Delitto Meredith: i legali di Raffaele Sollecito chiedono l’annullamento della decisione che ha negato il risarcimento

0
882
Flanked by his lawyers Giulia Bongiorno, left, and Luca Maori (right) Raffaele Sollecito (centre) smiles during a press conference in Rome 30th March following the overturning of his murder conviction on 27 March 2015 by the country's highest court. He told media that he and his family went 'crazy with joy' after the ruling that cleared him and his former girlfriend Amanda Knox of the murder of Meredith Kercher. ANSA/ETTORE FERRARI

La difesa di Raffaele Sollecito ha impugnato in Cassazione la decisione della Corte d’appello di Firenze di respingere la richiesta di risarcimento (500 mila euro) per ingiusta detenzione per i quasi quattro anni di detenzione per l’omicidio di Meredith Kercher. Delitto al quale è stato dichiarato definitivamente estraneo, come Amanda Knox.

Secondo quanto appreso dall’ANSA i legali di Sollecito, gli avvocati Giulia Bongiorno e Luca Maori, hanno chiesto l’annullamento della decisione dei giudici fiorentini. La data dell’udienza in Cassazione non è stata ancora fissata. Nel ricorso i legali del giovane pugliese hanno sostenuto che la motivazione del rigetto della richiesta di risarcimento “sembra una sentenza di condanna”. “I giudici – hanno sostenuto i legali – hanno ripreso gli argomenti della sentenza della Corte d’appello di Firenze che condannò Sollecito e la Knox senza invece tenere conto di quella della Cassazione che li assolse definitivamente evidenziando gli errori dell’indagine”.

ansa

di Antonio Carbonara

LASCIA UN COMMENTO