Clown in libertà: spettacolo cialtronesco della compagnia Teatro Necessario inaugura la seconda stagione del Nuovo Teatro Comunale di Ruvo di Puglia

0
69

Clown in libertà

Lo spettacolo vivace e cialtronesco della compagnia Teatro Necessario e una mostra fotografica a cura di Mauro Ieva inaugurano la seconda stagione del Nuovo Teatro Comunale di Ruvo di Puglia

Domenica 20 novembre, ore 18.30 – Nuovo Teatro Comunale di Ruvo di Puglia (Via S. Pertini)

“Se consideriamo che il clown è nascosto nel nostro inconscio – quando ci rendiamo ridicoli per strada, quando ci azzuffiamo, quando siamo innamorati, tutti gli aspetti buffi di ogni
persona, tutto ciò che mette al bando la serietà – credo che ognuno di noi lo abbia.
Si tratta di decidere se vogliamo servircene, se vogliamo farne un mestiere.
È questa la grande differenza, ed è qui che risiede la difficoltà”.

Gilles Defacque

Si inaugura con uno spettacolo vivace, irriverente e cialtronesco di teatro ragazzi la stagione 2022-2023 del Nuovo Teatro Comunale di Ruvo di Puglia che, domenica 20 novembre, in occasione della Giornata Internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, alle ore 18:30 ospiterà la produzione Clown in libertà della Compagnia Teatro Necessario.

 

Uno spettacolo di e con Leonardo Adorni, Jacopo Maria Bianchini e Alessandro Mori, che si propone ad un pubblico di famiglie, grandi e piccini, come un momento di euforia, ricreazione e ritualità catartica per tre buffi, simpatici e “talentuosi” clown che paiono colti da un’eccitazione infantile all’idea di avere una scena ed un pubblico a loro completa disposizione. Senza un racconto enunciato e senza alcuno scambio di battute, Clown in libertà racconta, dunque, il pomeriggio un po’ anomalo di tre clown che vogliono allestire uno spettacolo per divertire, stupire ed infine conquistare, abbracciare, baciare il pubblico dei passanti.

 

Cercando con ogni mezzo di sorprenderlo, a costo di prevaricarsi gli uni con gli altri, di farsi vicendevoli dispetti, finiranno per causare, a volte, il deragliamento dell’azione. Ecco, quindi, sequenze di mano-a-mano, duelli al rallentatore, intricati passaggi di giocoleria e ancora evoluzioni di piramidi. La musica è la vera colonna portante dell’azione e dello sviluppo narrativo; accompagna, scandisce e ritma ogni segmento ed ogni azione. L’intero spettacolo risulta, così, come un grande unico e continuo viaggio musicale che non si interrompe “quasi” mai, nemmeno durante le acrobazie più impensabili.

 

Clown in libertà apre, così, la seconda stagione del Nuovo Teatro Comunale di Ruvo di Puglia, riaperto lo scorso anno come teatro di comunità, la cui attività è strettamente legata alla città e non solo, con un occhio importante al coinvolgimento del pubblico di ogni età. 

 

A partire da sabato 19 novembre, nello stesso foyer del Nuovo Teatro Comunale, sarà allestita la mostra fotografica dal titolo Teatralità Sconfinata, che raccoglie le opere di Mauro Ieva, a metà strada tra arte fotografica, immaginazione e teatro. All’inaugurazione della mostra, che si terrà sabato 19 novembre alle 18.30 prenderà parte anche il campione paralimpico di handbike Luca Mazzone

 

“La nostra nuova stagione ‘Lo stato dell’arte parte seconda’ – spiega il direttore artistico del Nuovo Teatro Comunale di Ruvo di Puglia, Michelangelo Campanale – è una grande stagione, con grandi artisti, grandi spettacoli, in un meraviglioso teatro reso ancora più comodo da piccoli lavori di cura e di rifinitura. Il teatro che abbiamo costruito insieme al nostro amato pubblico e alle istituzioni rimane uno dei pochi detonatori che può fare da innesco, che può provocare l’esplosione del dubbio, delle domande, delle curiosità, della bellezza e della vita stessa. Perché il teatro è vita”. 

Clown in libertà

Di e con

Leonardo Adorni

Jacopo Maria Bianchini

Alessandro Mori

 

Produzione
Teatro Necessario

 

Domenica 20 novembre ore 18.30

Nuovo Teatro Comunale di Ruvo di Puglia (Via S. Pertini)

 

Info e acquisto biglietti presso il botteghino del Nuovo Teatro Comunale di Ruvo di Puglia (dalle ore 18.30 alle ore 20.30 oppure prima di ogni spettacolo, o tramite il numero 080 360 3114).

redazione

LASCIA UN COMMENTO