Cambio di appalto mensa della Bosch a Bari: assunti i lavoratori a rischio

0
1404

Dopo un lungo incontro svoltosi nella sede della città metropolitana a Bari,  tra le categorie sindacali FISASCAT CISL Bari, FILCAMS CGIL e UILTUCS UIL , la COMPASS GROUP ITALIA e la LADISA Spa torna il sereno nella vicenda del cambio di appalto per la mensa della Bosch che aveva scatenato la bufera. I Lavoratori impegnati nel servizio di ristorazione mensa aziendale, saranno tutti assunti a decorrere dal 1/03/2018.

 

A partire dal   giovedi sarà infatti la Compass Group Italia a prendere in gestione la mensa della Bosch di Bari al posto della Ladisa spa. Ma il nuovo gruppo aveva fatto sapere di non volere i livelli occupazionali e, di voler mandare a casa vari lavoratori violando così le disposizioni di legge e di contratto collettivo. Pronta la risposta dei sindacati che lo scorso 23 febbraio, avevano dato vita ad un sit in di protesta. Nella giornata di ieri, dopo una faticosa e lunga   trattativa si è giunti, solo nella tarda serata all’accordo, che ha fatto tornare il sorriso sul volto delle unità che sarebbero state messe fuori.

Presenti ala firma del documento tutte le parti coinvolte, per la FISASCAT CISL BARI la segretaria Miriam Ruta e l’Avv. Antonio Lacirenza   per la FILCAMS CGIL Michele Jacono e per la UILTUCS UIL Elena Cannone e i rappresentanti legali di COMPASS GROUP ITALIA SPA, LADISA SRL.

Ufficio stampa cislbari

redazione

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.