Benedetta Tobagi al Libro Possibile Winter

0
58

«Dedico questo premio a tutte le donne che resistono, che non hanno voce e che spero possano trovarla nei libri». Così, Benedetta Tobagi ha accolto il prestigioso Premio Campiello, assegnatole per La Resistenza delle donne (Einaudi). La scrittrice e conduttrice radiofonica sarà ospite del Libro Possibile winter, mercoledì 3 aprile, per raccontare a una platea di giovani, e non solo, il ruolo coraggioso delle nostre antenate nella guerra partigiana; un’eredità importante da riscoprire nelle battaglie quotidiane dei giorni nostri. L’incontro con Tobagi è patrocinato dai comuni di Capurso, Casamassima e Cellamare e si terrà alle 18, nella biblioteca comunale di Capurso ‘Giuseppe D’Addosio’. Interverranno: Michele Laricchia, sindaco di Capurso; Rosella Santoro, direttrice artistica del Libro Possibile; Maria Morisco, dirigente scolastica dei Licei Cartesio; gli studenti dei Licei. A moderare Giancarlo Fiume, caporedattore del TGR Puglia. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

Scrittrice, documentarista, conduttrice radiofonica, Benedetta Tobagi ha dedicato il suo primo libro, al padre Walter, giornalista ucciso dalla “Brigata XXVIII marzo” il 28 maggio 1980. Come mi batte forte il tuo cuore (Einaudi, 2009) ha ricevuto svariati riconoscimenti letterari ed ha avviato la brillante carriera della Tobagi nella narrativa non-fiction. Dalle stragi di piazza della Loggia e Piazza Fontana, fino all’ultimo lavoro sul disastro aereo di Ustica, la scrittrice coniuga indagine storica e ritmo romanzesco, coinvolgendo i lettori in viaggi tra le pagine più complesse del nostro passato. Così, La Resistenza delle donne (Einaudi, Premio Campiello 2023) racconta il ruolo essenziale delle nostre antenate nella guerra partigiana, a partire da fotografie recuperate in decine di archivi storici. Storie di vita, di tragedie, di speranze e rinascite. “Da quella della «brava moglie» che decide di imbracciare le armi per affermare un’identità che vada oltre le etichette, alla ragazza che cerca (e trova) il riscatto da un’esistenza di miseria e violenza, da chi nell’aiuto ai combattenti vive una sorta di inedita maternità, a chi nella guerra cerca vendetta e chi invece si sente impegnata in una «guerra alla guerra», dalle studentesse che si imbarcano in una grande avventura (inclusa un’inedita libertà nel vivere il proprio corpo e a volte persino il sesso), alle lavoratrici per cui la lotta al fascismo è la naturale prosecuzione della lotta di classe”.

Con questo libro, Benedetta Tobagi ci consegna un’eredità preziosa, da riscoprire e tener a mente come esempio coraggioso per le difficili sfide del presente.

Appuntamento con l’autrice: mercoledì 3 aprile, alle 18, nella biblioteca comunale di Capurso ‘Giuseppe D’Addosio’. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

redazione

LASCIA UN COMMENTO