Comunali a Lecce, si va al ballottaggio: la posizione di Io Sud

0
176

IO SUD.

Acquisiti i risultati delle quattro sezioni elettorali ancora in sospeso.
Adriana Poli Bortone ha raggiunto il 49,95 % Salvemini il 46 ,75 .
23 e 24 Giugno
al ballottaggio.

 

Quale è la Posizione di IO SUD il movimento politico cui la Senatrice è fondatrice e presidente. Lo abbiamo chiesto a Nino Monterisi , segretario regionale del partito che ha raggiunto il maggior numero di preferenze , subito dopo Fratelli D’Italia .

– Lecce, una città alle porte dell’alba quando il sole sorge, una città che anni addietro era considerata capitale della cultura meridionale, una città che turisticamente abbracciava tutti i popoli del mondo in quelle vie di passeggio dalle sue Porte, (Porta Napoli) passando per Piazza Sant’Oronzo, per finire a Via Cesare Battisti, una città etichettata da tutti come la Firenze del Sud.
Da allora, sempre più giù tant’è che l’etichetta l’ha persa, non se ne parla più come vanto turistico, se non per il mordi e fuggi che oggi penalizza le sue dimore storiche, un tempo prese d’assalto.
Perché tutto ciò ?
Ce lo siamo chiesti noi di IO Sud ed è per questo che abbiamo insistito fortemente per la discesa in campo di una Donna che ha reso Lecce l’emblema di una città aperta, colloquiale, accogliente, giovane, ed attrattivamente pronta a continue sfide. Abbiamo ritenuto che fosse giunto il momento di ridare Luce ad una città persa nel buio con proposte coraggiose.
La mortificazione della città, delle imprese artigiane, della Cultura in senso lato e del futuro per le nuove generazioni è attribuita oggi, coralmente, ad una classe dirigente troppo distratta rispetto al bene di Lecce ,perché impegnata a consolidare un potere politico che guarda ben oltre perfino ai confini Regionali .
Adriana Poli Bortone ha convinto tutti i vertici dei partiti nazionali di centrodestra che eliminare l’opacità dall’intera regione, a cominciare da Lecce, sarebbe stato possibile coinvolgendo in primo luogo tutti i cittadini, anche quelli oramai plasmati dagli apparati politici di Palazzo Dei Celestini.
Come segretario di IO SUD , e grazie alla Senatrice, ho l’onore di avere accanto persone di indubbio valore etico sociale che non amano apparire ma essere, non amano vivere grazie alla politica ma di praticarla nel rispetto delle regole, considerandola un servizio reso ai concittadini, sovrani delle scelte che mai dovrebbero essere confutate, per la vita, l’orgoglio e la saggezza non solo dei popoli ma della cultura di una Città, come quella di Lecce.
La campagna elettorale ci dava per sconfitti da subito, abbiamo dimostrato e lo ha dimostrato subito l’Adriana di essere una leccese D.O.C., una donna che ha compreso l’agonia di una città che sta scomparendo ed ha voluto, come prediletta del Santo della Città, battersi per risollevarla.
L’Adriana ha iniziato la sua campagna confrontandosi con i suoi concittadini, ha ascoltato i singoli, le categorie, i giovani; con la gente ha ripercorso la città dal centro alle periferie.
Tuttavia c’è anche una realtà politica nefasta che non permette a volte di esercitare liberamente il proprio voto, non distinguendo chi si candida essendo culturalmente preparato e professionalmente valido, per curare il benessere e l’economia di una città.
In questa competizione abbiamo assistito e preso atto delle innumerevoli esortazioni al voto a sinistra, imposte più come obbligo che non come libera scelta del cittadino.
Noi siamo uomini e donne del Sud ed amiamo la terra meravigliosa di Puglia, senza eccezioni.
Con la Senatrice Adriana Poli Bortone abbiamo dato anima ad “ Io Sud” il movimento politico che da anni si batte per l’identità vera di questa terra martoriata per decenni dalla inciviltà economica che ha sempre prediletto il Nord ed il Centro per grandi interventi e non abbiamo alcuna intenzione di subire l’aggressione appena posta in atto a Lecce quando, i cittadini avrebbero potuto eleggere ,al primo turno , il miglior sindaco possibile per i Leccesi.
Carlo Salvemini dovrebbe riconoscersi quale sindaco sfiduciato dalla propria Comunità, aggrapparsi a 20 voti mancanti per giustificare un ballottaggio è arrampicarsi sugli specchi.
Adriana Poli Bortone sarà il sindaco decretato dai cittadini Leccesi indipendentemente da qualunque altro sistema sarà messo in atto per impedirlo.
Oltre alla manciata di voti presumibilmente mancanti per giustificare un antieconomico ballottaggio si devono denunziare anche le 900 schede definite nulle; come se a Lecce 900 cittadini non sapessero più votare.
Abbiamo assistito ad una grave sottrazione della democrazia ai cittadini che con la presenza alle urne hanno inteso assolvere il loro sacrosanto diritto-dovere elettorale.
La posizione di IO SUD, in piena sintonia con tutti gli altri partiti di centrodestra, è quella di non esasperare gli animi ed esortare tutti i cittadini a non demordere, comprendiamo lo sconforto per le lamentate ingiustizie ma questo non deve avere il sopravvento sull’entusiasmo collettivo registrato sino a qualche giorno fa.
Come segretario del movimento garantisco che tutti i candidati già impegnatisi nelle liste di IO SUD, sosterranno , tutti per uno ed uno per tutti , la Senatrice, affinché il secondo turno superi ,ma non di misura ,il traguardo del 50% . Non possiamo deludere i cuori , gli abbracci e le vigorose strette di mano dei tanti concittadini che già intravedevano il sole oltre le nuvole.!

IO SUD. Coordinamento Regionale Puglia

redazione

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.