Elezioni amministrative  in Puglia: intervento di Nino Monterisi ( Io Sud)

0
253

In foto Nino Monterisi

Elezioni amministrative  in Puglia con conferme e cambiamenti per quanto riguarda i  sindaci. Quello che è emerso in queste ore,  alla luce dei dati, é una sconfitta dei partiti e dei movimenti di centro-destra. Su  quanto accaduto sul piano politico interviene Nino Monterisi, coordinatore regionale del movimento politico ‘Io Sud’.

 

“Giornata bellissima per la Puglia e per migliaia e migliaia di pugliesi che hanno dato così maggior forza alle loro città e al governo regionale”.

 Questa la dichiarazione radiosa del presidente Michele Emiliano già a ridosso delle elezioni comunali n Puglia. La disfatta elettorale dei partiti del centro destra è apparsa in tutta la sua realtà ,già durante la competizione politica regionale , quando il governatore in pectore ha strappato a sorpresa il podio Regionale contro ogni previsione dei sondaggi che davano Raffaele Fitto in first position e che è invece stato costretto ad un discorso ipocondriaco di commiato definitivo dalla scena politica meridionale.
Le elezioni regionali hanno coronato oltre il Presidente 50 consiglieri di cui 34 a vario titolo di centrosinistra e 16 consiglieri di centrodestra a cui spetta il compito di critica dell’operato della maggioranza.
Quali dovrebbero essere le motivazioni di giubilo per i migliaia di pugliesi fino ad oggi non lo abbiamo percepito.
Quale siano le idee i progetti e le attività di questi consiglieri ,al cittadino comune, alla massaia , al negoziante, all’imprenditore non è dato sapere, eppure sono proprio loro che hanno consentito l’accomodamento nelle poltrone dell’Assise Regionale.
A chi come noi spetta invece occuparsi di politica per missione e per dar conto ai propri iscritti o simpatizzanti, riesce oggi difficile seguire il calendario dei lavori ; peraltro assistere ai consigli regionali nella nuova sede decentrata è una impresa non facile per le difficoltà di accesso e per le procedure di accreditamento .
È noto che i consiglieri quando eletti non hanno il dovere di rispondere legalmente ai propri elettori ed a maggior ragione lo deve il Governatore pur eletto a piene mani ma , se al governatore ed i consiglieri di maggioranza è comprensibile il delirio di onnipotenza dimostrato con le operazioni che accrescono il controllo a proprio piacimento della funzione amministrativa , dai consiglieri di opposizione ci aspettiamo lo sforzo di tentare di portare un argine all’attuale politica definibile senza remore “dell’arraffo generalizzato.”
Non è nelle nostre intenzione comportarci da maleducati verso chi lavora in consiglio regionale ,ma poiché anche le quotidiane attività lavorative di ciascuno di noi comportano altrettanto sudore della fronte, non solo per la fatica fisica o perché accendere i condizionatori è diventato proibitivo , ma perché i sudori freddi ci assalgono ogni volta che ci apprestiamo a ritirare dal postino le bollette di LUCE, ACQUA,GAS, IMU, ICI,IVA ,IRAP, ecc. ecc. ecc.
Quindi ci rivolgiamo ai consiglieri che ricordiamo sono stati da noi delegati a sedere , sia pure nelle file dell’opposizione , affinché ci diano notizia di quali sono le azioni in itinere discusse in aula, quali i programmi che ci riguardano direttamente ,giusto per consentire anche a noi elettori di centrodestra di gioire al pari degli elettori dell’avversa parte.
Per il momento l’unico aggiornamento che ci è consentito lo forniscono i quotidiani e l’ultima notizia di questa mattina è ancora riferita ai costi smisurati degli arredi acquistati per le sezioni periferiche dell’ARPAL.
Su questo ennesimo caso di sperpero di danaro pubblico ci auguriamo che l’opposizione non si limiti a censurare il fatto che le poltrone dell’ARPAL siano ancora più di lusso di quelle del Consiglio Regionale . Comprendiamo bene che al livello umano questa circostanza possa causare uno dispiacere al Dott. Lerario che della qualità e del costo esoso delle poltrone del consiglio Regionale ne faceva un vanto, ma crediamo che al di là di ciò qualche iniziativa un po’ più concreta i consiglieri la debbano assumere.
A loro ricordiamo che la giunta regionale è un organo collegiale composto dal presidente della Giunta e dagli assessori; in quanto tale, per quest’organo vale il principio della responsabilità politica solidale dei suoi componenti.
È opportuno che se ne prenda atto, ovvero che l’opposizione di cdx batta un colpo e dimostri di esistere.!!

Nino Monterisi.
Coordinatore Regionale movimento Politico IO SUD Puglia.!

LASCIA UN COMMENTO