Caso Lerario e presunte tangenti: ancora perquisizioni della Guardia di Finanza

0
205

Continuano le perquisizioni della Guardia di Finanza nell’ambito della inchiesta sugli appalti della Protezione Civile regionale e sui lavori dell’ospedale Covid in Fiera. È ancora in carcere l’ex  capo Antonio Maria  Lerario, con l’accusa di aver percepito tangenti ancora .   Nuove perquisizioni negli uffici della Regione Puglia sono in corso,  su disposizione della Procura di Bari.  In particolare i finanzieri dovranno acquisire “tutti gli atti e documenti esistenti presso gli uffici della Regione Puglia o degli enti eventualmente da questa incaricati, relativi all’intero procedimento per l’affidamento e l’esecuzione di appalti, dalla fase istruttoria riguardante la selezione del contraente sino all’esecuzione del contratto”. Le società dei cui appalti si chiede la documentazione sono: Dmeco Engineering, Edil Sella, Illuzzi Antonio Unipersonale, Costruzioni Barozzi-Cobar, Demetrio Zema, Sigismondo Zema, G. Scavi, Agrigirardi di Girardi Francesco, GFG, Leo Impianti, La Pulisan – pulizia e sanificazione immobili, Neos Restauri, Sistemi Medicali. (ANSA).

Redazione

LASCIA UN COMMENTO