Comune e Città metropolitana di Bari aderiscono alla Giornata Mondiale del Neonato Prematuro.

0
1381

Anche quest’anno il Comune e la Città metropolitana di Bari hanno aderito alla Giornata Mondiale del Neonato Prematuro.

L’appuntamento sarà celebrato domenica 17 novembre, dalle ore 17.00 alle ore 20.00, nella sala del colonnato della Città metropolitana di Bari (Lungomare Nazario Sauro, 29) con un incontro con famiglie e operatori organizzato insieme all’Unità Operativa di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale del Policlinico di Bari, all’Associazione onlus “No Pain (Noi Per Aiutare i Neonati)” e all’associazione di volontariato “I Folletti”.

Per l’occasione la Torre dell’Orologio del Palazzo della Città metropolitana sarà illuminata di viola, il colore associato in tutto il mondo ai nati prematuri.

Alcuni neonati, infatti, sono costretti a lottare fin dai primi istanti di vita e hanno bisogno per sopravvivere di un’assistenza complessa ed avanzata. Tra loro, ci sono i prematuri, neonati che nascono troppo presto e troppo piccoli. Nel mondo, un bambino su 10 nasce prematuro. Nascere molto prematuro può significare non sopravvivere o andare incontro a una lunga ospedalizzazione con possibili esiti a lungo termine.

All’incontro interverranno, tra gli altri, il sindaco di Bari e della Città metropolitana, Antonio Decaro e il Direttore dell’Unità Operativa di Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale del Policlinico di Bari, Nicola Laforgia.

 

“E’ l’occasione per dimostrare la vicinanza delle istituzioni ai genitori che vivono le sfide le problematiche legate ad una nascita prematura. I piccoli nati pretermine, infatti, spesso devono affrontare un difficile e lungo percorso di sopravvivenza e di crescita, che coinvolge l’intera famiglia. Quello di domenica sarà un momento di riflessione, ma anche un momento di festa con spazi e giochi per tutti i bambini presenti.” – spiega il sindaco Decaro.

Nel corso dell’evento sarà anche presentata l’iniziativa “Pochi grammi di coraggio”, servizio di supporto psicologico per i genitori dei piccoli ricoverati, attivo dal 2012.

Ufficio stampa Città Metropolitana di Bari

redazione

 

LASCIA UN COMMENTO