano malato di sclerosi multipla ha avuto accesso al suicidio assistito, 14 aprile 2017. ANSA/RICCARDO DALLE LUCHE

Mina Welby e Marco Cappato, tesoriere dell’Associazione Luca Coscioni, sono stati iscritti nel registro degli indagati dalla procura di Massa per il reato di istigazione o aiuto al suicidio, in relazione alla morte di Davide Trentini, il 53enne malato di sclerosi multipla, deceduto il 13 aprile in Svizzera dove era stato accompagnato dalla Welby per ottenere il suicidio assistito.

Lo ha reso noto il procuratore capo di Massa Aldo Giubilaro spiegando che l’iscrizione è avvenuta a seguito dell’autodenuncia di Welby e Cappato.

ansa

di Antonio Carbonara

LASCIA UN COMMENTO