Big – Bari International Gender Festival: prosegue il BIG, con proiezioni in Mediateca e AncheCinema

0
235

BIG | BARI INTERNATIONAL GENDER FESTIVAL

Alleanze | VII edizioneIn proiezione il grande cult di Luchino Visconti «Morte a Venezia». E poi in prima italiana il doc «Il ragazzo più bello del mondo», incentrato sull’interprete del personaggio di Tadzio. A seguire, «Love, Spells and All That».

Mercoledì 15 dicembre

Mediateca Regionale Pugliese – 16.30AncheCinema – dalle 20.00

Mercoledì 15 dicembre prosegue la settima edizione del Bari International Gender Festival. Si parte alle 16,30 alla Mediateca Regionale Pugliese (via Zanardelli 30, ingresso libero con prenotazione obbligatoria), per la visione di un grande cult del regista Luchino ViscontiMorte a Venezia (1971). Il film, con Dirk Bogarde, Romolo Valli e Marisa Berenson, è ambientato a Venezia ai primi del Novecento: narra la storia del compositore Gustav von Aschenbach che si innamora perdutamente del giovane Tadzio, frequentatore della spiaggia e dell’hotel in cui soggiorna il protagonista. Tratto dall’omonimo romanzo di Thomas Mann, il film fu presentato al 24° Festival di Cannes, dove il regista vinse un Premio Speciale del venticinquesimo anniversario. È il secondo capitolo della “trilogia tedesca”, di cui fanno parte anche «La caduta degli dei» e «Ludwig».

La visione di «Morte a Venezia» si collega idealmente a quella de «Il ragazzo più bello del mondo» di Kristina Lindström e Kristian Petri (Svezia, 2021), in proiezione alle 20 all’AncheCinema (Corso Italia 112): il documentario, in prima visione assoluta in Italia, ripercorre infatti la vita e la carriera di Björn Andrésen, attore svedese noto nel mondo del cinema italiano proprio per l’interpretazione di Tadzio, nel capolavoro di Visconti.

A seguire, alle 22 sempre all’AncheCinema, toccherà a «Love, Spells and All That» di Ümit Ünal (Turchia, 2020), che racconta la storia d’amore contrastata tra Eren, figlia di un potente parlamentare del governo turco, e Reyhan, figlia del custode della casa estiva del politico. Quando la famiglia di Eren scopre la loro storia, le ragazze sono costrette a separarsi. Il film inizia quando, dopo 20 anni, Eren torna sull’isola.

Ticket per le proiezioni ad AncheCinema a 6 euro, ridotto 5 euro per Big Lovers (donatori e donatrici), associazioni partner, over 65, studenti con libretto digitale. Info su bigff.it

Pagina Facebook: Bari International Gender festival

Instagram: @bari_gender_festival

___________________________________________________________________________

CREDITS

Bari International Gender Festival ’21 è un progetto promosso e organizzato dalla Cooperativa Sociale AL.I.C.E., finanziato da Regione Puglia – Assessorato Cultura, Tutela e Sviluppo delle Imprese Culturali, Turismo, Sviluppo e Impresa Turistica, PiiL e Teatro Pubblico Pugliese, nell’ambito del Fondo speciale per CULTURA e PATRIMONIO CULTURALE (L.R. 40/2016) – art. 15 comma 3 – INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO della Regione Puglia, con il sostegno del Comune di Bari – Assessorato alle Culture e Ufficio LGBTQI, Fondazione Apulia Film Commission, con la collaborazione dell’Università degli studi di Bari ‘Aldo Moro’ – dipartimento ForPsiCom, Archivio di Genere, Osservatorio Metropolitano per i diritti delle persone con disabilità, Teatri di Bari, Teatro Kismet Opera, Ambasciata Danese, Mediateca Regionale Pugliese, AncheCinema, Octopost, Kurzfilm Hamburg, Studiorotto, Spazio13, Amami Giocando, SexJujube, Coordinamento dei Festival di Cinema Lgbtq, Murgia Queer, Spine, Collettivo PTTA, Display, Mixed, ArciGay Bari, Agedo, Zona Franca, Link!, Citt!, Rete Lenford, Experience, Frulez. Media Partner Gay.it, Unibawebradio, Uzak, MyMovies.it.

_________________________________________________________________

LASCIA UN COMMENTO