Castellaneta: quando la cultura del dono vince e fa miracoli Un servizio amorevole al prossimo vince sempre

0
141

 

Quando la cultura del dono vince e fa miracoli

Un servizio amorevole al prossimo vince sempre

 

Castellaneta – Sabato 15 ottobre 2022, alle ore 17.30 presso la sala consiliare del Comune di Castellaneta, Damiano Ottomanelli (presidente della Comunità Itinerante L’Incontro di Castellaneta) rievocherà i 40 anni del Centro Dialisi di Castellaneta e i 30 anni della Scuola Infermieri in Albania, alla presenza del sindaco di Castellaneta Gianni Di Pippa, dell’assessore comunale ai servizi sociali Edo Sanarico e di altre autorità.

L’affetto e l’amore verso una persona, una società, un popolo, assumono le caratteristiche di una dipendenza che dura nel tempo ed è per questo che si può parlare di dipendenza affettiva.

Nel rapporto, quello che seduce, è la lotta: la dipendenza si alimenta del desiderio di essere amati proprio da chi non ci ricambia come vogliamo e cresce in proporzione al rifiuto, anzi se non ci fosse il rifiuto, l’amore si estinguerebbe. Chi ascolta l’esigenza del prossimo, realizza cose impossibili; la Comunità Itinerante L’Incontro di Castellaneta ha realizzato l’impossibile.

Dopo la nevicata del 1976, un castellanetano, Nicola Valente, rimase intrappolato dalla neve e non potette raggiungere il Centro Dialisi all’Ospedale Miulli di Acquaviva delle Fonti; la moglie e i figli, preoccupati, fecero partecipe del problema la Comunità Itinerante L’Incontro di Castellaneta) che collaborò: è possibile che per curarsi si debbano rischiare le intemperie? Il 31 ottobre 1982 venne inaugurato quello che era impossibile: il Centro Dialisi di Castellaneta, anche se le leggi, la burocrazia non lo permettevano, e tanto ancora.

Nell’aprile del 1990 mons. Nikoll Troshani, vescovo sopravvissuto al regime comunista, e i sacerdoti, furono ricevuti dal Santo Padre Giovanni Paolo II; il Papa notò il loro malessere fisico e chiese all’Ospedale Miulli di Acquaviva delle Fonti l’assistenza ospedaliera: fu facile ospitare il Vescovo e i sacerdoti, ma i parenti? Questi furono ospitai a casa di Damiano Ottomanelli, e quando andarono via, chiesero di aiutare anche i loro nipoti, cosa che fu fatta iscrivendoli alla scuola infermieri. Domanda: questi sono stati agevolati da L’Incontro, e gli albanesi? Ecco che nel 1992 nacque la scuola infermieri a Elbasan, in Albania, fra immense difficoltà, ma riuscendoci; ora è diventata Università.

Tutto quello che è stato costruito, partendo sempre dal bisogno, e solo per amore.

Redazione

_______________________________________________________

LASCIA UN COMMENTO